Pilota pakistano trattato come "criminale" per aver catturato COVID-19

Un pilota pakistano è risultato positivo al Coronavirus a seguito di un volo. Tuttavia, l'incidente lo ha portato a essere trattato come un "criminale".

Pilota pakistano trattato come "criminale" per la cattura di COVID-19 f

lo hanno portato via dall'albergo come se fosse stato arrestato

Un pilota pakistano viene trattato come un "criminale" dalla polizia dopo aver catturato COVID-19.

Il pilota aveva comandato un volo dal Canada al Pakistan.

Il 12 aprile 2020, la Pakistan Airlines Pilots 'Association (PALPA) ha confermato che il pilota è risultato positivo al virus, affermando che il suo consiglio per le misure precauzionali è stato ignorato, affermando che i suoi suggerimenti erano stati formulati specificamente per evitare che si verificasse un simile incidente. .

Dopo l'atterraggio in Pakistan, il pilota è stato testato e ha confermato che aveva COVID-19.

In Pakistan, ci sono stati oltre 5,300 casi confermati e 93 vittime.

Secondo l'associazione dei capitani, la polizia ha trattato il pilota pakistano come un criminale mentre lo hanno portato via dall'hotel come se fosse stato arrestato per un crimine.

Il 7 aprile, la Pakistan International Airline (PIA) ha rilasciato una dichiarazione, confermando che sei dipendenti avevano contratto il virus.

Ciò include un pilota, due membri dell'equipaggio di cabina e un tecnico aeronautico.

Pur confermando i casi positivi, PIA non ha detto come e quando ciò è accaduto.

Un portavoce aveva detto che tutti i piloti e membri dell'equipaggio avevano lavorato durante l'utilizzo di dispositivi di protezione individuale (DPI).

PALPA e PIA si sono scontrati tra loro per la sicurezza dei piloti e per il mancato rispetto del protocollo.

Il PIA aveva precedentemente affermato che il dipartimento sanitario del Sindh aveva insistito per mettere in quarantena forzatamente i piloti nonostante le istruzioni.

È stato riferito che la controversia è nata dopo a PIA l'equipaggio di volo è stato arrestato a Karachi, con PALPA che ha affermato che la sicurezza era stata compromessa e che le procedure COVID-19 erano state ignorate.

Il presidente della PALPA Chaudhry Salman ha affermato che l'autorità per l'aviazione civile pakistana (PCAA) non è riuscita a garantire regole e regolamenti preimpostati e che la negligenza è stata un disastro per la compagnia aerea.

Ha continuato dicendo che PIA stava violando le proprie regole convincendo i piloti a svolgere compiti per oltre 24 ore.

L'associazione dei piloti si era avvicinata all'ufficio del Primo Ministro, che ha detto a PALPA di consultarsi con il direttore operativo della PIA.

PALPA ha incontrato anche il ministro dell'Aviazione Ghulam Sarwar Khan, che ha consigliato all'associazione di parlare con il segretario dell'aviazione civile.

Il segretario dell'aviazione Hassan Nasir Jamy aveva in seguito assicurato ai rappresentanti del corpo dei piloti e della PIA il pieno sostegno, nonché la disponibilità a prendere misure per garantire la sicurezza dell'equipaggio.

Ciò avviene dopo che è stato informato delle "apprensioni di PALPA relative alle misure di sicurezza adottate per quanto riguarda le operazioni delle compagnie aeree sulla scia del COVID-19".

Durante la riunione era stato riconosciuto che le compagnie aeree erano responsabili di fornire DPI appropriati all'equipaggio di cabina di pilotaggio e di cabina "con effetto immediato", che i voli avrebbero operato solo "su soddisfazione del capitano" e che le compagnie aeree "non sarebbero state trattenute responsabile".



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Il franchise di Call of Duty dovrebbe tornare sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...