L'uomo ha attaccato i suoceri con un'ascia durante una disputa familiare

Un uomo del Lancashire ha attaccato i suoceri con un'ascia durante una disputa familiare, provocando la morte di una donna.

L'uomo ha attaccato i suoceri con l'ascia durante una controversia familiare f

"voleva vendicare l'umiliazione"

Mohammed Yaqub Malik, 58 anni, di Nelson, nel Lancashire, è stato condannato per omicidio colposo dopo aver ucciso una donna con un'ascia.

Preston Crown Court ha sentito di aver attaccato i genitori del suo ex genero con un'ascia durante una disputa familiare.

Malik "perse il controllo" quando uccise Ishrat Ahmed e ferì gravemente suo marito Afaq Ahmed, i genitori del suo ex genero Wasim Ahmed.

Nei giorni precedenti gli attacchi del luglio 2020, Malik è stato "seriamente provocato" da Wasim.

Wasim aveva sposato la figlia di Malik, Fatima, contro il volere della sua famiglia. Il matrimonio si deteriorò presto.

La coppia si è separata e c'erano controversie in corso tra i due, di cui Malik era a conoscenza.

Il giorno dell'incidente, la famiglia ha chiamato la polizia, sostenendo che Wasim aveva pubblicato online "materiale sessuale" sulla loro figlia, tra le altre accuse.

Peter Storrie QC, l'accusa, ha dichiarato: “È la sua spiegazione che dovrebbe essere scusato per parte di ciò che ha fatto a causa di Wasim Ahmed.

“È una forte motivazione per quello che ha fatto.

“A causa di Wasim Ahmed, ha perso la pazienza ea causa di Wasim Ahmed, ha cercato di fare del male ai genitori di Wasim.

"Disprezzava Wasim Ahmed e voleva vendicare l'umiliazione che aveva accumulato su di lui".

Malik raccolse un'ascia dal suo giardino e lasciò la sua casa verso le 10:XNUMX. È andato a casa degli Ahmed in Roberts Street per affrontare Wasim.

Quando Ishrat aprì la porta, le scagliò l'ascia prima di scagliarla contro suo marito.

Ishrat ha subito gravi ferite alla testa e poi è morto in ospedale.

Afaq ha subito gravi lesioni cerebrali ma da allora si è ripreso.

Dopo l'attacco, Malik è tornato a casa, fermandosi per chiedere a un pedone se sapeva dove fosse Wasim.

Il testimone ha detto che Malik era coperto di sangue e che l'arma era in piena vista nella sua auto.

La polizia lo ha trovato a casa sua. Ha ammesso di averli attaccati ma ha negato l'omicidio.

L'ascia è stata trovata nascosta nel giardino sul retro.

Operatore sanitario Malik ammesso omicidio colposo e negato omicidio e tentato omicidio.

La giuria ha ritenuto Malik non colpevole di omicidio e tentato omicidio.

L'ispettore capo investigativo Allen Davies, della squadra investigativa principale della polizia del Lancashire, ha dichiarato:

“I miei pensieri oggi sono prima di tutto per i cari di Ishrat Ahmed, che è stato ucciso nel modo più brutale.

“Mohammed Malik ha lanciato un attacco violento contro gli Ahmed usando un'arma che aveva scelto e portato al loro indirizzo di casa.

"Vorrei ringraziare la squadra dell'accusa per la presentazione di questo caso e accettare oggi la decisione della giuria".

Malik sarà condannato l'11 febbraio 2022.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Sei mai a dieta?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...