L'uomo ha avuto un ruolo chiave nella sparatoria del capo di una compagnia di taxi

Un uomo che ha avuto un ruolo chiave nell'orchestrare la sparatoria contro il capo di una compagnia di taxi è stato condannato per omicidio colposo.

L'uomo ha avuto un ruolo chiave nella sparatoria del boss della compagnia di taxi f

una persona che ha avuto un ruolo di primo piano nell'organizzazione del drive-by

Akeel Hussain, 23 anni, di Dudley, è stato condannato per omicidio colposo dopo aver svolto un ruolo chiave nel coordinare la sparatoria contro il capo di una compagnia di taxi.

Mohammed Haroon Zeb è stato colpito alla testa fuori dalla sua casa a Dudley durante le prime ore del 31 gennaio 2021.

Conosciuto come Haroon, era il manager dei Midland Taxis a Brierley Hill.

Il 39enne è stato portato d'urgenza in ospedale ma è morto più tardi lo stesso giorno.

Si ritiene che l'omicidio fosse parte di una faida in corso tra famiglie.

La polizia del West Midlands ha esaminato varie prove, tra cui tabulati telefonici e social media.

Alla fine Hussain fu identificato come la persona che ebbe un ruolo di primo piano nell'organizzazione della sparatoria.

Anche lui era rimasto ferito dopo essere stato investito da un'auto meno di due settimane prima.

Altri due uomini che erano nella Volkswagen Golf da cui è stato sparato il colpo di pistola mortale sono stati condannati per omicidio all'inizio del 2023 e incarcerati per 60 anni.

Si è concluso che Hassan Tasleem ha sparato con l'arma mentre Gurdeep Sandhu guidava l'auto per la fuga.

A seguito di un processo presso la Wolverhampton Crown Court, Hussain è stato dichiarato colpevole di omicidio colposo.

Hussain, che è attualmente in custodia dopo essere stato recentemente condannato per reati distinti di disturbo violento e possesso a scopo di spaccio, sarà condannato il 1 dicembre 2023.

Mohammed Rafiq, 22 anni, di Dudley, è stato coinvolto nell'aiutare a nascondere la Golf, che era su targhe false.

Successivamente è stato recuperato a Telford.

Rafiq è stato condannato per aver tentato di pervertire il corso della giustizia.

Il sovrintendente Jim Munro, che ha condotto le indagini, ha dichiarato:

“Anche se Hussain potrebbe non aver sparato il colpo mortale, è stato parte integrante della pianificazione della sparatoria che ha tragicamente portato alla morte del signor Zeb.

“Forse non sapremo mai perché il signor Zeb è stato preso di mira in modo specifico. Non si credeva che fosse stato attivamente coinvolto nella faida, ma stava seguendo quello che stava succedendo.

“Sappiamo che nulla potrà mai sostituire la perdita di una persona cara, ma speriamo che il fatto che Hussain trascorrerà ora molto tempo dietro le sbarre allevierà parte del dolore provato dalla famiglia del signor Zeb.

“Perseguiremo e cercheremo sempre di condannare chiunque sia coinvolto in un omicidio – per aver commesso l’atto, pianificato l’omicidio o cercato di proteggere gli altri dall’affrontare la giustizia”.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Va bene usare la parola P nella tua comunità?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...