Storie vere: matrimonio e dare una dote nel Regno Unito

Spose in fiamme e suicidi di spose sono all'ordine del giorno nell'Asia meridionale. Ma per quanto riguarda il Regno Unito? Le richieste di dote vengono ancora fatte qui? Lo scopriamo.

Matrimonio e donazione di dote nel Regno Unito f

Nell'Asia meridionale, è pratica comune per la famiglia di una sposa presentare alla famiglia del marito denaro e beni quando sono sposati sotto forma di dote.

Considerato un regalo di nozze, l'attaccamento a questa innocente offerta, tuttavia, non è mai così semplice.

Sotto questa offerta di doni in dote c'è una brutta verità.

Le spose e le future spose si ritrovano intrappolate in una rete di inganni, angoscia, orrore e persino morte.

Storie di spose in fiamme, suicidi e omicidi sono ancora prevalenti in Asia meridionale, anche se il Dowry Prohibition Act del 1961 ha reso illegale il dare e il ricevere la dote.

La legge criminalizzava le richieste di dote e raccomandava una reclusione minima di cinque anni più una multa pari all'importo della dote ricevuta.

Tuttavia, la dote continua a essere data e ricevuta portando a richieste che non possono essere soddisfatte da parte della sposa, provocando molti casi di violenza, suicidio e, infine, morte per la sposa.

Ma per quanto riguarda le comunità dell'Asia meridionale che vivono nel Regno Unito? La dote è praticata tra di loro? le cose sono diverse per le famiglie con figlie nel Regno Unito? 

Esploriamo ulteriormente queste domande svelando vere storie di dote nel Regno Unito.

DESIblitz ha parlato con le donne nel Regno Unito e ha scoperto che le richieste di dote non sono così rare neanche in occidente.

Anita

Marriage and Giving dowry nel Regno Unito - televisione

Anita è divorziata. Ha lasciato il marito cinque anni fa e ora ha trent'anni. Il suo matrimonio era stato combinato quando aveva appena vent'anni.

“Non avevo scelta nel matrimonio. È stato concordato tra le due famiglie. Ho pensato che sarebbe andato tutto bene.

“Stava bene, così come i suoi genitori. Volevo andare all'università ma non ho mai avuto la possibilità di seguire il mio sogno ”.

Il matrimonio ha avuto luogo e Anita ha lasciato la casa dei suoi genitori per vivere con i suoceri. Vivevano tutti insieme nella stessa casa.

“Mia madre e mio padre hanno fatto tutto il possibile. Sono la maggiore di tre sorelle, quindi avevano anche loro di cui preoccuparsi.

“Avevano lavorato sodo per mettere da parte i soldi per il matrimonio. I soliti regali sono stati dati ai miei suoceri. Oro per tutti loro e anche per me e anche per i vestiti.

“C'erano cesti pieni di frutta secca e fresca e alle sue sorelle furono regalati gioielli in argento secondo l'usanza”.

I doni furono gentilmente accettati e non fu detto altro. Sono passate due settimane e Anita dice che era felice. Tutti sono stati gentili e l'hanno aiutata a sistemarsi.

Poi, all'improvviso una mattina, la suocera fece una strana richiesta:

“Beti, potremmo fare con una nuova TV per il soggiorno. Quello è vecchio adesso. Perché non chiedi ai tuoi genitori se te ne comprano uno? "

Anita è rimasta molto sorpresa dal commento di sua suocera.

“La mia bocca si è appena aperta e mi sono seduto lì sbalordito e scioccato. Mio marito sedeva nella stessa stanza e non disse nulla.

“Ho suggerito di acquistarne uno come famiglia. Non è andata molto bene. Semplicemente non volevano spendere i propri soldi ”.

Anita ha detto a suo marito che non poteva chiedere ai suoi genitori una televisione. È stato assurdo. Sfortunatamente, le sue opinioni sull'argomento erano diverse dalle sue e si voltò verso di lei.

“Mi ha reso la vita difficile. Mi chiamava con cattivi nomi e diceva che ero un peso per la famiglia.

"Perché non potevano comprare la loro dannata televisione?"

“Alla fine ho ceduto e ho chiesto ai miei genitori. Erano scioccati quanto me. Mi sentivo così in colpa e dispiaciuto per loro.

“Non volendo vedermi infelice hanno comprato la televisione. Vorrei poter dire che è stata la fine ma non posso ”.

Anita ci ha raccontato come i suoi suoceri continuassero a fare richieste irrealistiche mese dopo mese.

“Volevano elettrodomestici da cucina, servizi per la cena, biancheria da letto e qualsiasi cosa potessero pensare. Ho capito che l'unico modo in cui si sarebbe fermato era se non fossi più stato lì.

“Così ho camminato. Preferirei che i miei genitori si sopportassero di spiegare perché ero tornato a casa piuttosto che diventare senza un soldo a causa di persone avide e ingrate ”.

Anita ha divorziato dal marito e ha lasciato il matrimonio a causa delle richieste di dote da una famiglia nel Regno Unito non così dissimili da quelle dell'Asia meridionale.

Gelsomino

Matrimonio e dare una dote nel Regno Unito - richieste

Jasmin è una donna punjabi di quarantatré anni cresciuta nel nord di Londra. È nata nel Regno Unito ed è la più giovane di tre.

I genitori di Jasmin sono venuti in questo paese quando suo fratello maggiore aveva solo due anni. Ha anche una sorella maggiore.

Essendo gli ultimi a sposarsi, i genitori di Jasmin non le hanno fatto pressioni. Ci dice che aveva la libertà di uscire anche prima di decidere.

“Mamma e papà andavano bene con me che uscivo con i ragazzi fintanto che ero ragionevole.

“Ha tolto loro lo stress dal dovermi trovare un marito.

“Sono uscito con alcuni uomini. C'era un ragazzo che mi ha davvero colpito come qualcuno con cui potevo relazionarmi. Era con i piedi per terra e per niente esigente.

“Abbiamo parlato delle nostre visioni e aspettative del matrimonio e siamo stati d'accordo sulla maggior parte delle cose. Così abbiamo deciso di dirlo ai nostri genitori ”.

I genitori di Jasmin furono contenti della sua scelta e iniziarono i piani del matrimonio. Certo, era di una casta diversa, ma non era un problema.

Entrambe le famiglie si sono incontrate, hanno parlato e concordato sul modo migliore per affrontare le differenze di casta durante le cerimonie nuziali.

Jasmin dice di questo:

“Tutti erano così gentili e comprendevano le opinioni degli altri. Poi, di punto in bianco, la suocera ha fatto un annuncio.

“Ha palesemente chiesto una dote. Una dote? Potete crederci? In questo giorno ed età! Ovviamente mamma e papà avrebbero dato comunque quello che potevano.

“Ha messo un prezzo su suo figlio e voleva l'oro indiano per questa persona e quella persona più un'enorme quantità di denaro come pagamento per il suo 'figlio molto istruito con un buon lavoro'.

“Ha affermato che era la loro abitudine e ciò che ci si aspettava. Cazzate! Scusa, ma abitudine o non abitudine ero fuori ”.

Abbiamo chiesto a Jasmin cosa avrebbe detto suo marito:

"Era imbarazzato ma non abbastanza da tenere testa a sua madre."

“Indossava i pantaloni e gli uomini si limitavano a quello che aveva detto.

“Questo non era l'uomo per me. Volevo qualcuno che mi sostenesse e mi sostenesse. Non un fannullone che aveva paura di sua madre ”.

Jasmin gli ha detto che non avrebbe funzionato e si sono separati. È grata ai suoi genitori per non averla incolpata per la rottura. Tuttavia, è ancora single e intende rimanere così.

“Le persone chiedono continuamente ai miei genitori perché non sono ancora sposato. Sono fantastici e non gliene frega niente di quello che pensano gli altri. Non mi spingono mai né mettono in dubbio le mie scelte ”.

La scelta di Jasmin di rimanere single è sua e crede che una donna possa essere felice da sola tanto quanto con un partner.

"Mi sto godendo la vita e questo è tutto ciò che conta".

La storia di Jasmin rivela che le richieste di dote nel Regno Unito sono profondamente radicate nelle famiglie che hanno ancora una ferma convinzione nella pratica e danno persino un valore al loro figlio.

Seema

Matrimonio e dare una dote nel Regno Unito - incinta

Seema presenta una storia straziante di eventi straordinari in un matrimonio completamente fuori luogo nella società moderna.

La sua rovina è stata che si è innamorata. A soli diciotto anni è andata in India con la sua famiglia ed è rimasta completamente sbalordita dalla cultura indiana.

Le immagini, i suoni e i colori vivaci, il cibo di strada e i mercati le hanno tolto il fiato. Dice della sua esperienza:

"Lo amavo. La maggior parte dei bambini che vanno in India per la prima volta lo trovano disgustoso. Ma per me è stato magico. Un mondo completamente nuovo.

“Siamo rimasti tre mesi e in quel periodo ho conosciuto qualcuno. Aveva ventotto anni; dieci anni in più e tutto quello che sapevo era che ero innamorato ”.

Quando arrivò il momento di tornare in Inghilterra, Seema le spezzò il cuore. Non voleva andarsene e ha detto alla sua famiglia perché.

Hanno cercato di convincerla a tornare con loro e non si sono sentiti bene a lasciarla sola in un altro paese.

Seema, però, era irremovibile e nulla le avrebbe fatto cambiare idea. Accecata dall'amore per quest'uomo, è rimasta ferma nella sua decisione.

Con riluttanza, i suoi genitori hanno incontrato il ragazzo e la sua famiglia. Gli arrangiamenti per il matrimonio furono presi molto rapidamente e la sua famiglia tornò in Inghilterra.

Suo marito era un brav'uomo, dice. L'ha trattata bene e hanno avuto un buon rapporto.

Tuttavia, dice:

“Sua madre ha avuto un'immediata antipatia per me. Ha detto che avevo costretto suo figlio a sposarlo e che la mia famiglia non aveva dato loro nulla.

“Di fronte ad altre persone era tutta dolce ma non appena fossi rimasta sola con lei avrebbe ricominciato. Ero così infelice.

“Non l'ho detto a mio marito perché non volevo metterlo contro sua madre. Non è stata colpa sua ”.

Seema dice tristemente che l'abuso è continuato basato esclusivamente sul fatto che non aveva comprato alcuna dote con lei.

“Sono rimasta incinta abbastanza presto, il che significava che ero sola in casa con sua madre mentre lui andava a lavorare.

“Anche il bambino non ha fatto differenza. Semplicemente non le piacevo e ha usato il mio bambino non ancora nato per promuovere i suoi abusi.

“Ha chiamato i miei nomi da bambino; ha detto che sarebbe stata una sanguisuga proprio come sua madre. Sono diventato sempre più depresso ”.

Seema è tornato nel Regno Unito ora senza un marito o un bambino. I suoi occhi si riempiono di lacrime mentre ci racconta come ha perso suo figlio.

“Mi ha spinto giù per le scale. Avevo appena finito di appendere un carico pesante di biancheria sul tetto e stavo tornando giù.

“Non le perdonerò mai quello che ha fatto. Mio marito era devastato e arrabbiato con me per non averglielo detto.

“Ci amiamo ancora, ma sono dovuto tornare a casa. Sono sicuro che torneremo di nuovo insieme in qualche modo ”.

Seema è ancora scioccata dalla sua esperienza e non riesce a credere che i crimini legati alla dote avvengano ancora nelle grandi città moderne dell'India.

Sheena

Matrimonio e dare una dote nel Regno Unito - oro

Sheena era al college quando i suoi genitori le chiesero di andare con loro in India durante le vacanze estive. Non pensandoci e vedendola come una vacanza, lei acconsentì.

Arrivarono a Chandigarh e rimasero con la famiglia di suo zio, che aveva una visione moderna.

Poi un giorno le hanno presentato un ragazzo, di nome Tarsem, che proveniva da una famiglia che suo zio conosceva.

“Sono rimasto un po 'scioccato e mi sono chiesto se questo fosse uno stratagemma dei miei genitori. Mi hanno assicurato che non c'erano pressioni sul matrimonio ".

Sorprendentemente, a entrambi è stata data la libertà di uscire e in un modo "appuntamento" che non era tanto la norma.

Tarsem era istruito, intelligente e aveva un ottimo senso dell'umorismo. Sheena si è accordata con lui abbastanza rapidamente.

“Mi ha fatto ridere e mi è piaciuta molto la sua compagnia. Il viaggio è diventato improvvisamente una relazione romantica. "

Dopo una settimana di tempo con lui, Sheena e la sua famiglia sono state presentate alla sua famiglia.

Sua madre era piena di elogi per Sheena su quanto fosse bella e su come entrambi fossero molto compatibili.

All'epoca Sheena era colpita da tutto ciò che le accadeva intorno, anche se era così veloce.

Circa un'altra settimana dopo, Tarsem chiese a Sheena se avrebbe preso in considerazione di sposarlo. A cui ha immediatamente accettato.

“Ero in un vortice. Tutto sembrava così giusto. Lui, la sua famiglia e tutti erano felici. "

Lì per lì fu fissata una data per il matrimonio e il matrimonio ebbe luogo e tutto sembrava troppo bello per essere vero per Shaheen.

“All'epoca i suoceri chiarirono che non volevano dote ed era una pratica antiquata.

“Abbiamo poi fatto una mini luna di miele per visitare alcune città del Punjab e poi siamo tornati a casa sua per stare con la sua famiglia.

“Fu in questo momento che le cose cominciarono a non sembrare così rosee. Sua madre era tutta gentile e esagerata con me, ma poi ha iniziato ad accennare alla mancanza di regali fatti al matrimonio.

"Ha detto che anche se hanno detto niente dote, ciò non significava che i suoi genitori non avrebbero dato 'niente'."

"Si è lamentata del fatto che i miei genitori mi hanno dato oro al matrimonio e non gioielli".

Shaheen ne fu profondamente rattristata e disgustata dalle apparenze bifronte che sua suocera continuava a mostrare. Soprattutto, di fronte ai suoi genitori.

Le richieste da lei sono peggiorate e quando Sheena ha detto a Tarsem, non ha voluto dire nulla contro la sua famiglia e l'ha liquidata come una "cosa da donna".

Dietro di lui, sua madre iniziò a rendere la vita di Sheena infelice.

"Ha continuato a scocciare me, la mia famiglia e che sebbene fossimo del Regno Unito, era un insulto non aver fatto regali, in altre parole, una dote."

Alla fine Sheena lo disse ai suoi genitori. Anche suo zio è stato coinvolto. Purtroppo, un'enorme litigio e discussione sull'intera questione hanno portato a questa brevissima fine del matrimonio.

Sheena per molti versi fu sollevata.

“Sono contento che sia successo tutto nel modo in cui è andata. I miei genitori sono molto tristi per me. Ma sono sollevato. Immagina, se lo avessi chiamato nel Regno Unito e questo andasse avanti? Penso di essere stato fortunato. "

Sheena ha continuato a finire gli studi e ad andare all'università.

Kamal

Matrimonio e donazione di dote nel Regno Unito: denaro

Kamal è un sopravvissuto; una donna resa forte dagli eventi che le hanno cambiato la vita.

È una giovane donna istruita che ha sofferto brutalmente per mano dei suoceri ma vive per raccontare la storia.

Kamal aveva ventiquattro anni quando il suo matrimonio fu combinato. I suoi suoceri non chiedevano dote al momento del matrimonio o prima di esso.

Tuttavia, dopo solo un paio di mesi, le cose hanno iniziato a cambiare. Grandi quantità di denaro e oro furono richieste da Kamal.

Dice che suo padre ha pagato perché non voleva che lei sopportasse il peso. 

“Non si è fermato qui. Le richieste sono continuate fino a quando papà non poteva più permetterselo. "

“Fu allora che la mia vita divenne un inferno.

“Anche mio marito era coinvolto. Ha detto che se non avessi avuto i soldi di cui aveva bisogno mi avrebbe fatto pagare.

“Non potevo chiedere di nuovo a mio padre e ho detto loro che non l'avrei fatto. Mia suocera e mio marito mi picchiavano entrambi mentre il papà si alzava a guardarli ”.

A Kamal fu detto che era un peso per la famiglia e che suo marito l'aveva sposata solo per poter stare meglio finanziariamente.

“Ogni volta che mi rifiutavo di chiedere a mio padre mi picchiavano. Le percosse sono peggiorate mentre mio marito abusava di me verbalmente e anche sessualmente.

“Ogni volta che voleva fare sesso e io rifiutavo, si imponeva con me. In qualsiasi altro luogo questo si chiamerebbe stupro ”.

Kamal ci ha detto che aveva una cognata maggiore a cui rivolgersi per avere supporto. Veniva da una famiglia molto ricca ed erano stati in grado di soddisfare le richieste.

Kamal è molto arrabbiato e dice:

“Solo perché vieni da una famiglia benestante, non ti rende automaticamente un bersaglio per ridicole richieste di dote.

“Mia cognata si è arresa ma non ha mai trovato la felicità nella sua casa coniugale. Era l'unica che era buona con me e mi ha letteralmente salvato la vita.

“Sapevo che se fossi rimasto sarei morto; o per mano loro o per suicidio. Mia cognata mi ha aiutato a pianificare la mia uscita e ho potuto partire ”.

Questa è la triste storia di una donna che vive in una cosiddetta società moderna in cui le atrocità legate alla dote sembrano così fuori luogo.

Tuttavia, continuano ad esistere. Gli autori se la cavano perché, spesso, la vittima ha troppa paura di chiamare la polizia o di chiedere aiuto ai propri genitori.

Il fatto crudele della questione è che questo può accadere. L'aiuto è sempre disponibile, ma la vittima deve prima trovare il coraggio e la forza per gridare.

Sorelle nere di Southall (SBS) è un'organizzazione che sostiene le donne intrappolate nella violenza domestica e nelle relazioni abusive.

La violenza domestica, indipendentemente dalla causa, è un crimine e SBS fornisce diversi metodi per entrare in contatto con qualcuno che può aiutare.

Prendere posizione e chiedere aiuto non è così semplice come sembra, ma è l'unico a portare il cambiamento.

La dote è obsoleta e sbagliata indipendentemente dal fatto che la legge lo dica illegale o meno. Già nel 1961, è stato reso illegale in India anche se non è mai stato applicato.

Le persone hanno bisogno di cambiare con i tempi e rendere il matrimonio un'unione di amore e fiducia e non una di guadagno finanziario dalla famiglia della sposa.

Se soffri di abuso di dote, contatta la polizia se sei in pericolo o una delle seguenti organizzazioni per chiedere aiuto.

Aiuto per le donne

Rifugio

Helpline nazionale inglese per la violenza domestica



Indira è un'insegnante di scuola secondaria che ama leggere e scrivere. La sua passione è viaggiare verso destinazioni esotiche ed emozionanti per esplorare le diverse culture e sperimentare luoghi incredibili. Il suo motto è "Vivi e lascia vivere".

I nomi sono stati cambiati per l'anonimato





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale smartphone valuteresti di acquistare?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...