L'uomo punjabi si uccide a causa della casta della moglie

Un uomo punjabi ha concluso la sua vita dopo aver scoperto la vera casta di sua moglie. Credendo che sua moglie fosse una Jat, si rese presto conto che in realtà era una Dalit.

L'uomo punjabi si uccide a causa della casta della moglie

Quando è andato dai suoceri, è venuto a sapere che sua moglie è una dalit invece che una jat.

Un uomo punjabi si è ucciso a causa della scoperta della vera casta di sua moglie. Il 22enne è morto il 28 maggio 2017.

Identificato come Manpreet Singh, viveva nel villaggio Khai del Punjab.

I rapporti affermano che l'uomo punjabi si è tolto la vita dopo aver appreso che sua moglie apparteneva alla casta Dalit, invece che al Jat Sikh.

Una nota, scritta dall'uomo prima della sua morte, ha spiegato di più sulla sua decisione straziante. Ha rivelato:

“Il mio sensale Gurtej Singh Baba ha organizzato il mio matrimonio.

"Sono un ragazzo Jat e anche mio suocero è un Jat, ma sua moglie è una Ramdasia ... Mi è stato detto che [la moglie e la suocera dell'uomo] sono anche Jat."

Anche la famiglia dell'uomo punjabi è d'accordo con le sue affermazioni. Hanno aggiunto che il sensale aveva detto che, nonostante la ragazza provenisse da un ambiente povero, apparteneva ancora alla casta Jat.

Hanno anche rivelato di aver pagato Rs 45,000 (circa £ 540) per la partita.

L'uomo punjabi si uccide a causa della casta della moglie

La polizia ha spiegato di più sulla tragica situazione. La coppia si era sposata da poco prima che Manpreet Singh facesse la scoperta:

“Dopo il matrimonio, sua moglie ha trascorso due giorni con lui e poi è andata dai suoi genitori. Quando è andato dai suoceri, è venuto a sapere che sua moglie è una dalit invece che una jat.

"L'ha portata a casa sua, ma dopo un po 'è andato alla fattoria e non è tornato a casa."

La polizia ha aggiunto che continueranno le indagini sul caso.

Poiché il 22enne era un Jat, questo significa che apparteneva a una casta superiore a sua moglie. Dalit si riferisce a qualcuno che proviene da una bassa casta "intoccabile" e significa "oppresso" in sanscrito.

L'uso di questo termine è diventato illegale in India dopo che i membri di questo gruppo hanno subito molestie e abusi.

Ma nonostante gli sforzi del governo per fornire migliori opportunità ai dalit, le opinioni culturali sono difficili da cambiare.

Il sistema delle caste in India risale a secoli fa. Tuttavia, nella fede Sikh, la casta fu abolita.

Ma ancora oggi, i punjabi provenienti dall'India e dall'estero che sono anche per lo più sikh, vivono ancora secondo la loro casta e questo tragico esempio è una perdita di vite a causa di una convinzione che non fa parte della loro fede, ma la discriminazione fatta dall'uomo l'uno contro l'altro, nonostante appartenente alla stessa cultura e comunità.



Sarah è una laureata in inglese e scrittura creativa che ama i videogiochi, i libri e si prende cura del suo birichino gatto Prince. Il suo motto segue "Hear Me Roar" di House Lannister.

Immagine per gentile concessione di Hindustan Times e Wikipedia.





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Hai mai avuto razzismo nello sport?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...