Rishi Sunak affronta la rivolta per il divieto dei vaporizzatori usa e getta

Il governo sta spingendo per vietare i vaporizzatori usa e getta per proteggere la salute dei bambini. Ma deve affrontare la reazione di alcuni parlamentari conservatori.

Rishi Sunak affronta la rivolta per il divieto dei vaporizzatori usa e getta f

"Gli impatti a lungo termine dello svapo sono sconosciuti"

Rishi Sunak sta affrontando la reazione negativa di altri membri conservatori riguardo al divieto dei vaporizzatori usa e getta.

Un piano per attuare il divieto è un tentativo di fermarlo giovani di età compresa tra 11 e 17 anni dall'iniziare a svapare e ridurre l'impatto sull'ambiente.

Si prevede che entrerà in vigore alla fine del 2024 o all’inizio del 2025.

Il Primo Ministro ha espresso preoccupazione per la popolarità dei vaporizzatori, noti per i loro colori vivaci e la varietà di sapori.

Il numero di gusti di vaporizzazione disponibili potrebbe essere limitato a soli quattro per cercare di ridurre il numero di bambini che li utilizzano.

Ci sarà un giro di vite sui negozi che li vendono illegalmente ai minori di 18 anni.

Le sigarette elettroniche monouso possono essere acquistate a buon mercato e vengono gettate via una volta esaurite.

Australia, Francia, Germania e Nuova Zelanda hanno tutte annunciato piani simili per vietare i vaporizzatori usa e getta.

Nel 2023 è stata lanciata una consultazione per aiutare a identificare modi per ridurre il numero di bambini che utilizzano i vaporizzatori in Inghilterra.

Si prevede che i ministri del governo esamineranno anche le confezioni dei vaporizzatori, che secondo molti piacciono ai bambini per i colori e la grafica vivaci.

È stato suggerito di utilizzare invece imballaggi semplici per renderli meno attraenti.

Eve Peters, direttrice degli affari governativi del Regno Unito per Elf Bar, ha affermato che la società sostiene il desiderio del governo di impedire ai bambini di usare i vaporizzatori, ma che è "delusa dal divieto assoluto".

Rishi Sunak ha dichiarato: “Come ogni genitore o insegnante sa, una delle tendenze più preoccupanti al momento è l’aumento dello svapo tra i bambini, e quindi dobbiamo agire prima che diventi endemico.

“Gli impatti a lungo termine dello svapo sono sconosciuti e la nicotina al suo interno può creare una forte dipendenza, quindi mentre lo svapo può essere uno strumento utile per aiutare i fumatori a smettere, commercializzare lo svapo per i bambini non è accettabile.

“Come Primo Ministro, ho l’obbligo di fare ciò che ritengo sia la cosa giusta per il nostro Paese a lungo termine.

“Ecco perché sto intraprendendo un’azione coraggiosa per vietare i vaporizzatori usa e getta – che hanno guidato l’aumento dello svapo tra i giovani – e proporre nuovi poteri per limitare gli aromi dei vaporizzatori, introdurre confezioni semplici e cambiare il modo in cui i vaporizzatori vengono esposti nei negozi.

“Oltre al nostro impegno per impedire che ai bambini che compiono 15 anni quest’anno o meno vengano vendute legalmente sigarette, questi cambiamenti lasceranno un’eredità duratura proteggendo la salute dei nostri bambini a lungo termine”.

Cosa sono i Vape?

Rishi Sunak affronta la rivolta per il divieto dei vaporizzatori usa e getta

Conosciuti anche come sigarette elettroniche o elettroniche, i vaporizzatori sono piccoli dispositivi che contengono un liquido contenente nicotina oltre a diverse sostanze chimiche.

Il liquido si riscalda e crea vapore. Questo viene inalato dall'utente.

I vaporizzatori sono visti come buoni sostituti per i fumatori di sigarette adulti per aiutarli a smettere poiché non contengono tabacco.

Ma la crescente popolarità dello svapo non riguarda solo i fumatori adulti.

Ci sono crescenti preoccupazioni circa il numero di bambini accedere ai vaporizzatori.

Modelli di utilizzo

  • Nel 2023 il 20.5% dei bambini aveva provato a svapare, rispetto al 15.8% nel 2022 e al 13.9% nel 2020 prima del primo blocco del Covid-19. La maggioranza ha svapato solo una o due volte (11.6%), mentre il 7.6% svapa attualmente (3.9% meno di una volta alla settimana, 3.6% più di una volta alla settimana) e il resto (1.3% nel 2023) afferma di non svapare più .
  • La crescita del 50% nella sperimentazione (provare una o due volte) dal 7.7% nel 2022 all’11.6% nel 2023 è stata significativa, mentre la variazione nello svapo attuale (dal 6.9% al 7.6%) non lo è stata.
  • Dal 2021 la percentuale dello svapo attuale è stata maggiore di quella del fumo attuale (7.6%
    rispetto al 3.7% nel 2023).
  • La percentuale di non fumatori che hanno provato a svapare è dell’11.5%. Tuttavia, otto bambini su dieci non hanno mai fumato, quindi questo equivale a quasi la metà (48%) dei bambini che hanno mai provato a svapare.
  • La maggior parte (62%) di coloro che non hanno mai fumato ma hanno svapato hanno provato solo una o due volte, mentre la maggior parte (70%) degli attuali svapatori hanno anche provato a fumare.
  • Esiste un gradiente di età sia per lo svapo "sempre" che per quello "attuale". Tra gli 11-15 anni il 15% ha mai provato a svapare, rispetto al 34% dei 16-17 anni e al 38% dei 18 anni. I dati relativi all'utilizzo corrente sono del 4.6% tra gli 11-15 anni, del 15% tra i 16-17 anni e del 18% tra i 18enni.

Tuttavia, alcuni parlamentari conservatori hanno definito i piani “profondamente anticonservatori”.

L’ex primo ministro Liz Truss ha dichiarato: “Mentre lo Stato ha il dovere di proteggere i bambini dai pericoli, in una società libera, gli adulti devono essere in grado di fare le proprie scelte riguardo alla propria vita.

“Vietare la vendita di prodotti del tabacco a chiunque sia nato nel 2009 o successivamente creerà una situazione assurda in cui gli adulti godono di diritti diversi in base alla loro data di nascita.

“Un governo conservatore non dovrebbe cercare di estendere lo Stato-bambino”.

“Ciò non farà altro che aiutare coloro che vorranno vietare ulteriori scelte che non approvano”.

Un altro deputato conservatore ha detto: “Tutto questo ricorda il disastroso discorso della conferenza.

"Sono sicuro che il divieto dei vaporizzatori sia accolto brillantemente dalla comunità californiana che digiuna, ma i nostri elettori vogliono che le barche si fermino e che i loro salari aumentino."

La Truss e gli altri ribelli Tory probabilmente sosterranno un emendamento che innalzerebbe permanentemente l’età per fumare a 21 anni.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Va bene usare la parola P nella tua comunità?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...