Un uomo pakistano ha ucciso la sorella e il figlio del bambino per essersi sposati per scelta

Un uomo pakistano del Punjab ha brutalmente ucciso sua sorella e suo figlio per aver sposato qualcuno di sua scelta e qualcuno che non approvava.

Un uomo pakistano ha ucciso la sorella e il figlio del bambino per essersi sposati per scelta f

"Hanno ucciso la loro stessa sorella e il suo bambino"

Un uomo pakistano è stato arrestato per aver ucciso sua sorella e il suo bambino di un mese. Li ha uccisi perché si è sposata per scelta.

L'arresto è avvenuto un mese dopo gli omicidi.

Le vittime sono state identificate come la 21enne Aimen e suo figlio, Hussain.

È stato riferito che sono stati uccisi e sepolti a Muzaffargarh, nella provincia del Punjab nel febbraio 2020. Aimen è stata uccisa mentre suo figlio è stato strangolato a morte.

L'incidente è diventato virale sui social media e alcuni rapporti che affermavano che erano stati sepolti vivi hanno iniziato a circolare, tuttavia, gli agenti di polizia devono ancora determinare se ciò sia vero.

La suocera Sughra Bibi ha spiegato che Aimen viveva con suo marito Tariq, il loro bambino e i suoi suoceri.

Aimen era sposato da un anno e mezzo.

Si presume che due dei fratelli di Aimen fossero responsabili del duplice omicidio, anche se solo uno di loro ha confessato.

I fratelli furono identificati come Owais e Farooq. Erano contrari a che la loro sorella sposasse qualcuno di sua scelta.

Un uomo pakistano ha ucciso la sorella e il figlio del bambino per essersi sposati per scelta

Si ritiene che i fratelli abbiano rapito le vittime e portate in una zona deserta. Mentre Aimen è stato colpito, Hussain è stato strangolato. I loro corpi sono stati poi sepolti.

Entrambi gli uomini sono stati arrestati ma a seguito della confessione dell'uomo pakistano, la polizia sta lavorando per scoprire se il secondo fratello fosse responsabile.

La notizia dell'orribile duplice omicidio ha indignato gli utenti dei social media. Molti hanno fatto riferimento allo slogan 'Mera jism, meri marzi' (Il mio corpo, la mia volontà), qualcosa che era al centro del 2020 Aurat marzo.

La marcia si è svolta in occasione della Giornata internazionale della donna.

Lo slogan è stato considerato "volgare", tuttavia, dopo l'omicidio di Aimen, la gente sta affermando perché tali movimenti siano necessari.

Un utente ha postato: "Hanno ucciso la loro stessa sorella e il suo bambino perché aveva un figlio con il suo corpo con qualcuno che voleva ed è proprio per questo che urlerò finché la pelle non si scioglierà dai volti di voi codardi insicuri e arroganti #merejismmerimarzi".

Un'altra persona ha commentato:

“Condanno fortemente questo atto di crimine odioso. I colpevoli devono essere puniti secondo la legge. "

“La percezione dei membri maschi della famiglia deve essere cambiata fin dall'infanzia. Ha bisogno di molti sforzi per cambiarlo nella società ".

Si è trattato di un violento delitto d'onore, cosa che purtroppo continua ancora in Pakistan.

Secondo l' Commissione per i diritti umani del Pakistan, ci sono state quasi 300 donne uccise per crimini d'onore nella prima metà del 2016.

Delitti d'onore continuarono anche se erano un crimine.

Tuttavia, il governo sta reprimendo tali crimini condannando gli autori a ergastoli obbligatori.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".