Naseeruddin Shah paragona Bollywood alla Germania nazista

Naseeruddin Shah ha detto che pensa che i registi siano incoraggiati a fare “film a favore dell'establishment e ha paragonato Bollywood alla Germania nazista.

Naseeruddin Shah paragona Bollywood alla Germania nazista - F

"I grandi non possono nascondere l'agenda sciovinistica".

L'attore indiano Naseeruddin Shah ha paragonato Bollywood alla Germania nazista.

Naseeruddin Shah è noto per aver parlato di questioni che riguardano l'India e la sua famosa industria cinematografica.

In un'intervista con l'agenzia di stampa indiana NDTV, ha affermato di ritenere che l'industria sia stata ampiamente isolata da Islamofobia.

Tuttavia, Shah ha affermato di ritenere che i registi siano incoraggiati a realizzare film "pro-establishment" dal governo indiano.

Shah ha elaborato su questo così come l'ideologia tedesca, affermando:

“Sono incoraggiati dal governo a fare film filo-governativi, a fare film che lodano gli sforzi del nostro amato leader.

“Sono anche stati finanziati, hanno anche promesso una parolaccia se fanno film che sono propaganda, per dirla senza mezzi termini.

“Troverai i ragazzi più grandi che cederanno a questo. Nella Germania nazista anche questo fu tentato.

"Cineasti eccezionali, di livello mondiale, sono stati radunati e gli è stato chiesto di realizzare film che propagassero la filosofia nazista".

L'attore veterano ha detto di non avere una prova definitiva di ciò, ma ha detto che era "ovvio" dai film ad alto budget. che sono attualmente in fase di rilascio.

Aggiunge su quale tipo di film ha uno schema specifico:

“Il tipo di film ad alto budget che stanno arrivando. I grandi non possono nascondere l'agenda sciovinistica".

Guarda l'intervista completa a NDTV qui:

video

I commenti controversi dell'intervista di Shah hanno portato a un mix di reazioni online. Un utente di Twitter ha detto:

"Felice di sapere che finalmente un attore ha aperto bocca mentre Khans ha chiuso la bocca dal 2014".

Un altro era d'accordo: "Benedicilo per aver avuto il coraggio di dire la verità".

Arriva dopo che il 71enne ha affrontato un furioso contraccolpo sui suoi commenti video sul dei talebani ritorno al potere in Afghanistan. Shah ha detto:

“Anche se il ritorno al potere dei talebani in Afghanistan è motivo di preoccupazione per il mondo intero, le celebrazioni dei barbari da parte di alcuni settori dei musulmani indiani non sono meno pericolose”.

Da allora, ha detto che "celebrazione" potrebbe non essere stata la parola giusta da usare e ha menzionato:

“Mi riferivo a chi ha dichiarato apertamente a favore dei talebani.

“Quello che mi ha rattristato è che ci sono sezioni della comunità musulmana che sono d'accordo. Ho anche ricevuto pacche sulle spalle dalla destra. Non ho bisogno di tali congratulazioni o etichette.

"L'attore ha aggiunto che le dichiarazioni innocue dei musulmani sono state penalizzate, ma le dichiarazioni sulla violenza contro di loro "non sono state punite o commentate, per non parlare del rimprovero".

Shah ha anche affermato che i suoi commenti erano "perfettamente ragionevoli" e che si sentiva dispiaciuto per coloro che si stavano "arrabbiando rabbiosamente" per loro.:

“Non è un momento normale. C'è un'atmosfera di odio in bottiglia che aspetta solo di essere rilasciato.

“La gente sta aspettando di offendersi per qualsiasi cosa. Se avessero sentito la mia dichiarazione, si sarebbero resi conto che non c'è niente di cui preoccuparsi per le mutande",

La star di Bollywood ha risposto alle affermazioni secondo cui lui esagerava sul numero di sostenitori talebani:

“Non ci vuole tempo perché un incendio si diffonda. Non ci vuole tempo perché pensieri come questo penetrino nella mente delle persone.

“La maggior parte delle persone era arrabbiata per le riforme e questo mi ha infastidito ancora di più. Sono contro l'idea del modernismo.

“Per Islam indiano, intendevo la pratica dell'Islam tollerante e influenzata dai sufi in questo paese. Mi riferivo all'Islam rappresentato da persone come Salim Chishti e Nizamuddin Aulia.

"L'Islam indiano è una religione che non crede nell'esecuzione fondamentale della parola della legge".

Naseeruddin Shah è diventato famoso per la prima volta a Bollywood dopo aver recitato nel film del 1980 Hum Paanch anche con Mithun Chakraborty, Sanjeev Kumar, Raj Babbar e Amrish Puri.

Naina è una giornalista interessata alle notizie asiatiche scozzesi. Ama la lettura, il karate e il cinema indipendente. Il suo motto è "Vivi come gli altri non fanno così puoi vivere come gli altri non vogliono".