La copertina di Vogue di Kamala Harris: The Controversy Explained

La copertina di Vogue del vicepresidente degli Stati Uniti, Kamala Harris, ha suscitato scalpore sui social media. La critica era giustificata?

Vogue Cover di Kamala Harris_ The Controversy Explained f

"È solo, molto al di sotto degli standard di Vogue."

Il numero di febbraio (2021) di American Vogue doveva essere una celebrazione della prima vicepresidente bi-razziale e donna americana, Kamala Harris, eppure questa copertina di Vogue ha causato parecchie polemiche.

Il gennaio 2021 segna la monumentale inaugurazione americana che ha visto il presidente Trump lasciare a malincuore la sua posizione in carica ed essere sostituito da Joe Biden.

Questo è stato un passaggio che ha suscitato enormi speranze oltre al terrorismo interno dopo l'assalto al Campidoglio degli Stati Uniti.

Dalla sua prima pubblicazione nel 1892, Vogue è diventata una rivista di moda e lifestyle di lusso riconosciuta in tutto il mondo.

I modelli, gli attori, i musicisti, i politici e i reali più famosi sono tra i tipi di persone che hanno abbellito la sua copertina.

Kamala Harris è l'ultimo politico a comparire in primo piano e al centro della copertina patinata delle riviste, sia nella versione cartacea che in quella digitale.

Al momento della sua pubblicazione, era vicepresidente eletta e l'entusiasmo per la sua copertina di Vogue era enorme.

In quanto donna “cieca”, di origini nere e indiane, la sua posizione elevata ha contribuito ad elevare la voce di coloro che nella comunità hanno lottato.

Essere sulla copertina di Vogue promuoverebbe sicuramente l'unità e simboleggerebbe un nuovo inizio per l'America?

Il contraccolpo che ha seguito la sua copertina non lo ha rappresentato per molte persone.

La risposta si è presto trasformata in una discussione internazionale sul modo in cui Vogue tratta le donne di colore dopo che le immagini selezionate dalla direttrice, Anna Wintour, sono state etichettate come “imbiancate” e “prive di moda”.

Imbiancatura

Copertina di Vogue di Kamala Harris_ The Controversy Explained - copertina di vogue

Le riviste sono notoriamente note per aver imbiancato le donne nere e asiatiche. L'est e l'ovest sono entrambi colpevoli di favorire pelle chiara su pelle più scura.

La copertina di Vogue di Kamala Harris aveva due design. Il design digitale è una fotografia della Vice Presidente che sorride con le braccia conserte e indossa un blazer blu polvere.

Il numero di stampa ci mostra una fotografia a figura intera di Kamala che indossa un blazer nero e un paio di scarpe da ginnastica Converse mentre è in piedi con le mani incrociate davanti a lei.

L'illuminazione delle fotografie colpisce particolarmente in entrambe le immagini.

Il tono della pelle di Kamala sembra essere più chiaro del suo vero colore della pelle, come si vede nei discorsi, nei video e nelle apparizioni televisive.

È un tentativo intenzionale di sminuire l'identità birazziale di Kamala?

L'America, sotto la presidenza Trump, ha continuato a essere divisa dal razzismo. Rendendo la pelle di Kamala di colore più chiaro, Vogue ha attirato maggiormente l'attenzione su colorismo e razzismo problema con cui l'America combatte.

Esacerba anche il modo in cui Vogue tratta le donne di colore e l'imbiancatura che ha prevalso nella rivista nel corso degli anni.

Il contraccolpo globale ha evidenziato l'indignazione della gente per il presunto imbiancamento che molti hanno visto in copertina.

Per loro, molti americani avevano sopportato quattro anni tumultuosi di razzismo, sessismo e bigottismo e ora avevano una donna birazziale che entrava alla Casa Bianca.

La gente pensava che l'imbiancatura di Kamala negasse ciò per cui avevano votato alle elezioni.

Molti critici online hanno affermato che le immagini facevano sembrare la sua pelle "sbiadita" e non erano in linea con la consueta estetica di Vogue.

La drammaturga e avvocato Wajahat Ali ha detto che la direttrice di Vogue Anna Wintour "non deve avere amici e colleghi neri".

Anche un altro utente di Twitter ha commentato l'illuminazione, descrivendola come "scarsa" e che "la qualità della fotografia non è all'altezza degli standard delle copertine di Vogue".

Vicepresidente eletto o venerdì informale?

Vogue Cover di Kamala Harris_ The Controversy Explained - vogue cover2

È stato ampiamente riferito che la squadra di Kamala Harris è stata colta di sorpresa dalla scelta della copertina della rivista.

Si dice che non si aspettassero che l'immagine di Kamala in giacca nera e scarpe da ginnastica Converse venisse scelta per la copertina.

Questa immagine casuale selezionata per la copertina di Vogue ha suscitato ira istantanea sui social media. La gente era sgomenta per la sua mancanza di stile, tema e lo considerava "irrispettoso".

Alcune persone credono che la copertina stesse mostrando il Vice Presidente al suo "meglio casuale" e alludesse alla natura e all'approccio "concreto" che porterà alla Casa Bianca.

In alternativa, altri ritenevano che l'immagine più casuale fosse inferiore alla media:

“La foto in sé non è terribile, è solo molto al di sotto degli standard di Vogue. Non ci hanno pensato. Come i compiti finiti la mattina è dovuto ”.

Nel frattempo, il critico Robin Givhan, ha scritto che mentre "non c'è nulla di intrinsecamente sbagliato in questa immagine", scegliendo l'immagine più informale come copertina, "Vogue ha derubato Harris delle sue rose".

Alcuni consideravano lo sfondo "sciatto" e credevano che sembrasse gettato insieme.

La mancanza di stile e lo sfondo sconnesso sono ben lontani dalle altre copertine di Vogue di politici e personaggi pubblici. Ad esempio, le copertine di Hilary Clinton e Michelle Obama erano molto più glamour.

Vogue ha spiegato le influenze dietro le riprese in copertina.

Dissero che lo sfondo drappeggiato verde mela e rosa salmone era stato ispirato dai colori dell'Alpha Kappa Alpha della Howard University.

Questa è stata la "prima confraternita storicamente afroamericana" dell'ex università del vicepresidente.

Si dice che il fotografo, Tyler Mitchell, abbia voluto onorare i giorni dell'università di Kamala e il percorso che l'ha portata dove si trova ora.

Sia le immagini di copertina digitali che stampate sono state scattate da Tyler, che è diventato il primo fotografo nero a scattare una copertina di Vogue America quando ha catturato Beyoncé per il numero di settembre 2018.

Vale la pena notare che Tyler ha pubblicato solo una delle copertine su Instagram; quello di Harris nel completo blu di Michael Kors. Perché non ha pubblicato entrambe le copertine?

La copertina stampata ha diminuito il suo importante ruolo e status lavorativo? O le scarpe da ginnastica casual e il background limitato la mostravano autentica e progressista?

Indipendentemente dalla tua posizione, non c'è dubbio che la fotografia non sia in linea con altre copertine di Vogue dello stesso calibro.

Molti lettori evidentemente ritengono che la sua storica vittoria non sia stata rappresentata al meglio delle capacità della rivista.

Elevare la comunità cieca

Non solo il numero di febbraio di Vogue mostra la prima Vice Presidente donna, ma mostra anche la prima Vicepresidente "cieca (nera e indiana)".

A prescindere dall'accoglienza negativa della copertina, è chiaro che avere un Vice Presidente cieco è un enorme passo avanti per le persone di colore in America.

La comunità blindiana è spesso messa a tacere e discriminata in tutto il mondo.

Il colorismo e una narrativa anti-nera hanno prevalso nella comunità di Desi, quindi avere qualcuno di entrambi i patrimoni riduce solo il divario.

Nonostante il fatto che ci siano domande sul fatto che Kamala riconosca la sua eredità indiana, in precedenza ha parlato di sua madre indiana, Shyamalan Gopalan Harris.

Toccando la storia di immigrati a cui molte persone Desi possono relazionarsi; Kamala ha parlato di come sua madre è arrivata negli Stati Uniti dall'India all'età di 19 anni.

Parlando poco prima dell'inaugurazione, Kamala dice che sua madre "forse non ha immaginato questo momento".

Mettendo Kamala in copertina, Vogue ha immediatamente messo la sua eredità in primo piano e al centro della ribalta.

I desi in occidente, spesso immigrati di seconda generazione, sono abituati a vedere le star di Bollywood abbellire le copertine delle riviste di alta moda.

Tuttavia, vedere un vicepresidente che simboleggia la miscela di eredità indiana e nera, riflette la diaspora negli Stati Uniti.

Sottolinea inoltre il successo della comunità e la speranza che verrà per le famiglie di immigrati negli Stati Uniti.

Un vicepresidente cieco riflette una nuova ondata per gli americani birazziali e le famiglie immigrate.

Per un gruppo che ha lottato per ottenere l'accettazione, questa copertina aiuta a mostrare la speranza per un futuro migliore sia in politica che nell'integrazione all'interno della comunità Desi.

La risposta di Anna Wintour

La copertina di Vogue di Kamala Harris_ The Controversy Explained - anna wintour

Inizialmente, Vogue non ha commentato specificamente il contraccolpo alla copertina.

Invece, hanno detto che Vogue "ha adorato le immagini che Tyler Mitchell ha scattato e ha ritenuto che l'immagine più informale catturasse la natura autentica e accessibile del vicepresidente eletto Harris - che riteniamo sia uno dei tratti distintivi dell'amministrazione Biden / Harris".

Tuttavia, alimentata dalla risposta emotiva alle immagini sui social media, Anna Wintour alla fine ha risposto.

In una dichiarazione al New York Times (prima dell'inaugurazione il 20 gennaio 2021), Wintour ha dichiarato:

"Ovviamente abbiamo sentito e compreso la reazione alla copertina stampata e voglio solo ribadire che non era assolutamente nostra intenzione, in alcun modo, sminuire l'importanza dell'incredibile vittoria del vicepresidente eletto".

Questa dichiarazione si scusa o si assume alcuna responsabilità?

Wintour prosegue confermando il racconto che non c'era un accordo formale su quale sarebbe stata l'immagine di copertina finale.

Dice che quando sono arrivate le due immagini, tutti hanno sentito “molto, molto fortemente che il ritratto meno formale […] rifletteva il momento in cui stavamo vivendo”.

Colpisce il fatto che non abbia discusso più in dettaglio le ragioni della reazione negativa e si sia assunta più responsabilità per le scelte fatte.

Mentre ha fornito motivi per sostenere la decisione di scegliere uno stile casual, non ha parlato della validità di coloro che non sono d'accordo con la scelta.

La copertina di Vogue di Kamala Harris ha suscitato molto scalpore nelle ultime settimane.

Tuttavia, è probabile che l'ispirazione di vedere una vicepresidente biracial sulla copertina di una rivista patinata sia stata vasta per molti giovani.

Per la comunità dell'Asia meridionale, simboleggia una voce più forte per rappresentarli nei prossimi mesi.

Shanai è una laureata inglese con un occhio curioso. È una persona creativa che ama impegnarsi in sani dibattiti su questioni globali, femminismo e letteratura. Da appassionata di viaggi, il suo motto è: “Vivi con i ricordi, non con i sogni”.