Rishi Sunak difende Narendra Modi in Parlamento

Rishi Sunak ha difeso il controverso documentario della BBC "The Modi Question", sollevato come preoccupazione in Parlamento dal deputato Imran Hussain.

Rishi Sunak difende il Primo Ministro indiano Modi in Parlamento f

By


"Non sono sicuro di essere affatto d'accordo con la caratterizzazione"

Rishi Sunak ha difeso il controverso documentario della BBC La questione Modì dopo che è stata sollevata come preoccupazione che è stata sollevata come preoccupazione dal deputato Imran Hussain.

Difendendo Narendra Modi in Parlamento, Rishi Sunak ha preso le distanze dal documentario della BBC e ha affermato di “non essere d'accordo con la caratterizzazione” del Primo Ministro indiano.

Imran Hussain, deputato di Bradford East, ha sollevato una questione durante le domande del primo ministro il 18 gennaio 2023.

Il deputato ha dichiarato: “Ieri sera, la BBC ha rivelato che l'Ufficio per gli esteri, il Commonwealth e lo sviluppo conosceva l'entità del coinvolgimento di Narendra Modi nel massacro del Gujarat che ha aperto la strada alla persecuzione dei musulmani e di altre minoranze che vediamo oggi in India.

“Dato che centinaia di persone sono state brutalmente uccise e che le famiglie in tutta l'India e nel mondo, anche qui nel Regno Unito, sono ancora senza giustizia.

“Il Primo Ministro è d'accordo con i suoi diplomatici del Ministero degli Esteri sul fatto che Modi fosse il diretto responsabile?

"Cos'altro sa il Foreign Office sul coinvolgimento di Modi in quel grave atto di pulizia etnica?"

In risposta a Imran Hussain, Rishi Sunak ha risposto:

“La posizione del governo del Regno Unito su questo è stata chiara e di lunga data e non è cambiata, ovviamente, non tolleriamo la persecuzione dove appare ovunque.

"Ma non sono sicuro di essere affatto d'accordo con la caratterizzazione che l'onorevole gentiluomo ha proposto."

La BBC ha mandato in onda una serie in due parti che critica il mandato del Primo Ministro Narendra Modi come Primo Ministro del Gujarat durante le rivolte del Gujarat del 2002.

Il documentario ha suscitato indignazione e da allora è stato rimosso da piattaforme selezionate.

Il racconto della BBC del primo ministro indiano è stato sollevato come preoccupazione dagli indiani che vivono nel Regno Unito che hanno condannato la serie.

Lord Rami Ranger ha dichiarato: "La BBC ha causato molti danni a oltre un miliardo di indiani".

Condannando la segnalazione parziale della BBC, Rami ha twittato:

“@BBCNews Hai causato molti danni a oltre un miliardo di indiani. Insulta una polizia indiana @PMOIndia democraticamente eletta e la magistratura indiana.

"Condanniamo i disordini e la perdita di vite umane e condanniamo anche i vostri rapporti faziosi".

Anche il Ministero degli affari esteri in India ha reagito al rapporto della BBC e ha affermato che si tratta di una versione completamente distorta degli eventi.

Durante un briefing settimanale a Nuova Delhi, il portavoce della MEA Arindam Bagchi ha dichiarato:

“Pensiamo che questo sia un pezzo di propaganda. Questo non ha obiettività. Questo è di parte. Tieni presente che questo non è stato proiettato in India.

“Non vogliamo rispondere di più su questo in modo che questo non abbia molta dignità.

“Il documentario è un riflesso dell'agenzia e delle persone che stanno di nuovo spacciando questa narrativa. Ci fa interrogare sullo scopo dell'esercizio e sull'ordine del giorno dietro di esso; francamente, desideriamo onorare questi sforzi”.

Ilsa è una digital marketer e giornalista. I suoi interessi includono la politica, la letteratura, la religione e il calcio. Il suo motto è "Dai alle persone i loro fiori mentre sono ancora in giro per annusarli".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Cosa ne pensi del calcio indiano?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...