Studente pakistano fa causa all'Università del Regno Unito per la "laurea di terza classe"

Uno studente pakistano ha tentato di citare in giudizio l'università britannica in cui stava studiando oltre il suo voto di laurea dopo aver conseguito una laurea di terza classe.

Studente pakistano fa causa all'Università del Regno Unito per la "laurea di terza classe" f

"Lo combatterò anche se dovrò portarlo più in alto"

Lo studente pakistano Umer Riaz ha cercato di citare in giudizio la sua università dopo aver conseguito una laurea di terza classe. Ha detto che porterà la sua battaglia legale alla più alta corte del Regno Unito dopo aver speso "migliaia" di sterline.

Il 33enne ha tentato di chiedere un risarcimento di 200,000 sterline all'Università del Galles del Sud dopo aver ricevuto un voto positivo nel 2016 che è l'equivalente di una laurea di terza classe.

Il signor Riaz era venuto da Islamabad per studiare a Cardiff.

Ha affermato che non gli è stata data l'opportunità di continuare i suoi studi per completare una laurea con lode invece di un voto positivo.

Tuttavia, un tribunale della contea di Cardiff ha cancellato la sua richiesta il 31 ottobre 2019, dopo che era stato descritto dall'università come "nessuna prospettiva di successo".

Il signor Riaz ha detto: “Combatterò questo anche se dovrò portarlo più in alto, anche all'ONU.

"Sono molto, molto desideroso di portarlo più in alto che posso."

Un portavoce dell'Università del Galles del Sud ha spiegato che tutti i processi sono stati seguiti "in modo equo e accurato".

Nel 2011, il signor Riaz ha iniziato la sua laurea in chimica, ma ha dovuto riprendere il suo primo anno dopo non aver ottenuto i crediti richiesti.

Nel 2014, dopo aver sofferto di cattive condizioni di salute, il signor Riaz ha dichiarato di "essere caduto" in loco, causando il rinvio dei suoi moduli del secondo anno al 2015.

Di conseguenza, lo studente pakistano non aveva abbastanza crediti per una laurea con lode e ha raggiunto il periodo massimo di registrazione per il suo corso.

Il sig. Riaz ha presentato un reclamo contro l'università, affermando che la loro decisione di non consentirgli di considerare "irragionevoli" i moduli in sospeso.

Ma l'università ha affermato che la sua affermazione non è riuscita a dettagliare "alcuna causa di azione" e che gli argomenti di "irragionevolezza" non rientrano nella giurisdizione del tribunale.

Ben Mitchell, in rappresentanza dell'Università del Galles del Sud, ha dichiarato:

“Il ricorrente non ha specificato alcuna causa di azione. Il [Particulars of Claim (PoC)] consiste in una lunga narrazione, seguita da un estratto di passaggi dalla richiesta infruttuosa del ricorrente di revisione giudiziaria contro l'Ufficio del Giudice Indipendente.

“In nessun punto del PoC il ricorrente identifica una causa di azione. Di conseguenza, la sua richiesta dovrebbe essere cancellata.

“Come motivo di diritto amministrativo, il tribunale non ha giurisdizione sull'accusa di irragionevolezza.

"Questo è semplicemente un tentativo da parte del ricorrente di ricontestare la sua precedente richiesta di revisione giudiziaria contro l'OIA".

Il signor Riaz, che si rappresentava, ha spiegato:

“Ero abbastanza bravo negli studi e ho passato i miei corsi di inglese a casa.

“Ero il più giovane e la mia famiglia voleva darmi l'opportunità di studiare più in alto. I miei genitori sono analfabeti, non sono andati a scuola ".

Ha continuato a dire:

“Un lasciapassare non significa niente per me. Avere una laurea non mi aiuterà a ottenere nulla. "

“Volevo fare un dottorato in chimica organica. Ero nel mio ultimo anno iniziando a fare domanda per un lavoro in Europa, in Medio Oriente e fare ulteriori studi.

“Ho ricevuto un paio di e-mail dall'Italia e dalla Germania. Hanno detto di essere rimasti colpiti dal mio approccio, ma sfortunatamente non ho abbastanza crediti.

“Se avessi avuto una laurea con lode, l'avrei distrutta. Avrei lavorato in posti decenti come gli altri miei colleghi. "

Studente pakistano fa causa all'Università del Regno Unito per la "laurea di terza classe" - studente

Dopo che il suo reclamo interno all'università non ha avuto successo, il signor Riaz è andato all'Office of Independent Adjudicator (OIA) ma nel 2018 la sua denuncia è stata respinta.

Lo studente pakistano ha anche chiesto una revisione giudiziaria della decisione dell'OIA, che non ha avuto successo. Ora è andato alla Corte d'Appello.

“Ho sprecato 10 mesi per arrivare a questa fase. Tutti sapevano cosa stavo affermando. Avrebbero dovuto dire in primo luogo [non c'era giurisdizione].

"Adesso lo porterò all'Alta Corte."

Il signor Riaz ha spiegato che ogni anno di università come studente internazionale gli costava circa 10,000 sterline.

Ha rivelato che il suo grado gli ha impedito di ottenere un lavoro nel campo prescelto.

Poiché la sua richiesta in tribunale è fallita, lo studente pakistano deve pagare migliaia di spese legali. Ha ammesso:

“È stato molto stressante. Ho attraversato un trauma, ho avuto una malattia.

“Mia madre piange molto, piange troppo. A casa, quando vai in tribunale, hai la polizia intorno, quindi è preoccupata per me. Le parlo tutti i giorni e le dico che sto bene.

“Mio fratello mi sostiene con vitto e alloggio.

“Prima non sapevo cosa significasse la parola 'sue'. Sto assumendo farmaci, sono stressato.

"Sono andato passo dopo passo con ogni processo interno e ogni processo esterno con l'Alta Corte e la Corte d'Appello."

“Passo dopo passo sono arrivato a questo punto.

“Questo accade per una ragione, quindi è meglio che ti riprendi e ti alzi il mento per il prossimo evento.

"Non voglio avere rimpianti per un paio d'anni dopo."

Secondo Galles online, un portavoce dell'università ha dichiarato:

“Prendiamo sul serio tutti i reclami e desideriamo mantenere i nostri rigorosi standard. Tutti i nostri processi sono stati seguiti in modo equo e accurato, e questo è stato riflesso dall'Office of the Independent Adjudicator for Higher Education.

"Poiché potrebbero esserci ulteriori azioni legali, non è possibile commentare ulteriormente".



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quanto spesso mangi fuori in un ristorante asiatico?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...