Narendra Modi UK Visit lascia la Indian Diaspora Divided

In vista della riunione dei capi di governo del Commonwealth, il premier indiano Narendra Modi è stato accolto con celebrazioni e proteste allo stesso modo. DESIblitz esplora cosa significa la sua visita per la sua popolarità nel Regno Unito e le relazioni tra le due nazioni.

La visita di Narendra Modi nel Regno Unito lascia la Diaspora indiana divisa

Le proteste sulla sicurezza delle donne hanno dominato l'accoglienza di Modi nel Regno Unito

Dichiarazioni appassionate sulla democrazia indiana e sugli accordi finanziari cruciali hanno segnato la visita del primo ministro indiano Narendra Modi nel Regno Unito.

Arrivato mercoledì 18 aprile 2018, il Primo Ministro ha trascorso la maggior parte della sua giornata impegnandosi in discussioni diplomatiche e mettendo nella pietra importanti società finanziarie tra le due nazioni.

Dopo i colloqui mattutini sulle relazioni tra Regno Unito e India con Theresa May, si è tenuto un evento pubblico presso la Central Hall Westminster dove il Primo Ministro ha risposto alle domande del pubblico e dei social media.

L'evento, intitolato 'Bharat ki Baat, Sabke Saath', ha visto persone di ogni ceto sociale, compresi attori del calibro di Kirron Kher presenti. Prasoon Joshi ha presieduto la serata.

La visita di Modi lo ha visto principalmente partecipare all'incontro dei capi di governo del Commonwealth come "Ospite del governo" ufficiale. I leader di 53 paesi si sono riuniti a Londra per discutere le varie questioni che l'organismo internazionale deve affrontare.

La visita di Narendra Modi nel Regno Unito lascia la Diaspora indiana divisa

Questa è la seconda visita di Modi nel paese. Il suo discorso allo stadio di Wembley dalla sua visita del 2015 è stato segnato da forti sentimenti sul posto dell'India nell'ordine mondiale.

Il suo arrivo nel Regno Unito dopo tre anni attirò di nuovo una folla considerevole a Londra e Modi trascorse un po 'di tempo salutando e salutando gli spettatori.

Mentre i festeggiamenti di benvenuto al Primo Ministro erano in pieno svolgimento, diversi gruppi che protestavano per la sua visita si sono affollati anche a Londra.

Recentemente, le ansie delle minoranze hanno raggiunto il loro apice, e mentre il suo corteo si è fermato in 10 Downing Street, i canti di "Modi torna indietro" e "Modi è un terrorista" risuonarono da Parliament Square.

Gli asiatici britannici hanno dominato la folla, condannando l'inazione del Primo Ministro sullo stato di sicurezza per le donne in India e per le minoranze.

Il giornalista e regista Qasá Alom ha osservato sulla BBC Asian Network: "Mentre una vasta sezione di persone sta festeggiando a Londra con flash mob per accoglierlo, altri stanno sollevando serie preoccupazioni umanitarie riguardo al regime del Primo ministro".

Il silenzio di Modi sui casi di stupro attira critiche

Rapporti di stupri brutali da varie parti del paese, alcuni dei quali coinvolgono membri del partito, hanno messo il Bharatiya Janata Party (BJP) in un punto critico.

L'India sta ancora facendo i conti con le notizie inquietanti di una bambina di 8 anni, Asif Bano da Kathua in Jammu e Kashmir subita da sette uomini e da un minore.

Un presunto crimine d'odio contro i Bakarwal musulmani, il caso ha nuovamente guadagnato terreno quando le folle associate a gruppi indù di destra hanno chiesto il rilascio degli accusati. Al Jazeera riferisce che anche due ministri del BJP al governo facevano parte della folla.

Nel frattempo, a Unnao, una vittima di stupro di 16 anni si è immolata davanti alla residenza del Primo Ministro dell'Uttar Pradesh Yogi Adityanath.

Il principale accusato nel caso è Kuldeep Singh Sengar, un MLA e membro del BJP.

Modi ha ricevuto critiche per non aver rilasciato dichiarazioni o aver agito su questi casi. Il New York Times osservato:

“Narendra Modi twitta spesso e si considera un oratore di talento. Eppure perde la voce quando si tratta di parlare dei pericoli affrontati dalle donne e dalle minoranze che sono frequenti bersagli delle forze nazionaliste e comunitarie che fanno parte della base del suo BJP ".

Durante l'evento Central Hall Westminster, Modi ha dichiarato:

“Non mi sono mai concesso di contare il numero di episodi di stupro in questo e in quel governo. Lo stupro è stupro, sia adesso che prima. È estremamente triste. Non politicizzare gli episodi di stupro. "

Tuttavia, molti hanno chiamato il premier indiano per le sue osservazioni. Compreso l'utente di Facebook Padmanabh Pandit, che ha scritto:

“Dicembre 2013 - Narendra Modi: ricorda Nirbhaya quando andrai a votare.

“Aprile 2018 - PM Narendra Modi: lo stupro è stupro e non va politicizzato.

"Kya karen?"

È interessante notare che anche l'ex premier Manmohan Singh lo ha fatto criticato Il silenzio di Modi sui casi, dicendo:

“Mi criticava per non aver parlato. Sento che il consiglio che mi dava, dovrebbe seguirlo lui stesso e parlare più spesso ".

Che ne dici di fare una dichiarazione nel tuo paese per una volta?

Pubblicato da Rebecca Vargese on Mercoledì, aprile 18 2018

Modi detiene un dubbia reputazione per non aver tenuto una sola conferenza stampa durante il suo mandato di Primo Ministro. E molti sono scontenti della sua apparente riluttanza a parlare degli eventi inquietanti che si verificano in tutto il paese.

Il regime Modi perseguita le minoranze?

Oltre ad Asifa, la detenzione del cittadino britannico Jagtar Singh Johal in India è stata uno dei principali punti sollevati durante le proteste. Diversi gruppi, in particolare i Sikh, erano presenti per attirare l'attenzione sull'arresto e chiedere sollievo.

Le forze indiane hanno arrestato Johal per sette accuse di favoreggiamento e favoreggiamento nell'omicidio nel novembre 2017.

Una strada di Downing portavoce Secondo quanto riferito, ha confermato che Theresa May ha effettivamente sollevato il caso con il primo ministro Modi, aggiungendo che "il governo continuerà a fare dichiarazioni a suo nome fino a quando le nostre preoccupazioni non saranno affrontate".

Tra i manifestanti c'era il deputato di Birmingham Preet Kaur Gill, che in seguito ha twittato:

“Oggi ho parlato con molti gruppi fuori dal parlamento che protestavano per le violazioni dei diritti umani in India. Ho parlato con il fratello di Jagtar Singh Johal della sua battaglia per la giustizia! Esorto il primo ministro Modi ad affrontare le preoccupazioni delle comunità della diaspora ".

I manifestanti hanno chiesto a Modi di affrontare le violazioni dei diritti umani e della libertà di parola in India, come l'assassinio del famoso giornalista Gauri Lankesh.

La folla ha avuto la sua parte di manifestanti secessionisti delle comunità del Kashmir e dei Sikh.

Nel 2015, il Primo Ministro aveva svelato una statua del filosofo Lingayat del XII secolo e riformatore sociale Basaveshwara.

Anche questa volta ha visitato la statua, installata sulle rive del Tamigi.

La raccomandazione del Partito del Congresso di concedere uno status religioso separato per Lingayats e Veerashaivas ha aperto una nuova banca di voti.

Gli esperti politici vedono questo gesto simbolico come un appello a questa nuova demografia.

Modi significa Business: The Economic Positives

La presenza di Modi sembra essere stata la convalida di cui il Commonwealth aveva bisogno, nel dibattito sulla rilevanza del corpo.

In vista del vertice, i colloqui bilaterali di May e Modi hanno posto le basi per un possibile accordo di libero scambio tra le nazioni post-Brexit.

Secondo Downing Street, sono stati firmati accordi commerciali per un valore fino a 1 miliardo di sterline.

È interessante notare che Modi è l'unico capo di stato a tenere colloqui bilaterali uno a uno con il suo avversario in Gran Bretagna.

Secondo Il guardiano, il Regno Unito cercherà di rispecchiare l'accordo di libero scambio UE-India, ma sarà difficile arrivarci considerando che l'India è in lizza per le concessioni sull'immigrazione.

L'accordo copriva aree come il cyberspazio, la condivisione della tecnologia, l'energia solare, la gestione dell'acqua, l'uso sicuro dell'energia nucleare e l'intelligenza artificiale.

Per nulla turbato dall'escalation di critiche, Modi è riuscito a corteggiare le classi medie e ad assicurarsi una posizione di rilievo al vertice.

Riferendosi ai recenti attacchi chirurgici in Pakistan, Modi ha rilasciato alcune forti dichiarazioni sull'approccio dell'India al terrorismo.

Allo stesso tempo, ha anche sottolineato l'impulso dell'India di impegnarsi con il mondo e aiutare il bene globale.

In particolare, il primo ministro è stato destinato a una speciale ospitalità statale da parte del governo britannico, tenendo a mente gli interessi post-Brexit.

Giovedì 19 aprile, il primo ministro si è unito ad altri capi di stato al vertice del Commonwealth a Buckingham Palace, tra cui il primo ministro del Bangladesh, Sheikh Hasina.

Narendra Modi con il principe Carlo

Il principe Carlo, il principe di Galles, li ha accolti dicendo: "Il Commonwealth moderno ha un ruolo fondamentale da svolgere nella costruzione di ponti tra i nostri paesi, società più eque al loro interno e un mondo più sicuro che li circonda".

Ma poiché le relazioni dell'India con il Regno Unito e il Commonwealth diventano sempre più forti, resta ancora da vedere se Narendra Modi affronterà finalmente le questioni altrettanto urgenti che la società indiana deve attualmente affrontare.

Lavanya è una laureata in giornalismo e una Madrasi azzurra. Attualmente oscilla tra il suo amore per i viaggi e la fotografia e le scoraggianti responsabilità di essere una studentessa MA. Il suo motto è: "Aspira sempre di più: denaro, cibo, drammi e cani".

Immagini per gentile concessione della pagina Facebook ufficiale di Narendra Modi e del Twitter ufficiale di Preet Kaur Gill MP




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Chi vincerà il ballo Dubsmash?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...