I 5 migliori momenti di Man Like Mobeen di Guz Khan

Guz Khan colpisce ancora una volta la brillantezza comica con il debutto di successo del suo programma della BBC, Man Like Mobeen. Ricapitoliamo alcuni dei momenti migliori e più divertenti della serie in quattro parti.

Guz Khan

Khan comprende quanto possano essere diversi, contraddittori e divertenti gli asiatici britannici.

Guz Khan l'ha fatto di nuovo. Di seguito una serie di divertenti video di Facebook e un file Hit virale del 2015, abbiamo assistito alla sua ascesa fulminea per diventare un volto immediatamente riconoscibile. La sua ultima impresa, L'uomo come Mobeen non ha meno successo delle sue altre offerte comiche.

Girato per BBC Three e poi di nuovo in onda su BBC One, L'uomo come Mobeen conduce la tradizionale sitcom britannica in un'era multiculturale esilarante.

Ambientata a Small Heath, Birmingham, la serie in quattro parti segue un pakistano britannico chiamato Mobeen mentre tenta di affrontare una nuova vita fresca nonostante un passato un po 'oscuro.

Con un cast diversificato di personaggi, scenari familiari e battute brillanti, saresti un pazzo a perderlo.

È incredibilmente difficile scegliere i momenti migliori di questo spettacolo spiritoso e memorabile. L'uomo come Mobeen tenta di cambiare la stessa, stanca immagine degli asiatici britannici sulla TV tradizionale. Anziché, Guz Khan abbraccia quanto possano essere diversi, contraddittori e divertenti gli asiatici britannici.

Ma se hai bisogno di più convincimento per guardarlo, DESIblitz ha messo insieme i cinque migliori momenti di L'uomo come Mobeen.

1. La versione di Small Heath di Toni & Guy (episodio 1)

È difficile scegliere il nostro momento preferito tra Aks schietto e coraggioso (Duaa Karim), anche se la nostra introduzione al suo personaggio potrebbe essere quella. La sua prima scena mostra perfettamente il suo rapporto pieno di battute e affettuoso con suo fratello, Mobeen (Guz Khan).

È incoraggiante vedere l'entusiasmo che Mobeen applica nel prendersi cura della sua sorellina. In un episodio successivo, pensa persino a sposarsi per portare un modello femminile nella sua vita.

Questa scena non è così drammatica come la considerazione di Mobeen sul matrimonio. Tuttavia, è commovente vedere come Aks chiacchiera apertamente con suo fratello mentre le intreccia i capelli.

Lei e la sua amica, Kareema (Yushra Mahmood) lo prendono in giro bonariamente su quanto lentamente riesce a gestirlo. Tuttavia, questo non diminuisce il suo entusiasmo per il ruolo di fratello maggiore. Mobeen è pronta a tutto, dalla lettura di estratti di nube di cenere vulcanica per ridurre la tensione del cuoio capelluto e ottenere più volume nei suoi capelli per farlo "scontrare".

Sicuramente non ci dispiacerebbe che le loro scene di acconciatura diventino una caratteristica regolare dello show - The Kitchen Salon Chronicles con Aks e Mobeen, forse?

2. Shahid riceve i suoi cinque al giorno (episodio 1)

Shahid (interpretato da Antonio Aakel) è uno spacciatore locale che arruola adolescenti per aiutarlo a nascondere la sua attrezzatura. Quando Aks viene accidentalmente coinvolto nei suoi piani per aiutare Kareema, si rivolge a Mobeen per chiedere aiuto.

Qui, Mobeen è in una situazione difficile. Non vuole fare la spia a Shahid, ma ora è coinvolto Aks. Invece, il suo istinto fraterno lo porta a prendere in mano la situazione.

Avverte Shahid di tenersi alla larga da Aks e l'alterco finisce inevitabilmente in un combattimento, un combattimento fruttuoso. Incoraggiato dagli insulti di Shahid, Mobeen afferra Shahid e lo spinge nella vicina esposizione di frutta.

Quello che succede dopo è assolutamente da vedere. È incredibilmente divertente sentire il duro uomo Shahid che strilla e vedere Mobeen che lo colpisce con un porro. Mobeen si fa strada attraverso alcuni altri cinque di Shahid al giorno per la telecamera di Eight, prima di atterrare Shahid con un pugno solido.

Questo mostra ancora una volta la forte relazione tra Mobeen e Ak, ma sottolinea che Mobeen non è un pushover. Mobeen potrebbe cercare di andare dritto e stretto, ma il suo passato tutt'altro che legale ha alcuni vantaggi.

Inoltre, è divertente vedere come Nate (Tolu Ogunmefun) e Eight (Tez Ilyas) forniscono una coppia comica e sostengono Mobeen.

3. Alzando le "tette" (episodio 2)

Dopo una sospensione per combattimento, Mobeen si preoccupa per la mancanza di influenza femminile nella vita di Aks. Un viaggio alla moschea lo porta in una conversazione esilarante con due zii, lo zio Habib (Simon Nagra) e lo zio Shady (Mark Silcox). Oltre a scherzare sulle tette del suo uomo, suggeriscono un matrimonio combinato come soluzione perfetta.

Lo zio Habib inizialmente organizza un incontro con una futura moglie, Khadijah (Yasmin Kaur Barn) e suo padre, lo zio Ahmed (Asheq Akhtar). Tuttavia, le speranze di Mobeen di arrivare a "mangiare sgranocchiare senza orsi e vedere alcuni peng MILF" vengono rapidamente deluse.

Lo zio Shady finisce per accompagnare lui piuttosto che lo zio Habib e non è un personaggio che dimenticherai in fretta. L'incubo di ogni giovane, è uno dei personaggi più dolorosi da guardare in questa serie. Non puoi fare a meno di dispiacere per Mobeen poiché lo zio Shady sembra cogliere ogni opportunità per indebolirlo.

L'intera situazione è dolorosamente divertente e riconoscibile per molti asiatici britannici oggi. Lo stress di Mobeen durante l'incontro porta a linee geniali in risposta a domande apparentemente "leggere". Quali sono i pensieri di Mobeen sulle donne?

Ebbene, annuncia alla stanza: "Se non fossi un uomo, sarei una donna". innovativo.

Tuttavia, i nervi di Mobeen sono comprensibili, in particolare quando lo zio Shady aggiunge utilmente: "Ha le tette per questo".

Inevitabilmente l'incontro non va bene con lo zio Ahmed che afferma: "Tu, Mobeen Deen, sei la feccia della sanguinosa Terra".

Tuttavia, dopo aver rovinato le possibilità di Mobeen, lo zio Shady dice al signor Ahmed che "nessuno parla a Mobeen in questo modo tranne me", e ne consegue una rissa.

In un momento più scioccante di una rissa, lo zio Shady versa Ribena sul tappeto “bianco quasi razzista” del signor Ahmed e lo trascina a terra per leccarlo e scusarsi.

È onestamente un momento bellissimo, anche se bizzarro. Chi non vorrebbe che il loro strano zio facesse lo stesso dopo alcuni degli orribili incontri rishta che hanno dovuto sopportare?

4. Otto e il suo Dadha (episodio 3)

L'Otto di Tez Ilyas è il gioiello assoluto della serie. Che si tratti della sua fissazione per il formaggio durante una conversazione seria sul matrimonio combinato. O i ragazzi che lo scoprono nascosto in un vecchio capanno nel bosco quando è triste che il suo Dadha (Jeff Mirza) stia morendo, Otto ti farà sorridere.

In effetti, è adorabile vedere quanto Mobeen e Nate si prendono cura di lui, al punto da installare un'app di tracciamento. Come dice Mobeen "[Otto] appartiene a noi".

Tuttavia, il momento clou di Eight deve essere il suo costante rifiuto da parte del suo Dadha a favore di Mobeen. Questo alla fine culmina nella colpa per la scorta di video porno della vecchia scuola di Dadha che è atterrata su Eight. Tez Ilyas interpreta Mopey Eight con un effetto così esilarante che ridi e provi compassione per lui, proprio come Nate e Mobeen.

Dopo il suo pestaggio, Mobeen cerca di difenderlo con Dadha. Oppure, Nate cerca di "alleggerire l'atmosfera" ricordando a Otto che Dadha morirà presto. Anche se il metodo non è sempre brillante, gli sforzi della coppia per supportare Otto sono commoventi.

Alla fine, Otto brilla meglio quando è con i suoi due migliori amici e il trio forma una banda adorabile.

Tuttavia, vogliamo sicuramente vedere questa amicizia rivelare di più. In quali altre situazioni lo ha pensato Otto Tre uomini e un bambino era un documentario e non un film? Onestamente, la mente dell'uomo è un mistero.

5. "Real Englishmen" (episodio 4)

Questo episodio fa di più per mostrare alcune delle ridicole accuse rivolte oggi agli asiatici britannici.

Una protesta anti-musulmana va storta quando Aks lancia una bottiglia all'oratore principale, Robbie Worthington (Jason Maza). Mobeen si prende la colpa e si ritrova in un furgone con Robbie, anch'egli messo lì per “la sua protezione”.

I due si affrontano ed è facile definire la trama A un clamoroso successo. Mobeen offre rassegnato confutazione alle accuse cliché di Robbie dicendo fermamente a Robbie:

"I veri inglesi non vogliono integrarsi con gli inglesi come te."

Ma tutti prenderanno nota di risposte spiritose come Mobeen che dice a Robbie che dire "maiale" più di tre volte in una settimana lo farà sciogliere.

Purtroppo, però, la conversazione tra Robbie e Mobeen va di male in peggio. In risposta alle grida di Robbie sul terrorismo, Mobeen urla frustrato:

"Gli autori non stanno andando di porta in porta a distribuire samosa e chutney di mango e a parlarci dei loro piani, vero?"

Questo segna un momento importante nello spettacolo e in televisione di come alcune persone ciecamente ignoranti rimarranno di fronte al buon senso.

Guz Khan è particolarmente abile nell'affrontare il problema del pregiudizio e dell'ignoranza con umorismo. Tuttavia, l'episodio fa bene ad affrontare quanto possa essere frustrante affrontare gli stessi vecchi stereotipi.

video
riempimento a tutto tondo

Si spera che non avrai bisogno di più convincimento per guardare la nuova fantastica commedia di Guz Khan. Si avvicina a tutto, dal ridicolo di un gatto morto in una borsa al serio con leggerezza e umorismo.

Anche in una ventina di minuti, L'uomo come Mobeen ci immerge completamente nel mondo di Small Heath, Birmingham.

Lasciamo la sensazione di conoscere entrambi i più stretti amici di Mobeen, Nate e Eight, anche agli anziani che lo infastidiscono.

Fornendo costantemente battute intelligenti, questo è uno per tutta la famiglia per legare su figure familiari e godere di vedere una rappresentazione più facilmente riconoscibile degli asiatici britannici in televisione.

DESIblitz non vede l'ora di vedere dove porterà Guz Khan L'uomo come Mobeen successivo e terremo le dita incrociate per una seconda serie. Nel frattempo, mettiti al passo con la serie 1 BBC iPlayer.



Laureato in inglese e francese, Daljinder ama viaggiare, girovagare per i musei con le cuffie e farsi troppo investire in uno spettacolo televisivo. Ama la poesia di Rupi Kaur: "Se sei nato con la debolezza di cadere, sei nato con la forza di rialzarti".

Immagini per gentile concessione della BBC





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Chi è la migliore attrice di Bollywood?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...