Il figlio più giovane di Junaid Jamshed si sposa

Saifullah Jamshed, il figlio più giovane di Junaid Jamshed, si è sposato. Ha condiviso una serie di foto del matrimonio.

Il figlio più giovane di Junaid Jamshed si sposa f

Un'altra foto mostra Saifullah in piedi con suo fratello maggiore

Il figlio più giovane del defunto cantante Junaid Jamshed ha condiviso la notizia del suo matrimonio sui social media.

Saifullah Junaid Jamshed ha condiviso una serie di fotografie su Instagram.

La prima fotografia è una bellissima foto della mano della sposa posta sopra quella di Saifullah, adornata con mehndi e che mostra le loro fedi nuziali.

Le immagini seguenti spaziano da Saifullah vestito con un abito bianco abbinato a un gilet rosa pastello, a lui che firma i documenti del Nikah e accetta il matrimonio davanti ai suoi ospiti mentre dice "Lo voglio".

Un'altra foto mostra Saifullah in piedi con suo fratello maggiore Babar Junaid Jamshed ed entrambi condividono una sorprendente somiglianza con il loro defunto padre.

Il figlio più giovane di Junaid Jamshed si sposa 2

Junaid Jamshed era un cantante pakistano e membro principale della boyband di successo Vital Signs.

Famoso per i suoi straordinari occhi verdi e il suo bell'aspetto, abbinati alla sua voce distintiva, Junaid Jamshed era il membro più popolare della sua band e faceva svenire le ragazze per lui, con i suoi poster attaccati alle pareti delle camere da letto.

La canzone dei Vital Signs "Dil Dil Pakistan" è diventata un inno del cricket e ha catapultato Junaid Jamshed al riconoscimento nazionale e internazionale.

Alcuni dei loro successi includono titoli come "Sanwli Saloni", "Aetbaar", "Tum Duur Theh", "Gore Rang Ka Zamana" e "Tumhara Aur Mera Naam".

All'inizio degli anni 2000, Junaid Jamshed subì una trasformazione significativa nella sua vita e annunciò ai suoi fan di aver lasciato il mondo della musica e di essersi rivolto alla predicazione islamica e alla filantropia.

Dopo il suo nuovo viaggio, Junaid Jamshed ha iniziato a ospitare programmi islamici tramite trasmissioni del Ramadan in cui ha condiviso la sua conoscenza dell'Islam con il suo pubblico.

Iniziò a recitare Naat come "Muhammad Ka Roza", "Ilahi Teri Chokat Peh" e "Duniya Ke Aeh Musafir".

Per aggiungere ai suoi numerosi talenti, Junaid Jamshed ha avviato il suo marchio di abbigliamento denominato "J.", che è diventato famoso per la sua moda modesta e di ispirazione islamica.

In una tragica svolta degli eventi, Junaid è morto in un incidente aereo il 7 dicembre 2016 in Pakistan, lasciando l'industria dello spettacolo in uno stato di shock.

L'aereo era in viaggio da Chitral a Islamabad quando si è schiantato vicino ad Abbottabad.

L'incidente costò la vita a tutti i 48 passeggeri a bordo, lasciando dietro di sé un'eredità dei suoi contributi sia all'industria dell'intrattenimento che alle attività religiose e di beneficenza.

Il figlio più giovane di Junaid Jamshed si sposa

Dopo le preghiere funebri avvenute a Karachi, i figli di Junaid hanno rilasciato una dichiarazione in cui esortavano il pubblico a pregare per il padre e le altre vittime.

Ai ragazzi è stato chiesto se avrebbero seguito le orme del padre e si sarebbero uniti al mondo della musica, ma Taimoor ha affermato che sarebbe stato irrispettoso nei confronti del padre perché aveva abbandonato la sua carriera musicale per concentrarsi sulla religione.

"Mio padre ha lasciato questo mondo mentre lavorava per grandi cause e non mancherò mai di rispetto alla sua memoria iniziando a cantare."

“Chiedo a tutti di pregare regolarmente. Questo è quello che ha fatto mio padre.

"Offriva sempre preghiere, recitava suppliche ed è per questo che riceveva così tanto amore dalle persone".



Sana viene da un background legale che sta perseguendo il suo amore per la scrittura. Le piace leggere, ascoltare musica, cucinare e fare la sua marmellata. Il suo motto è: "Fare il secondo passo fa sempre meno paura che fare il primo".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Chi vincerà il ballo Dubsmash?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...