Meesha Shafi affronta il carcere per un falso caso contro Ali Zafar

La cantante pakistana Meesha Shafi rischia una condanna al carcere a seguito del suo falso caso di molestie sessuali contro l'attore Ali Zafar.

Meesha Shafi #MeToo caso contro Ali Zafar _DISMISSED_ f (1)

"È stata un'esperienza estremamente traumatica per me"

È stato riferito che Meesha Shafi rischia fino a tre anni di carcere dopo aver accusato falsamente Ali Zafar di molestie sessuali.

Le sue accuse hanno scatenato il movimento #MeToo del Pakistan, ma ora rischia il carcere dopo che Ali ha presentato un'accusa di "diffamazione criminale" contro di lei per il danno alla sua reputazione.

Il cantante ha affermato che Ali l'ha tentata in uno studio di registrazione a casa sua nel dicembre 2017 prima di un concerto, in cui i due hanno continuato a esibirsi insieme.

Nel 2018, Meesha ha realizzato il accusa, Dicendo:

“Sono stato sottoposto, in più di un'occasione, a molestie sessuali di natura fisica per mano di un collega del mio settore: Ali Zafar.

“Questi incidenti non sono accaduti quando ero giovane, o solo quando ero entrato nel settore.

“Questo è successo a me anche se sono una donna esperta e piena di potere, nota per aver detto ciò che pensa!

“Questo è successo a me come madre di due bambini.

“È stata un'esperienza estremamente traumatica per me e la mia famiglia.

“Ali è qualcuno che conosco da molti anni e con cui ho condiviso il palco.

“Mi sento tradito dal suo comportamento e dal suo atteggiamento e so di non essere solo.

"Se questo può accadere a qualcuno come me, un artista affermato, allora può succedere a qualsiasi giovane donna e questo mi preoccupa gravemente."

Le sue accuse hanno scatenato il movimento #MeToo del Pakistan e molte altre donne hanno accusato Ali online.

I 10 più grandi scandali del Pakistan: Ali Zafar e Meesha Shafi

Tuttavia, Ali ha negato le affermazioni di aver molestato sessualmente Meesha e le altre donne. Non è stato accusato.

Ha detto che le affermazioni di Meesha Shafi facevano parte di una campagna diffamatoria online e successivamente ha avviato un procedimento penale contro di lei.

Ali ha anche intentato una causa per diffamazione civile, chiedendole 4.3 milioni di sterline, dicendo che le sue affermazioni gli sono costate sponsorizzazioni multinazionali e una posizione di giudice in un talent show musicale.

Egli ha detto:

“Quando proverò la mia tesi, il danno sarà irreparabile. Lo è già, in molti modi. "

Sulle accuse, Ali Zafar ha detto in precedenza:

“Nego categoricamente tutte le denunce di molestie avanzate contro di me dalla sig.ra Shafi.

“Ho intenzione di portare la questione attraverso i tribunali e di affrontare la questione in modo professionale e serio piuttosto che presentare accuse qui, contestando vendette personali sui social media e, a loro volta, mancando di rispetto al movimento, alla mia famiglia, all'industria e ai miei fan.

"In definitiva, sono fermamente convinto che la verità prevale sempre."

In seguito all'accusa di diffamazione penale, Meesha Shafi ha soprannominato il sistema legale "truccato".

I suoi avvocati sfideranno il carica, affermando che potrebbe impedire ad altre donne di farsi avanti con accuse di molestie sessuali in futuro.

L'avvocato di Meesha, Khwaja Ahmad Hosain, ha detto che il caso "deciderà sulla portata della legge per la sicurezza delle donne sul posto di lavoro".

Ha aggiunto: "Il risultato sarà importante per tutte le donne in questo paese".

Rischia fino a tre anni di carcere se giudicata colpevole.

Meesha Shafi in precedenza aveva portato il suo caso di molestie sessuali all'Alta Corte dopo che era stato stabilito che la sua richiesta non era coperta da una legge progettata per proteggere le donne dalle molestie sul posto di lavoro.

Una legge separata copre le accuse di molestie al di fuori del luogo di lavoro, ma gli accusatori devono presentare una denuncia alla polizia, cosa che le vittime spesso trovano difficile da fare.

Meesha è andata prima dal difensore civico provinciale, seguita dal governatore provinciale e poi dalla corte suprema del Punjab con la sua accusa contro Ali, ma tutti e tre destituito il caso.

Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Era giusto deportare Garry Sandhu?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...