Uomo incarcerato per ragazza di 11 anni che si allena e ha molestato sessualmente

Un uomo di 31 anni di Rotherham è stato incarcerato per aver curato e aggredito sessualmente una ragazza di 11 anni.

Uomo incarcerato per accudimento e aggressione sessuale di una ragazza di 11 anni

"a gennaio, i messaggi erano diventati più indecenti".

Kamir Khan, 31 anni, di Rotherham, è stato incarcerato per quattro anni e mezzo per aver curato e aggredito sessualmente una ragazza di 11 anni.

Sheffield Crown Court ha sentito che inizialmente ha inviato messaggi alla ragazza sui social media, ma in seguito ha avuto accesso al suo numero di telefono e poi ha iniziato a curarla tramite messaggi di testo e telefonate.

Le ha detto di memorizzare il suo numero sotto falso nome.

Ian Goldsack, accusatore, ha detto che in un'occasione, Khan ha incontrato la ragazza a una festa e l'ha convocata al piano di sopra e ha toccato le sue parti intime.

Nel febbraio 2019, durante un altro incontro faccia a faccia, Khan ha toccato l'area del torace della vittima.

Anche Khan, un padre, le ha inviato foto nude di se stesso e delle sue parti intime.

La famiglia del bambino si è accorta della cura quando la ragazza ha iniziato a comportarsi in modo sospetto con un telefono. In seguito ha rivelato cosa stava succedendo nel marzo 2019.

Il signor Goldsack ha dichiarato: “Sua madre le aveva comprato un nuovo iPhone perché aveva superato bene gli esami.

“È arrivato un messaggio da un cugino relativo a una discussione che avevano avuto e ha notato che sua figlia ha iniziato a farsi prendere dal panico.

"Suo fratello ha iniziato a leggere i messaggi [che sembravano provenire dal cugino] e lei ha confermato che era stato l'imputato con cui era stata in contatto."

La polizia ha sequestrato il telefono di Khan e ha trovato oltre 4,000 messaggi tra i due dal 16 gennaio al 9 marzo 2019.

Inoltre, hanno trovato numerosi testi, molti dei quali di natura sessuale. La coppia era stata in contatto per la prima volta nell'agosto 2018.

Il signor Goldsack ha spiegato: “Le ha detto di memorizzare il suo numero sotto il nome di qualcun altro e entro gennaio i messaggi erano diventati più indecenti.

“Le stava dicendo che l'amava, stava progettando il suo futuro intorno a lei e voleva sposarla.

"Gli ha detto che stava rischiando la vita e di andare in prigione, e lui ha risposto che valeva la pena correre il rischio."

Il signor Goldsack ha continuato dicendo che Khan "le ha inviato alcune immagini di se stesso in uno stato svestito" e le aveva chiesto alcune immagini della sua area del torace, ma "non era stata disposta a farlo e c'era stata una discussione".

Il pubblico ministero ha continuato: “Le ha detto che gli ha dato un'erezione e le ha chiesto se poteva toccarla 'laggiù', e lei ha risposto, 'forse in tempo'.

"Le ha chiesto quando sarebbe stata pronta e lei ha risposto che lo era."

I messaggi sul telefono di Khan hanno anche rivelato discussioni sui due che hanno prenotato un hotel.

Khan si è dichiarato colpevole di due capi di imputazione per aver aggredito una ragazza di età inferiore a 13 anni toccandola, incitando una ragazza a impegnarsi in attività sessuali e intrattenendo comunicazioni sessuali con un bambino.

In una dichiarazione sull'impatto sulla vittima, la ragazza ha detto che lei e la sua famiglia sono state ostracizzate dalla comunità locale che l'ha incolpata per quello che è successo. Di conseguenza, la famiglia ha dovuto trasferirsi a casa.

Le è stato detto che aveva causato vergogna alla sua famiglia.

Per mitigare, Catherine Silverton ha dichiarato: "L'impatto sulla sua condanna sarà esacerbato dalla pandemia di Covid e dal fatto che non è mai stato in prigione prima, e l'impatto che avrà sul rapporto con i suoi figli".

Il giudice Sarah Wright ha detto a Khan: “Questa non era una relazione, era sessuale infantile sfruttamento che è iniziato quando aveva solo 11 anni.

“L'hai curata esprimendole il tuo amore, dicendo che volevi sposarla nonostante i suoi stessi avvertimenti nei tuoi confronti.

“Hai fatto commenti completamente inappropriati, cercando di abituarla ad avere una relazione sessuale con te.

"È una bambina, una ragazzina e, in modo del tutto inaccettabile, sembra essere incolpata dagli altri."

La Stella ha riferito che Khan è stato imprigionato per quattro anni e mezzo. È stato anche inserito nel registro degli autori di reati sessuali a vita.

L'agente investigativo Rachel Scott ha dichiarato: “Khan ha predato la sua vittima per un periodo di mesi, sfruttando appieno la sua età e la sua vulnerabilità.

“L'ha manipolata facendole credere di essere il suo ragazzo, ed era normale che le mandasse messaggi così espliciti.

“Questa ragazza è stata incredibilmente forte durante questa indagine e non potrei essere più orgoglioso di quanto abbia aiutato la nostra indagine.

"Credo che [Khan] sia un pericolo per i bambini e sono contento che ora sia dietro le sbarre".



Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Hai mai avuto razzismo nello sport?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...