I proprietari del negozio di kebab hanno picchiato il sospetto ladro all'interno di Takeaway

Tre proprietari di negozi di kebab di Nottingham hanno brutalmente picchiato un sospetto ladro per strada prima di aggredirlo all'interno del loro take-away.

I proprietari del negozio di kebab picchiano il sospetto ladro all'interno di Takeaway f

"È stato un attacco di gruppo disgustoso e prolungato"

Tre proprietari di negozi di kebab di Nottingham sono stati incarcerati per aver picchiato un sospetto ladro all'interno del loro take-away.

Zafar Ahmed, insieme ai fratelli Asmat Khan e Mohammed Khan, ha ripetutamente preso a pugni e calci Adrian Perry.

Nottingham Crown Court ha sentito che il signor Perry si trovava fuori dal Victoria Kebabs il 12 giugno 2020, quando Asmat gli si è avvicinato.

Credeva che il signor Perry fosse coinvolto nell'irruzione nel negozio di kebab all'inizio di quel giorno.

Asmat lo afferrò prima di costringerlo a terra e aggredirlo.

È stato poi raggiunto da suo fratello Mohammed e Zafar. Tutti e tre hanno poi battuto il signor Perry a terra.

I filmati delle telecamere di sorveglianza hanno mostrato gli uomini che trascinavano la vittima lungo la strada prima di costringerlo a entrare nella loro attività.

L'aggressione è continuata all'interno dell'azienda, con il signor Perry che è stato calpestato e preso a calci ripetutamente alla testa e al corpo.

Ad un certo punto, Zafar ha colpito la vittima con un cono stradale.

Mohammed se ne andò e tornò con un machete. Fu portato via da Asmat ma poi suo fratello tornò con un coltello che non era stato usato.

Un passante ha chiamato la polizia.

Gli agenti sono arrivati ​​fuori e hanno visto il signor Perry crollare privo di sensi all'esterno.

Il signor Perry è stato portato in ospedale dove è stato curato per una cavità oculare rotta, uno zigomo e una mascella fratturati e un braccio fratturato.

I tre uomini sono stati arrestati sul posto e hanno ammesso gravi lesioni personali.

Il giudice Steven Coupland ha detto loro:

"È stato un attacco di gruppo disgustoso e prolungato da parte di voi tre contro un uomo indifeso a terra".

Ha descritto Asmat Khan come il capobanda che ha visto la vittima per strada e ha creduto di essere responsabile del furto nel negozio.

Il giudice Coupland ha detto ad Asmat: “Se questo è vero, la cosa appropriata da fare era chiamare la polizia. Non l'hai fatto".

Ha detto che è stato un "attacco di gruppo persistente e sostenuto" e sono state usate armi, c'erano minacce con un'arma e le ferite erano gravi.

Il signor Perry è stato "effettivamente imprigionato" e "è stato filmato durante il corso, per aumentare l'umiliazione di ciò che stavi facendo".

Nottingham Post ha riferito che ogni imputato è stato incarcerato per due anni. Serviranno la metà e il resto su licenza.

L'ispettore Danny Johnstone, della polizia del Nottinghamshire, ha dichiarato:

“Ahmed e i fratelli Asmat e Mohammed Khan hanno commesso un attacco barbaro e spietato che ha lasciato un uomo con ferite per tutta la vita.

“La vittima è stata curata in ospedale dopo aver subito la frattura delle ossa, inclusa una cavità oculare rotta.

"L'impatto psicologico rimarrà con lui per sempre".

“Questi tre uomini hanno dimostrato di essere capaci di una violenza organizzata che va contro ogni fibra del nostro essere.

“È inesprimibile che abbiano continuato ad aggredire e picchiare la loro vittima mentre giaceva indifesa sul pavimento.

“Vorrei ringraziare il membro del pubblico che ha giustamente segnalato alla polizia del Nottinghamshire la natura sospetta con cui la vittima è stata trascinata nel negozio.

“Temo che se non l'avessero fatto, questo incidente avrebbe avuto un finale molto diverso.

“Oltre ad arrestare gli uomini sulla scena, ha permesso alla mia squadra di svolgere indagini rapide e approfondite e prove sicure che ora hanno portato i responsabili ad essere rinchiusi per questo atto insensibile”.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".