John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

DESIblitz ha parlato con l'autore e regista americano John Huddles, del suo libro emozionante "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale.

John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

"La diaspora indiana raggiunge persino lo spazio in questa storia".

John Huddles è uno sceneggiatore, regista e autore che ha pubblicato un romanzo magico di spiritualità e misticismo dell'Asia meridionale intitolato Asha dell'aria (2022).

Incentrato su una giovane donna, il romanzo è ambientato in un mondo immersivo di storia, scienza, filosofia e tradizione.

Esplora la storia di Asha, una figura potente che sta cercando di concepire una nuova identità bilanciando potere, cultura e femminilità lungo la strada.

La natura abusiva del matrimonio di Asha attinge a questioni storiche di squilibri di genere mentre fa luce su problemi ancora attuali ai giorni nostri.

Ambientato in un'era fantastica, la principessa è sulla via della realizzazione di sé.

Tuttavia, le lotte di genere mescolate con i contesti dell'Asia meridionale creano una storia sorprendente di speranza e resilienza.

Le immagini arricchenti, le fondamenta profonde della cultura e il simbolismo stimolante sono tutti in sintonia con la trama e la stessa Asia meridionale.

Anche se questa non è la prima volta che John tocca quest'area. Nel suo romanzo del 2020, Buono sulla luna, include la diaspora indiana nella forma di un bambino di Jaipur.

Evidentemente, le capacità di John come scrittore sono accattivanti e uniche.

Tuttavia, questo non sorprende considerando che è stato uno dei primi borsisti di scrittura universitari della Brown University.

Come creativo, non si può negare quanto sia talentuoso John. Mentre la sua scrittura osa affrontare trame non ortodosse ma coinvolgenti, anche la sua esperienza nel cinema è simile.

Ciò è evidenziato dal suo film di fantascienza del 2013 Dopo il buio or I filosofi per chi è fuori dagli USA.

La fantasia ha attinto alle prime influenze letterarie del regista e ha interpretato l'attore inglese James D'Arcy e anche Bonnie Wright di Harry Potter.

Il film è stato nominato come "Miglior film" al Sitges Film Festival, il festival di film fantasy più importante del mondo.

Questo tocca solo la grande quantità di conoscenza, abilità artistica e visione di John Huddles.

Il suo approccio impenitente a sfidare se stesso e i mezzi di cui fa parte ha solo elevato la sua maestosa originalità.

Asha dell'aria è solo un altro esempio di questa capacità.

Quindi, abbiamo parlato esclusivamente con John del romanzo, dell'ispirazione dietro e di quanto sia importante l'Asia meridionale per il suo mestiere.

Come è nato il tuo amore per la scrittura?

John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

Da giovane lettore, andavo pazzo per i cosiddetti Heinlein minorenni.

Se non li conosci, sono i romanzi spaziali per ragazzi della leggenda della fantascienza Robert Heinlein.

Quando sono invecchiato da loro da adolescente, ho trovato la strada per F. Scott Fitzgerald e poi Lawrence Durrell, che sono rimasti i miei ragazzi per molto tempo.

In realtà, quello di Fitzgerald Tenera è la notte (1934) e quello di Durrell Quartetto di Alessandria (1962) Non passo mai troppi anni senza rileggere.

Il modo in cui usano il linguaggio in modo altrettanto poetico e cinematografico non sono sicuro che nessun altro abbia mai eguagliato.

Con il tempo ero al college sono tornato dalla narrativa letteraria a fantascienza e fantasia: Signore degli Anelli (1954) e Dune (1965) in particolare.

Direi di Herbert duna serie, il primo e l'ultimo libro del ciclo, sono ancora le mie letture preferite di tutti i tempi.

Non solo per il modo in cui accendono la mente, ma anche come esempi di come le storie sulla pagina possano ancora superare la narrazione in qualsiasi altro mezzo, persino il film.

Cosa ti ha influenzato nel creare un romanzo come "Asha of the Air"?

Leggere le "Upanishad". In particolare la traduzione e i commenti di Eknath Easwaran, uno dei grandi maestri di testi sacri indù del XX secolo.

È nato in Kerala ed è stato professore di letteratura inglese all'Università di Nagpur.

È venuto all'Università della California a Berkeley con una borsa di studio Fulbright alla fine degli anni '50.

"La sua traduzione del 1987 delle 'Upanishad' in inglese, insieme alla sua brillante spiegazione, per me è stata strabiliante."

Soprattutto la "Isha Upanishad", alias "Ishopanishad". Easwaran cita il Mahatma Gandhi, che disse:

'Se tutte le 'Upanishad' e tutte le altre scritture dovessero improvvisamente essere ridotte in cenere...

...se solo il primo versetto della 'Ishopanishad' fosse lasciato nella memoria degli indù, l'induismo vivrebbe per sempre.'

Volevo saperne di più sul tipo di versi che combinava tale longevità con tale efficienza.

Quindi ne ho letto un bel po'... e ho paura di dire che il mio istinto di rubare ai migliori ha preso il sopravvento.

Perché era importante avere un tale focus sull'Asia meridionale per questo romanzo?

John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

La famosa invocazione della "Isha Upanishad" recita:

Tutto questo è pieno. Tutto ciò che è pieno.
Dalla pienezza viene la pienezza.
Quando la pienezza è tolta dalla pienezza,
Rimane ancora la pienezza.
Om shanti shanti shanti.

Da un punto di vista occidentale, questa è una teoria economica rivoluzionaria; o forse per meglio dire è una teoria rivoluzionaria dell'economia spirituale. (Sto parafrasando Easwaran.)

Comunque, Asha dell'aria esplora il tema "Isha Upanishad" e la trama. Echi trasformati dell'invocazione compaiono lungo tutto il percorso di Asha.

Suppongo di essere stato scettico sul fatto che questo tipo di contenuto avrebbe funzionato, o addirittura avuto senso, al di fuori di un'ambientazione ispirata all'Asia meridionale.

Voglio dire, l'idea di risorse illimitate non esiste esattamente da nessuna parte nelle filosofie o nei modelli economici occidentali.

Sarebbe stata una salita narrativa per ambientare la storia nell'Inghilterra o nella Francia medievali, per esempio.

Inoltre, l'ambiente ispirato all'Asia meridionale offriva molte più opportunità per poesia, psicologia, storia e metafisica.

La cultura dell'India ha solo più sfaccettature.

Qual è stato il processo creativo dietro l'immaginazione di qualcuno come Asha?

I problemi di Asha sono specifici ma universali.

Quindi in realtà era solo questione di esercitare i muscoli mentali per immaginare un personaggio nella sua vita reale, momento per momento.

"Non in descrizioni ampie e ampie, ma in singole unità di emozione, bisogno, speranza ed esistenza, che si sommano".

Se ti dedichi abbastanza tempo e non hai fretta, puoi, credo, allineare la tua immaginazione in modo abbastanza completo con le caratteristiche di qualcun altro.

Per usare la tua parola, e per estensione le loro azioni e conseguenze.

Qual era l'importanza degli elementi spirituali e filosofici?

John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

Bene, Asha sta intraprendendo un viaggio spirituale e filosofico. Non uno che volesse prendere a proposito.

Le piacevano le cose come erano, prima del viaggio, ma le cose come stavano non duravano. Quindi non ha davvero altra scelta che cercare una nuova via da seguire.

E non puoi trovare una nuova via da seguire con mezzi materiali o con un corso d'azione irrazionale o impulsivo – che ti porta solo in tondo.

Hai bisogno di una guida, che è a spirituale e/o input filosofici, ovunque provenga, anche se proviene da dentro di te.

Quindi gli elementi che menzioni sono in realtà i mattoni della storia, non i suoi ornamenti. Se li sottrai, la storia si sgretola.

Perché hai fatto riferimento anche ai matrimoni abusivi e alla femminilità?

Penso che stiamo vivendo un momento in cui questi argomenti non sono solo rilevanti, sono urgenti.

Per me, mi sembra necessario esplorare questi argomenti in qualsiasi modo.

E attraverso qualsiasi mezzo potrebbe intaccare il catastrofico fallimento della nostra civiltà planetaria guidata dal testosterone.

Quindi stiamo parlando dell'Asia meridionale e dell'ovest ora, e ovunque nel mezzo.

"Dopo 10,000 anni di modernità comportamentale, o qualunque sia il numero effettivo, chiaramente non funziona".

La biologia della mascolinità ha creato un'intera serie di valori falsi e selvaggiamente pericolosi in quasi tutte le società della terra.

Abbiamo bisogno di un nuovo paradigma prima che sia troppo tardi, e c'è solo un'opzione: il femminile. Non intendo la femminilizzazione degli uomini come individui.

Intendo l'impulso femminile come un modo prioritario e valorizzato di vedere il mondo e di interagire con esso.

La stessa Asha non la pensa in questi termini, sarebbe troppo grandioso per lei, troppo pretenzioso.

Ma nel suo modo estremamente modesto, è un'agente del cambiamento.

Che tipo di ricerca è stata condotta su "Asha of the Air"?

John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

Oltre a studiare le traduzioni e i commenti al "Upanishad" che ho menzionato, ho letto abbastanza sulle leggende cavalleresche dell'Europa medievale.

Alcuni pezzi chiave dei quali si fanno strada nella storia di Asha. A parte questo, la ricerca era principalmente linguistica.

Non che io sia un linguista, solo un dilettante estimatore della disciplina.

Ho anche avuto la fortuna di avere diversi madrelingua hindi consigliarmi, incluso un insegnante di hindi.

Questo probabilmente conta più come generosità da parte loro che come ricerca da parte mia, ma è così.

Ci sono stati personaggi o temi che ti hanno davvero colpito?

Sarebbe difficile per me dire che il personaggio del titolo non risuona con me.

Quello che mi piace di più di Asha è che è consapevole e aperta sui suoi difetti, ma alla fine non si lascia rovinare.

C'è il vecchio cliché che dovresti scrivere su ciò che sai, che è probabilmente l'indicazione più idiota nella storia dei consigli.

"Certo, quello di cui dovresti scrivere è quello che vuoi sapere."

Questo è ciò che rende la scrittura una scoperta e, se è una scoperta per lo scrittore, ha il potenziale per essere rivelatore per il lettore.

Scoprire il percorso di Asha è stata la mia motivazione. Era i miei occhi e le mie orecchie sulla strada per qualcosa di meglio.

"Asha of the Air" è in quattro parti anziché in capitoli distinti, perché farlo?

John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

Il mio lavoro quotidiano è scrivere e, occasionalmente, dirigere film, quindi probabilmente sono colpevole di pensare per impostazione predefinita a una struttura tripartita, più una coda per buona misura.

Ma creare grandi interruzioni in una narrativa scritta sembra essere stranamente soddisfacente.

C'è qualcosa di molto drammatico ed eccitante nei salti temporali. È difficile per me capire perché funziona.

Qualcosa al riguardo penso aggiunga autorità alla storia quando ti rendi conto che le cose sono accadute fuori dallo schermo, e ora siamo di nuovo nel flusso e dobbiamo recuperare il ritardo.

È stato più impegnativo scrivere sulla cultura dell'Asia meridionale?

Essendo un maschio bianco cresciuto sulla costa orientale degli Stati Uniti, non proverei mai a scrivere della cultura dell'Asia meridionale dal punto di vista di qualcuno che l'ha vissuta davvero.

Ma le filosofie dell'Asia meridionale non credo che i saggi vedici mirassero a tenersi per sé.

"Quindi, nella misura in cui sono solo uno studente di quella tradizione di saggezza, mi sono sentito a mio agio nell'esplorarla nella narrativa".

Inoltre, il contesto fantasy, ovvero il genere fantasy, penso dia allo scrittore più libertà per vagare oltre i confini del suo background personale.

E alla fine, non è la vera Asia meridionale o la vera India di cui ho scritto. È una cultura inventata che è influenzata dall'hindi e ispirata all'Asia meridionale.

Pensi che rivisiteresti una trama ispirata all'Asia meridionale?

John Huddles parla di "Asha of the Air" e della cultura dell'Asia meridionale

Nel lontano 2003, ho fatto un viaggio a Mumbai per incontrare una certa star di Bollywood e discutere di un film su cui stavamo cercando di unire le forze.

Alla fine i tempi non hanno funzionato, i programmi a Bollywood sono stati piuttosto complicati rispetto alle riprese negli Stati Uniti.

Ma il lato positivo del viaggio per me è stato l'essere esposto, anche se solo per poche settimane, alla cultura e alle persone spettacolari dell'India.

Quindi sì, l'Asia meridionale continuerà a ispirarmi e mi piacerebbe rivisitarla sia in realtà che in finzione.

Per lo meno mi piacerebbe includere personaggi dell'India o della diaspora indiana nelle storie, nella stampa e nei film.

Anche perché questo è il modo in cui il mondo è effettivamente composto oggi.

Il mio ultimo libro, pubblicato nel 2020, è un racconto di avventura di fantascienza per bambini ambientato sulla luna, Buono sulla luna.

Lo stesso Boon è un piantagrane di nove anni che si trasferisce nella colonia lunare di Cosmopolis con i suoi genitori.

La prima persona che incontra lì è una bambina di nove anni di Jaipur chiamata Honeybun Bajpai, che si è trasferita a Cosmopolis l'anno prima con i suoi genitori.

Sua madre è un chirurgo del cervello e suo padre è un allergologo spaziale.

Nessuna sorpresa, Honeybun è la ragazza più intelligente della classe di Boon a scuola, un vero genio.

Si scopre anche essere la ragazza che Boon sposerà in futuro. La diaspora indiana raggiunge persino lo spazio in questa storia.

Di quali futuri romanzi/progetti puoi parlarci?

Per quanto riguarda i nuovi progetti, sto sviluppando un adattamento di "Asha Of The Air" per una serie limitata in streaming.

La mia "lista", come si suol dire, include altri film che si svolgono negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

"Inoltre, sto lavorando a un nuovo romanzo, una storia alternativa degli Stati Uniti, ambientata alla fine del 1800."

La narratrice sembra essere una giovane donna americana nata a Delhi (figlia di scienziati americani che lavorano lì) e cresciuta interamente in India.

All'età di 20 anni, prende una nave per l'America per visitare per la prima volta un paese di cui è cittadina ma di cui non sa nulla in prima persona.

Quindi è un altro punto di vista sull'intersezione dell'Asia meridionale e dell'ovest, anche se di nuovo in un genere fantasy.

È chiaro quanto John sia intuitivo, espressivo e dedito al suo mestiere.

Mentre molti potrebbero chiedersi perché John abbia avuto un'influenza così forte nell'Asia meridionale nel suo lavoro, altri lo stanno lodando.

Sta dando l'esempio a più autori per abbracciare gli ideali e i valori dell'Asia meridionale e presentarli a un pubblico più ampio.

Asha dell'aria fa esattamente questo. Ti attrae e ti mette proprio accanto ad Asha mentre sperimenti il ​​suo dolore, le sue lotte e i suoi trionfi.

Lettura altamente emotiva, poetica e stimolante, questo romanzo è un'esperienza davvero accattivante per i topi di biblioteca di tutto il mondo.

O per coloro che desiderano tornare alla lettura, non c'è posto migliore per iniziare che con questo libro.

Scopri di più su John Huddles e Asha dell'aria qui.



Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di John Huddles, Amazon e Blue Mountain.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Dovresti essere citato in giudizio per il tuo orientamento sessuale?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...