Pervertito incarcerato e deportato per aver filmato le gonne delle donne

Un pervertito incarcerato per quattro mesi dovrà affrontare la deportazione dopo aver filmato le gonne delle donne. È stato segnalato da un membro del pubblico su un treno della metropolitana di Londra.

Pervertito incarcerato e deportato per aver filmato le gonne delle donne

"Sono davvero contento che questo multiplo delinquente sia stato assicurato alla giustizia".

Anche un pervertito di 32 anni incarcerato per aver filmato le gonne delle donne rischia la deportazione. Un membro del pubblico lo ha sorpreso a filmare la gonna di una donna sulla metropolitana di Londra.

Il processo ad Aaron Lal si è svolto presso la Westminster Magistrates 'Court di Londra. Il 6 marzo 2017, il giudice lo ha accusato di cinque capi d'accusa di oltraggio alla pubblica decenza.

Aaron Lal, che viveva a Wanstead, Londra, si è dichiarato colpevole dei reati.

Come confermato dall'ufficio stampa della polizia dei trasporti britannica, Lal, incarcerato per quattro mesi, dovrà anche affrontare la deportazione in Nuova Zelanda dopo la sua prigionia. Non potrà tornare nel Regno Unito.

Inoltre, il giudice gli ha inflitto una multa di £ 115.

Il caso è iniziato dopo che un membro del pubblico lo ha denunciato alla polizia il 15 luglio 2016. Lo hanno sorpreso a filmare la gonna di una donna in una carrozza della metropolitana.

L'incidente è avvenuto su un treno della metropolitana della Victoria Line.

La polizia britannica dei trasporti ha avviato un'indagine su Aaron Lal. Lo hanno arrestato il 18 ottobre 2016. Lo hanno trovato individuandolo tramite indagini a circuito chiuso.

Dopo aver cercato sul suo telefono cellulare, hanno trovato altri filmati di riprese di gonne da donna. Lal avrebbe registrato il filmato tra giugno e ottobre 2016.

Il sergente di polizia Dan Russell ha dichiarato: “Sono davvero contento che questo criminale multiplo sia stato assicurato alla giustizia.

"Un comportamento come questo non sarà mai tollerato sulla rete di trasporto e invito le persone a segnalarci qualsiasi comportamento sessuale indesiderato in modo che persone come Lal possano essere assicurate alla giustizia".

Il pervertito incarcerato per il comportamento sessuale indecente verrà anche inserito nell'Ordine per la prevenzione dei danni sessuali per cinque anni. Ciò significa che non può possedere una fotocamera o un dispositivo video senza che la polizia abbia prima ispezionato il dispositivo.

Inoltre, non può utilizzare un dispositivo per accedere a Internet a meno che non sia in grado di monitorare e conservare la cronologia del suo utilizzo di Internet.

La polizia ha dimostrato che oltraggiare la decenza pubblica è un crimine grave con molteplici conseguenze. E ora Aaron Lal potrebbe non tornare mai più nel Regno Unito.

Sarah è una laureata in inglese e scrittura creativa che ama i videogiochi, i libri e si prende cura del suo birichino gatto Prince. Il suo motto segue "Hear Me Roar" di House Lannister.

Immagine per gentile concessione della British Transport Police.