L'impegno del principe Harry è un cambiamento di accettazione nella famiglia reale?

Il fidanzamento del principe Harry con Meghan Markle significa un cambio di accettazione nella famiglia reale? DESIblitz esamina più da vicino la razza e la monarchia.

Il principe Harry con Meghan Markle

"Siamo andati avanti - alcuni anni fa, sì, sarebbe stato un grosso problema, ma non più."

Il 27 novembre 2017, il principe Carlo ha annunciato il fidanzamento del principe Harry e Meghan Markle. Mentre sia gli inglesi che gli americani abbracciano l'entusiasmante notizia, segna un momento fondamentale nella storia della famiglia reale.

Nei decenni passati, la famiglia è stata considerata "distaccata" dal pubblico e con opinioni "fuori dal comune". Basta guardare i casi di Abdul Karim, Wallis Simpson e Dodi Fayed.

Ma con il fidanzamento del principe Harry con Meghan, una divorziata americana di razza mista, questa percezione sembra essere scomparsa. Mentre la regina Elisabetta II, il principe Carlo e altri membri celebrano la notizia, riflette come gli atteggiamenti siano cambiati drasticamente.

La monarchia non detiene più pregiudizi sul divorzio o sull'etnia. Invece, sono accoglienti e forse presentano la nostra società diversificata meglio che mai.

DESIblitz dà uno sguardo più da vicino a questo storico impegno e a cosa potrebbe riservare alle future generazioni di reali.

Pregiudizio contro la razza e il divorzio

Durante il regno della regina Vittoria (1837-1901), il pregiudizio razziale era diffuso. Al culmine dell'imperialismo britannico atteggiamenti verso le altre razze era particolarmente odioso in tutti i settori della società. I non bianchi, compresi gli africani e gli asiatici, erano considerati inferiori agli inglesi.

Questo atteggiamento negativo penetrò nella famiglia reale quando la regina sviluppò una stretta amicizia con il suo servitore indiano Abdul Karim, di cui adorava. Anche se lei stessa non sembrava avere alcun rancore nei confronti di altre etnie, molti membri della famiglia disapprovavano Munshi; compreso il figlio della regina Vittoria, l'allora principe Edoardo.

La storica regina potrebbe essere stata in anticipo sui tempi, ma la sua morte ha segnato un capitolo sfortunato nella vita di Abdul. Con il principe nominato come re Edoardo VII, ha ordinato la distruzione delle loro lettere e diari.

Abdul, costretto a tornare in India, morì nel 1909 da uomo senza un soldo. La sua vita è ora raccontata attraverso il libro e il film del 2017 Victoria e Abdul. Eppure mostra i forti pregiudizi una volta detenuti dalla famiglia reale.

Gli atteggiamenti hanno cominciato a cambiare leggermente nei decenni a venire. Nel 1934, la mondana americana Wallis Simpson incontrò il re Edoardo VIII, allora principe di Galles. Si innamorarono, tuttavia, poiché Wallis era divorziato due volte, la Chiesa d'Inghilterra disapprovava il suo matrimonio di nuovo.

Abdul Karim e Wallis Simpson con Edward VIII

Ciò significava che, poiché la famiglia reale apparteneva alla Chiesa d'Inghilterra, Edoardo VIII non poteva sposarla ed essere re d'Inghilterra. Una sentenza che da allora è cambiata. Quando è scoppiata la notizia della loro relazione, si è trasformato in uno scandalo. Quando Edward abdicò per sposare Wallis nel 1936, questo non fece che aumentare la tensione.

Molti hanno criticato Wallis; non solo per i suoi precedenti matrimoni, ma per il fatto che era americana. Ha anche ricevuto la colpa per l'abdicazione di Edward, nonostante la recente scoperta di lettere che dimostrano che era più entusiasta del loro matrimonio.

Ma mentre Meghan e Wallis condividono alcune somiglianze; la reazione ai loro impegni è sorprendentemente diversa. Laddove Wallis ha dovuto affrontare il controllo pubblico, le relazioni passate di Meghan non sono nemmeno state prese in considerazione. Come dice Robert Hardman, un biografo reale:

"Siamo andati avanti - alcuni anni fa, sì, sarebbe stato un grosso problema, ma non più."

Media e controversie recenti

Nonostante la progressione sociale compiuta dall'inizio del XX secolo, la famiglia reale ha dovuto affrontare ulteriori controversie. Con la crescente presenza dei media, le relazioni reali sono state ulteriormente esaminate.

Gli organi di stampa fanno notizia sui potenziali nuovi partner. Prendiamo, ad esempio, la relazione della principessa Diana con Dodi Al Fayed, un uomo d'affari egiziano.

Quando la loro relazione divenne pubblica nell'estate del 1997, i titoli della coppia furono trasmessi in tutto il mondo. Nonostante la loro morte prematura, la relazione è ancora spesso discussa attraverso speculazioni inutili.

In effetti, anche Kate Middleton ha ricevuto il contraccolpo della stampa quando è diventata Principe Williamla fidanzata. Con i paparazzi che la perseguitavano, molti temevano che avrebbe incontrato un'esperienza dei media simile a quella di Diana.

Duca e Duchessa di Cambridge

Le cose potrebbero essersi calmate per lei sapendo di essere sposata, ma le pubblicazioni sono ancora ansiose di riferire su ogni sua apparizione.

Allo stesso modo, anche prima del suo fidanzamento con il principe Harry, Meghan Markle è stata seguita incessantemente dalla stampa britannica. Le voci sono circolate durante tutto l'anno e l'attrice ha subito un titolo insapore dopo l'altro. In effetti, Markle è diventata l'attrice più cercata su Google del 2016.

Cercando di porre fine alle molestie, il principe Harry ha criticato la stampa tramite una dichiarazione del 2016:

“Alcune di queste sono state molto pubbliche - la macchia sulla prima pagina di un quotidiano nazionale; le sfumature razziali dei pezzi di commento; e il vero e proprio sessismo e razzismo dei troll dei social media e dei commenti agli articoli web ".

Anche nella loro recente intervista di fidanzamento con Mishal Husain della BBC, la coppia ha spiegato come non si aspettassero l'ondata di scrutinio incentrato sull'etnia di Meghan. L'attrice ha detto:

“Certo, è scoraggiante. È un peccato che sia il clima in questo mondo, concentrarsi così tanto su quello, o che sarebbe discriminatorio in questo senso.

"Alla fine della giornata sono davvero orgoglioso di chi sono e da dove vengo e non ci siamo mai concentrati su questo, ci concentriamo solo su chi siamo come coppia".

Nota anche come la famiglia reale l'abbia accolta calorosamente e che si sente "non solo parte dell'istituzione, ma parte della famiglia".

Cosa significa questo per il futuro?

Con l'ufficialità del fidanzamento del principe Harry e Meghan, segna un viaggio lungo e progressivo per la famiglia reale. Uno che è sorprendentemente diverso dal pregiudizio sperimentato in precedenza da Abdul Karim, Wallis Simpson e altri.

La coppia di fidanzati

Indica un'ondata di cambiamento all'interno della famiglia reale. Liberarsi dei precedenti pregiudizi nei confronti della nazionalità e dell'etnia e invitare invece l'accettazione.

Ad esempio, nel luglio 2017, la regina ha impiegato il primo black equerry nella storia britannica. Il maggiore Nana Kofi Twumasi-Ankrah, un ufficiale nato in Ghana, la assiste negli impegni ufficiali, diventando uno dei suoi assistenti più fidati.

Cosa potrebbe significare questo per le future generazioni di reali? Potrebbero assistere a un futuro più diversificato, con altre etnie e razze che si uniscono alla famiglia? Forse un giorno un membro della famiglia potrebbe sposare qualcuno di origini dell'Asia meridionale? O anche un attore o un'attrice di Bollywood?

Naturalmente, potremmo dover aspettare un po 'per questo, se consideriamo il lignaggio diretto della Famiglia Reale.

Ma questo sarebbe salutato come una progressione positiva. Con la monarchia che inizia a rappresentare veramente la società multiculturale della nazione e diventa più relazionabile al pubblico britannico. Fino ad allora, il fidanzamento del principe Harry e Meghan Markle apre la strada a questo possibile futuro.

Con il loro matrimonio in programma per la primavera 2018, inizia il conto alla rovescia per la gioiosa giornata!

Sarah è una laureata in inglese e scrittura creativa che ama i videogiochi, i libri e si prende cura del suo birichino gatto Prince. Il suo motto segue "Hear Me Roar" di House Lannister.

Immagini per gentile concessione di Reuters, Toby Melville e Corbis.