Il Servizio Sanitario Nazionale rilascia le scuse alla famiglia del medico che si è suicidato

Il medico responsabile della formazione medica dell'NHS England ha chiesto scusa alla famiglia di un medico che si è tolto la vita.

Il Servizio Sanitario Nazionale rilascia le scuse alla famiglia del medico che si è suicidato f

"Desidero scusarmi senza riserve per questi errori"

Il servizio sanitario nazionale ha rilasciato le scuse alla famiglia del medico suicidatosi.

Alla dottoressa Vaishnavi Kumar è stato erroneamente detto che le sarebbe stato richiesto di seguire altri sei mesi di formazione prima di iniziare un nuovo lavoro.

Ciò significava che era costretta a rimanere al Queen Elizabeth Hospital (QE) di Birmingham.

An inchiesta prima della sua morte sentì che era stata sminuita dai colleghi.

In una lettera alla famiglia della dottoressa Kumar, i dirigenti del servizio sanitario nazionale hanno ammesso che non aveva bisogno di fare formazione extra.

Nella lettera, la dottoressa Navina Evans, capo della forza lavoro e responsabile dell'istruzione e della formazione per l'NHS England, ha detto alla famiglia:

“Desidero scusarmi senza riserve per questi errori e per l’impatto che avrebbero avuto.

“Come organizzazione, siamo determinati a imparare… non solo nelle Midlands ma in tutta l’Inghilterra nel suo insieme.

"Lavorerò con il mio team senior... per garantire che ciò venga fatto."

La sua famiglia ha rivelato che il dottor Kumar ha lasciato un messaggio di suicidio, incolpando l'ospedale QE.

La dottoressa Kumar era stata scelta come capo cancelliere presso gli ospedali Sandwell e West Birmingham, dove ha lavorato durante la pandemia di Covid-19.

Ma la corte del coroner di Birmingham e Solihull ha sentito nel novembre 2022 che ha iniziato a lottare intorno a dicembre 2021 quando si è resa conto che la sua formazione al QE era stata estesa.

Stava anche soffrendo per la perdita di suo nonno, morto a marzo.

Suo padre, il dottor Ravi Kumar, crede che sarebbe ancora viva se l'estensione dell'addestramento non fosse avvenuta.

Ha detto: “Le era stato promesso che si sarebbe allontanata da questo luogo tossico”.

Il dottor Kumar aveva forti capacità di leadership ed era un mentore eccezionale per altri medici junior.

Tuttavia, la sua famiglia ha detto che è cambiata durante il QE e l'inchiesta ha scoperto che aveva detto ai suoi genitori che i consulenti dell'ospedale l'avevano sminuita.

Durante l’inchiesta, ha spiegato: “Diceva che era un posto molto ipercritico.

“Erano soliti raccogliere piccole cose. Sminuisci e sii un po' condiscendente nel modo in cui si comportavano lì.

"La maggior parte delle volte tornava a casa e piangeva un po'."

“C'è stato un incidente particolare che stava menzionando, uno dei consulenti l'ha derisa mentre consegnava un caso acuto... In piena vista del pubblico, è stata derisa.

"Era molto insensibile e lei era davvero molto turbata in quel momento."

L'University Hospitals Birmingham (UHB), che gestisce l'ospedale, è stato coinvolto in polemiche da quando sono state scoperte le accuse di una cultura tossica.

Un portavoce del trust si è scusato per “comportamenti inaccettabili”.

In precedenza aveva affermato di aver bisogno di apprendere dopo la morte del dottor Kumar.

"La dottoressa Vaishnavi Kumar era una dottoressa, amica e collega gentile, devota, molto amata e molto rispettata, che ha avuto un impatto così positivo sui suoi pazienti, offrendo loro le migliori cure e trattamenti."



Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO
  • Sondaggi

    Dovrebbe esserci più diversità agli Oscar?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...