Navjot Singh Sidhu deve affrontare il carcere per il caso Road Rage del 1988

La star televisiva e politico Navjot Singh Sidhu ha ricevuto una condanna al carcere per un incidente mortale per rabbia su strada nel 1988.

Navjot Singh Sidhu deve affrontare il carcere nel 1988 Caso Road Rage f

la Corte Suprema ha stabilito che Sidhu "ha causato intenzionalmente del male"

Navjot Singh Sidhu è stato condannato a un anno di prigione per un incidente di rabbia stradale durato decenni.

Nel 1988, Sidhu ebbe una discussione con il 65enne Gurnam Singh per un parcheggio a Patiala.

Sidhu e il suo amico Rupinder Singh Sandhu avrebbero trascinato il signor Singh fuori dalla sua auto e lo avrebbero aggredito. Successivamente è morto in ospedale.

Un testimone oculare ha accusato Sidhu di aver causato un colpo mortale alla testa del signor Singh.

Sidhu è stato assolto nel 1999 per mancanza di prove.

Ma nel 2006 è stato condannato per omicidio colposo.

Ciò lo ha costretto a dimettersi dalla sua sede parlamentare di Amritsar poiché le leggi indiane non consentono alle persone condannate di essere rappresentanti pubblici.

Navjot Singh Sidhu ha presentato ricorso alla Corte Suprema ed è stato successivamente assolto nel 2018. Gli è stato condannato a pagare una Rs. 1,000 (£ 10) di multa per "ferire la vittima".

La famiglia della vittima ha presentato ricorso contro la sentenza e il 19 maggio 2022 la Corte Suprema ha stabilito che Sidhu "ha causato intenzionalmente del male" al signor Singh.

La Suprema Corte ha affermato: "Oltre alla sanzione inflitta, riteniamo opportuno infliggere una pena detentiva per un periodo di un anno di reclusione rigorosa".

Sidhu ha chiesto qualche settimana in più per arrendersi per motivi di salute.

Alla Corte Suprema, il giudice AM Khanwilkar ha detto al suo avvocato Abhishek Manu Singhvi di rivolgersi al giudice capo dell'India NV Ramana.

Il 19 maggio Sidhu ha twittato dopo l'ordine di "sottomettersi alla maestà della legge".

Successivamente è stato riferito che si sarebbe arreso a un tribunale di Patiala nel Punjab.

Opponendosi alla richiesta di tempo del signor Sidhu, l'avvocato che rappresenta il Punjab ha dichiarato:

“34 anni non significano che il crimine muoia. Ora il giudizio è pronunciato, vogliono ancora tre-quattro settimane”.

Il signor Singhvi ha risposto: “Sto dicendo che mi arrenderò. È tua discrezione considerare.

Il giudice Khanwilkar ha dichiarato: “Presenta una domanda formale e vedremo. Archivia questo e menzionalo davanti alla corte del giudice capo, poi vedremo.

La pena detentiva è una battuta d'arresto per la sua carriera politica.

Navjot Singh Sidhu ha recentemente rassegnato le dimissioni da capo del partito del Congresso in Punjab dopo che il suo partito è stato spazzato via dalle elezioni dell'assemblea statale.

Ha poche opzioni legali rimaste in quanto può appellarsi contro la sentenza solo una volta sotto forma di istanza curativa.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale tè è il tuo preferito?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...