Love, Sex aur Dhoka - Bollywood Voyeurism

Dibakar Banerjee, regista di Love Sex aur Dhoka, parla con DESIblitz di questo film che finge di non essere un film ma invece una raccolta di filmati grezzi da fotocamere digitali presentati in modo voyeuristico. L'attore, Anshuman Jha, ci racconta del suo debutto in questo film di Bollywood unico.


"era molto reale e molto crudo"

Il talentuoso regista Dibakar Banerjee parla con DESIblitz dell'ispirazione alla base del suo nuovo film "Love, Sex aur Dhoka (Betrayal)" o LSD in breve, prodotto da Alt Entertainment. Questo film è completamente diverso dai suoi film precedenti Khosla Ka Ghosla (2006) e Oye Lucky! Lucky Oye (2008) ed è un argomento di discussione caldo.

"Khosla Ka Ghosla" e "Oye Lucky! Lucky Oye 'sono due dei precedenti film vincitori di National Awards di Dibakar che utilizzano una tipica produzione basata sulla realtà ma a basso budget. Nei suoi film, Dibakar crea una nuova forma di intrattenimento, utilizzando dialoghi rari e crea un senso dell'umorismo da parte dei personaggi unici e delle situazioni in cui si trovano coinvolti.

Il film di Dibakar, "Love Sex aur Dhoka", ha fatto girare la testa a molti mentre ha diretto il primo controverso film drammatico sul "fratello maggiore". Il film si sforza di esplorare un concetto audace che si concentra sul voyeurismo nella nostra società e quindi ha un argomento controverso e contenuti legati al sesso. Un film audace che non vuole 'nascondere' la realtà.

Nel Regno Unito, la serata di apertura sul tappeto rosso per l'LSD è stata il 15 luglio 2010 al London Indian Film Festival (LIFF) al Cineworld di Haymarket. Dove abbiamo incontrato Dibakar Banarjee e l'attore Anshuman Jha, che interpreta Rahul nel film. Guarda l'intervista qui sotto per scoprire cosa ci dice Dibakar sul film e come si è sentito Anshuman nel recitare in questo stile di film.

[file jwplayer = "https://www.desiblitz.com/wp-content/videos/lsd250710.xml" controlbar = "bottom"]

Il voyeurismo è stato un argomento ricorrente in India e Dibakar ha scelto di portare questa idea in prima linea nel cinema indiano. Ha adottato un approccio positivo in quest'area del cinema, dicendo: "jo hoga dekha jayega".

Questo film era originariamente destinato a un pubblico indiano, ma ha un certo stile che catturerebbe il pubblico internazionale.

Dibakar ha spiegato che a volte la realizzazione del film è diventata un po 'difficile poiché l'LSD doveva essere mantenuto a un basso costo. Per creare l'effetto di realismo ci ha raccontato di come ha usato i movimenti traballanti della telecamera, luci soffuse e un cast di stelle sconosciuto.

Ha spiegato che avere un cast "A-list" ridurrebbe l'impatto della realtà. Questa era una tecnica utilizzata per una produzione di telecamere nascoste e "fly-on-the-wall". L'effetto dei movimenti traballanti della telecamera dimostra che "qualcuno sta guardando", che è la corrente sotterranea di questo film.

LSD è il primo film ad essere girato in digitale utilizzando il formato HD. Ci ha detto che gran parte delle riprese sono state trattate per dargli un aspetto più ruvido e crudo. Il film non contiene nulla della "gentilezza" che vedresti nei soliti film di Bollywood, quindi, niente sequenze di ballo, canzoni romantiche o azione ad alta energia con molti effetti. Il film affronta il realismo utilizzando visivamente un formato alternativo.

La trama ruota attorno al tema secondo cui l'invadenza può andare oltre i suoi limiti ed essere usata per la fama. Ci sono tre storie di vita reale che compongono la trama di questo film, ognuna tagliata in due l'una dall'altra; (1) un video di Diploma Blockbuster, (2) MMS Scandal e (3) un'operazione Sting. LSD si occupa dell'intrusione di telecamere nascoste nella vita delle persone, ad esempio, utilizza i media MMS News come forma di intrattenimento.

Dibakar usa il suo talento creativo in questo film e lo vede come una realtà per catturare il pubblico e renderlo consapevole di ciò che sta realmente accadendo in India.

Anshuman Jha, che interpreta Rahul in LSD, ci ha detto che è stato un onore per lui recitare in un film di Dibaker come suo primo film di Bollywood. Ha detto: "I suoi film precedenti [di Dibakar] ho ammirato molto, e fare un film con lui, che sarebbe stato il mio film d'esordio, è stato semplicemente fantastico". Riguardo alla sua esperienza, ha detto: “È stata una sfida perché era diversa da Bollywood. Non c'era molto glamour, glamour artificiale collegato a questo film, era molto reale e molto crudo ".

Ekta Kapoor, una popolare produttrice televisiva e cinematografica indiana (figlia degli attori cinematografici hindi Jeetendra e Shobha Kapoor e sorella di Tusshar Kapoor) è uno dei produttori del film. In risposta alla domanda sul perché i nuovi arrivati ​​siano stati utilizzati nel film, ha detto: "I nuovi arrivati ​​erano necessari per un film come l'LSD, ha storie che hanno influenzato la nostra mentalità ed è accaduto a persone reali come lo scandalo MMS e varie operazioni di puntura".

Il tema del film non è stato un viaggio facile con i consigli di censura in India. Sono state fatte obiezioni ad alcuni dialoghi e a Dibakar è stato chiesto di ridurre le scene di sesso nel film. Quindi, Dibakar, non contento dei cambiamenti, con riluttanza, ha apportato le modifiche, inclusa la ri-doppiaggio di alcuni dei linguaggi "discutibili" nel film.

La canzone nel film, originariamente chiamata, Tu Nangi Achi Lagti Hai aveva il testo cambiato in Tu Gandi Achi Lagti Hai nel film. Il film ha ricevuto un certificato "A" dal Film Censor Board of India, che lo rende un film per il pubblico adulto (solo sopra i 18 anni).

Vinayak Azad, funzionario regionale del consiglio di censura, ha detto che i cambiamenti richiesti, "Sì, abbiamo chiesto loro un po 'di linguaggio e alcuni tagli visivi. Avevano già offuscato la scena del sesso e persino cambiato la parola da "nangi" a "gandi". Hanno ridotto la scena di sesso a 15 secondi. "

Sembra che questo film sarà il primo a creare una nuova tendenza nei cinema. È fuori per scioccarti e un must per tutte quelle persone audaci che non hanno paura di guardare un film realistico senza alcuna aspettativa del Bollywood "tradizionale".

Smriti è una giornalista qualificata con una visione ottimista della vita, che nel tempo libero si diverte a fare sport e a leggere. Ha una passione per l'arte, la cultura, i film di Bollywood e la danza, dove usa il suo talento artistico. La sua moto è "la varietà è il sale della vita".

Riprese e fotografie di Antonio Pilade per DESIblitz.com. Copyright © 2010 DESIblitz.