Uomo arrestato per aver filmato e venduto pornografia infantile in Pakistan

Sono stati trovati oltre 6,500 videoclip di pornografia infantile accusati di possesso di Saadat Amin. Era un complice di un uomo norvegese chiamato James Lindstorm.


"Pagherebbe tra $ 100 e $ 400 per diversi video che coinvolgono ragazzi giovani"

Dopo l'orribile scandalo degli abusi sessuali su minori di Kasur nel 2015, una recente scoperta di un racket di pornografia infantile ha scosso il Pakistan. Ancora una volta mettendo in dubbio i livelli di sicurezza e protezione dei bambini e delle donne nel Paese.

Secondo notizie, l'Agenzia Investigativa Federale (FIA) in Pakistan ha arrestato Saadat Amin, 45 anni, di Sargodha per aver filmato e venduto pornografia infantile in paesi stranieri.

Amin ha confessato di aver attirato 25 bambini a commettere l'atto abominevole fingendo di istruirli sui computer. Ha anche rivelato di essere stato introdotto nell'industria del porno infantile da un norvegese James Lindstorm:

"Lui [Lindstorm] mi pagava tra $ 100 e $ 400 per diversi video che coinvolgono ragazzi giovani", ha detto Amin agli investigatori. Lindstrom è sospettato di essere un membro del racket internazionale del business della pornografia infantile ed è stato il principale cliente di Amin.

Un ufficiale della FIA ulteriormente rivelato che:

“Durante l'interrogatorio Amin ha rivelato di aver venduto online contenuti pedopornografici negli ultimi anni. Amin era solito attirare i bambini con il pretesto di impartire un'istruzione informatica ".

"Ha persino pagato tra le 3,000 e le 5,000 rupie pakistane ai genitori delle vittime, dicendo che i loro figli avrebbero imparato l'hardware e il software del computer (abilità) nel suo laboratorio in una stanza in affitto a Sargodha".

Nella sua indagine, la FIA ha scoperto che il colpevole aveva in programma di recarsi in Norvegia con questi bambini per girare video pornografici lì. L'organizzazione del viaggio è stata presa da Lindstorm.

Oltre a produrre i propri contenuti, Amin guadagnava anche hackerando siti web porno russi e del Bangladesh.

Finora 65000 videoclip di pornografia infantile sono stati recuperati da Amin. E queste vittime hanno un'età compresa tra gli 8 ei 14 anni.

Anche se il funzionario della FIA l'ha definito "un incidente unico nel suo genere", non è la prima volta che i pakistani sono stati colpiti dalla notizia di abusi sessuali su minori.

Il Scandalo Kasur è stato forse il caso più grande e scioccante nella storia del paese che ha colpito la vita di oltre 250 bambini.

L'immagine del paese è segnata da casi di stupro e abusi sui minori.

Secondo uno studio dell'UNICEF nel 2015, i casi di abusi sessuali su minori erano aumentati del 17% in Pakistan.



Giornalista pakistano residente nel Regno Unito, impegnato a promuovere notizie e storie positive. Un'anima dallo spirito libero, le piace scrivere su argomenti complicati che infrangono tabù. Il suo motto nella vita: "Vivi e lascia vivere".

Immagini per gentile concessione di Dawn.com e Press TV




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale di questi usi di più nella tua cucina desi?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...