Miti sulle mestruazioni da abbattere in Asia meridionale

Le mestruazioni sono sempre state un argomento tabù circondato da miti e credenze nell'Asia meridionale, rendendo le donne a disagio nel parlarne apertamente.

I miti delle mestruazioni da abbattere in Asia meridionale - f

"la convinzione è che un assorbente sia un oggetto per il malocchio"

La sessualità e le mestruazioni sono sempre stati due argomenti tabù nelle famiglie dell'Asia meridionale. Solo di recente sono iniziate campagne di sensibilizzazione per cambiare questa cultura del silenzio.

Secondo uno studio intitolato "Quanto è efficace il programma di igiene mestruale?" pubblicato sull'International Journal of Community Medicine and Public Health (IJCMPH), l'igiene mestruale è di grande preoccupazione tra le donne rurali in India.

L'uso di assorbenti igienici tra le donne indiane oscilla tra il 10 e l'11%, mentre nei paesi sviluppati come gli Stati Uniti è del 73% -90%.

L'accesso agli assorbenti igienici per le donne che vivono nelle grandi città non è difficile. Ma per quanto riguarda le donne rurali?

Le donne nelle zone rurali dell'India usano ancora un panno come assorbente durante le mestruazioni.

Pratibha Pandey, specialista in salute senior presso ChildFund India, ha dichiarato:

“Le donne nelle zone rurali ricorrono all'uso di cenere e foglie per assorbire il sangue mestruale.

“Pratiche come mandare la ragazza fuori casa, non permetterle di fare il bagno durante quel periodo e non farla toccare gli altri membri della famiglia sono dilaganti.

"La nostra cultura non permette alle donne di parlarne e dà il segnale che una funzione corporea naturale è qualcosa di cui vergognarsi".

Anche pratiche rudimentali durante le mestruazioni possono causare diversi problemi di salute.

Pandey ha spiegato: “La mancanza di igiene mestruale può portare a malattie infiammatorie pelviche, leucorrea e infertilità.

“Non aiuta il fatto che non abbiamo ancora l'educazione sessuale come parte del programma scolastico.

“Sia i ragazzi che le ragazze devono essere consapevoli delle pratiche di salute sessuale e riproduttiva sicure.

“Attraverso la nostra organizzazione, istruiamo i bambini delle zone rurali su questi problemi.

“Conduciamo programmi di sensibilizzazione sulle mestruazioni per ragazze tra i 10 ei 14 anni di età; sulla sessualità, la contraccezione e il sesso sicuro per adolescenti tra i 14 ei 18 anni. "

I miti delle mestruazioni da abbattere in Asia meridionale

L'India è un paese in cui i miti e le credenze giocano un'enorme importanza nella vita delle persone e quando si tratta di mestruazioni, le donne sono sempre spinte in giro.

A questo proposito, lo studio IJPMCH afferma:

“La credenza culturale è che un assorbente è un oggetto per il malocchio o un incantesimo magico che può essere usato su altri.

"C'è una convinzione comune che calpestare un tovagliolo mestruale sia molto dannoso."

Il dottor Jayashree Reddy, ginecologo dell'Apollo Cradle & Children's Hospital, ha spiegato quando le ragazze hanno il loro primo ciclo, dicendo:

“La maggior parte delle ragazze ha il primo ciclo intorno ai 12 anni, ma alcune lo hanno anche tra i 10 ei 15 anni.

“Il corpo di ogni ragazza ha il proprio programma. Non esiste un'età giusta per una ragazza per avere il ciclo.

“Ma ci sono alcuni indizi che inizierà presto: la maggior parte delle volte, una ragazza ha le mestruazioni circa due anni dopo che i suoi seni iniziano a svilupparsi.

“Un altro segno è una secrezione vaginale simile al muco che una ragazza potrebbe vedere o sentire sulla sua biancheria intima.

"Questa dimissione di solito inizia da sei mesi a un anno prima che una ragazza abbia il suo primo ciclo."

Alla domanda se una ragazza può rimanere incinta non appena inizia il ciclo, il dottor Jayashree ha aggiunto:

"Sì. Una ragazza può persino rimanere incinta subito prima del suo primo ciclo.

“Questo perché gli ormoni di una ragazza potrebbero essere già attivi. Gli ormoni possono aver portato all'ovulazione e alla costruzione della parete uterina.

"Se una ragazza ha rapporti sessuali, può rimanere incinta anche se non ha mai avuto il ciclo."

Le mestruazioni sono così tabù che anche le pubblicità degli assorbenti evitano di rappresentare la realtà.

Non si concentrano sui bisogni delle donne e non si riferiscono mai direttamente ai periodi.

Invece, gli annunci tendono a usare eufemismi come un dino (quei giorni) o mushkil din (giorni difficili).

Ci sono circa cinque problemi di base negli annunci pubblicitari indiani.

L'uso del blu

Gli annunci pubblicitari usano il colore blu invece del rosso per rappresentare il sangue mestruale. Perché? Perché vogliono evitare qualsiasi disagio che gli spettatori potrebbero dover affrontare guardando il colore rosso.

Gli assorbenti RIO di Nobel Hygiene hanno realizzato il primo spot pubblicitario in India che mostrava sangue rosso in una pubblicità, con l'attrice di Bollywood Radhika Apte che sostiene il marchio.

I miti delle mestruazioni scompaiono nell'Asia meridionale- radhika apte

Kartik Johari, Vicepresidente - Marketing e commercio di Nobel Hygiene, ha dichiarato:

"La nostra agenzia creativa ha trascorso centinaia di ore cercando di decifrare la giusta articolazione e metafora."

“Dopo tutte le ricerche, le parole e l'angoscia dei consumatori, non c'era modo di rifuggire dalla verità.

"Abbiamo deciso di creare una soluzione onesta e funzionante per flussi pesanti e anche la nostra comunicazione doveva essere onesta."

Tuttavia, non tutti sono stati soddisfatti di questa scelta.

Johari ha rivelato: “Ci sono canali che ancora ci negano una fascia oraria in prima serata, stanno arrivando più reclami ad ASCI e consumatori che ancora ci sminuiscono per essere opportunisti o grossolani.

“Nessuno di questi è vero, ovviamente, e ci impegniamo a educare la popolazione sulla necessità di un dialogo aperto.

“Non solo, la squadra riceve ancora messaggi di odio e dalle donne, nientemeno.

"Sentono che le mestruazioni sono un argomento troppo intimo per discutere davanti alle loro famiglie, in particolare i maschi più anziani della casa."

“Ci sono anni di comportamenti condizionati da combattere.

“Le preoccupazioni relative a come spiegare le mestruazioni ai bambini sono una preoccupazione ripetuta che gli spettatori hanno sottolineato.

“Il problema è molto più complesso di quanto crediamo; e abbraccia storia, psicologia, mitologia, biologia e ruoli di genere radicati ".

Bianco ovunque

Le pubblicità mostrano che puoi indossare abiti bianchi e dormire in lenzuola bianche senza macchiare nulla.

Ogni donna sa che nemmeno un assorbente può impedire loro di macchiarsi.

Le problema risiede nell'approccio dello spot.

L'approccio giusto dovrebbe essere quello di promuovere la salute mestruale e non nascondere le macchie mestruali.

Nessun uomo in giro

Non troviamo mai una donna che si apre a lei fratello, padre o un'altra figura maschile sul suo periodo.

Perché? Questo perché le mestruazioni sono talmente tabù che neppure parlarne è ritenuto opportuno.

Per normalizzare le mestruazioni, gli uomini devono far parte della conversazione.

Nessuna rappresentazione dell'India rurale

Miti sulle mestruazioni da abbattere in Asia meridionale

Le pubblicità degli assorbenti non mostrano mai le lotte affrontate dalle donne nell'India rurale.

La disponibilità di assorbenti igienici è limitata nelle zone rurali e una donna non sono consapevoli di come dovrebbero comportarsi periodi.

Una mancanza di istruzione potrebbe portare a problemi di salute e malattie.

Periodi = malattia

Tutti sanitario spot pubblicitari mostrano donne che soffrono di mancanza di fiducia durante il ciclo.

Questo perché le mestruazioni sono associate alla malattia.

Di conseguenza, alle donne viene impedito di condurre la vita quotidiana.

Questi miti sulle mestruazioni sono così diffusi nella società indiana che alcune persone credono che siano veri.

Tuttavia, non sono e dovrebbero essere affrontati in modo che l'argomento non sia più stigmatizzato.

Manisha è una laureata in Studi dell'Asia meridionale con la passione per la scrittura e le lingue straniere. Ama leggere la storia dell'Asia meridionale e parla cinque lingue. Il suo motto è: "Se l'opportunità non bussa, costruisci una porta".

Immagine per gentile concessione di: Bodyform e RIO pads




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Il fumo è un problema tra gli inglesi-asiatici?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...