Studente indiano paralizzato perde i finanziamenti per le cure in Australia

Uno studente indiano rimasto paralizzato dopo una presunta aggressione in Australia perderà i fondi per ulteriore sostegno.

Studente indiano paralizzato perde i finanziamenti per le cure in Australia f

"Dev rimarrà paraplegico per il resto della sua vita."

Uno studente indiano rimasto paralizzato dopo una presunta aggressione in Australia è preoccupato per ciò che il futuro riserva per ulteriore sostegno poiché rischia di perdere i fondi.

Devarshi "Dev" Deka si è trasferito a Hobart nel 2023, rinunciando a un lavoro governativo in India per studiare all'Università della Tasmania (UTAS).

Ha detto: “Era il mio sogno venire in Tasmania, in Australia.

“La Tasmania sembrava essere la destinazione perfetta per me.

"Avevo il sogno di realizzare qualcosa per me stesso."

Nel novembre 2023, Dev è uscito una sera con gli amici per festeggiare l'ottenimento di un lavoro part-time.

Tuttavia, è stato portato d'urgenza in ospedale dopo una presunta aggressione ed è stato messo in coma farmacologico.

Lo studente indiano ha ripreso conoscenza ma era un uomo cambiato.

Ha detto: “Il mio corpo ha una mente propria.

"Non vuole muoversi secondo il mio desiderio come ero prima."

Dev ora convive con una grave lesione cerebrale, il suo occhio sinistro non funziona più correttamente e non può usare le gambe.

Ha detto: “[È] molto cupo e desolante, molto brutto gli ultimi mesi.

“Se voglio muovermi nel letto, se voglio girarmi di lato, devo chiamare le infermiere per aiutarmi a farlo”.

Dev è stato curato al Royal Hobart Hospital e al centro di rimpatrio della città, dove è attualmente ricoverato.

Ma i suoi amici e la sua famiglia sono preoccupati per la prossima fase della sua guarigione.

Il suo amico Rishabh Kaushik ha detto: “In questo momento, Dev è supportato dalla sua compagnia di assicurazioni mentre sta facendo progressi in campo medico.

"Ma una volta che ha finito con i suoi progressi medici, qui non c'è più supporto disponibile per lui."

In quanto studente internazionale, Dev non ha accesso al Centrelink o al National Disability Insurance Scheme.

Se Dev vuole rimanere a Hobart, avrà bisogno di attrezzature e supporto specialistici una volta che lascerà il centro di rimpatrio.

Rishabh ha detto: “Questo sostegno costerà centinaia di migliaia di dollari, che né noi, né i suoi genitori, né la comunità possiamo permetterci in questo momento.

"Ed è per questo che chiediamo al governo di aiutarci in modo da poter prendere accordi per Dev quando uscirà di qui."

Senza il sostegno del governo, l’unica opzione di Dev sarebbe quella di tornare in India, potenzialmente prima che il suo visto studentesco scada nel marzo 2025.

Se dovesse tornare in India, il volo sarà coperto da un’assicurazione, ma non dal supporto medico continuativo.

Rishabh ha detto: “Secondo i medici, Dev rimarrà paraplegico per il resto della sua vita.

“Per lui tornare in India non è una soluzione, soprattutto considerando che l’ospedale più vicino alla sua città natale è a 130 chilometri di distanza”.

Da quando ha saputo della sua situazione, Rishabh ha agito come avvocato di Dev.

Rishabh ha spiegato: “Quando ho sentito parlare di Dev, volevo davvero andare a trovarlo.

“Ho visto Dev nel letto d'ospedale... e ho guardato Dev e ho pensato, 'questo potrei essere io, questo potrebbe essere chiunque altro'.

"E da allora non ho smesso di prendermi cura di Dev."

È stata presentata una richiesta di assistenza finanziaria al Victims of Crime Service della Tasmania, ma potrebbero essere necessari molti mesi per ottenere un esito.

Attualmente, Rishabh ha creato una pagina GoFundMe per aiutare con i costi a breve termine di Dev. Ma spera che il governo trovi un modo per sostenere il suo amico a lungo termine.

Ha continuato: “Perché questo è successo qui a Hobart, in Tasmania, in Australia. È successo su questo terreno. La nostra richiesta è di aiutarci a sostenerlo a vivere qui.

“Che ciò significhi ricevere sostegno dall’NDIS per aiutarlo con la sua attrezzatura medica, da un operatore di supporto, da qualsiasi supporto di cui abbia bisogno o da qualsiasi altra fonte”.

Rishabh ha anche aiutato i genitori di Dev, Kula e Deepalee Deka, che sono stati in Australia nell'ultimo mese.

Il signor Deka ha dichiarato: “Chiedo umilmente a questo governo che mio figlio venga tenuto qui, con piena protezione della sua carriera, insieme alle sue condizioni di salute”.

Trascorrono la maggior parte del tempo con il figlio. Tuttavia, hanno subito abusi quando tornavano ai loro alloggi la notte.

Rishabh ha detto: “Sfortunatamente, tante volte mi hanno descritto casi in cui hanno subito attacchi razzisti.

"La gente li ha insultati, la gente ha iniziato a urlare contro di loro per le strade senza motivo."

Sin dalla presunta aggressione, l'UTAS ha fornito una vasta gamma di supporto a Dev e alla sua famiglia.

Il vicecancelliere dottor James Brann disse: “Questa è una situazione terribile per Devarshi e la sua famiglia, e l'università ha fatto tutto il possibile per sostenerli.

"Abbiamo un coordinatore dedicato all'assistenza agli studenti in contatto regolare con la famiglia."

L'università ha incluso un posto dove stare ma non si sa quanto durerà.

Il dottor Brann ha continuato: "I genitori di Devarshi stanno attualmente alloggiando in alloggi universitari e stiamo lavorando per capire come possiamo continuare ad aiutare al meglio".

Il caso giudiziario riguardante la presunta aggressione di Dev deve ancora essere concluso.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Immagine per gentile concessione di ABC News





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Chi vincerà il ballo Dubsmash?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...