La donna giapponese molestata da Holi Revelers rompe il silenzio

Il filmato che mostra una donna giapponese molestata dai festaioli durante le celebrazioni di Holi a Delhi è diventato virale. Ora ha rotto il suo silenzio.

Donna giapponese molestata da Holi Revelers rompe il silenzio f

La donna giapponese che è stata molestata da un gruppo di uomini durante le celebrazioni di Holi a Delhi ha ora parlato dell'incidente.

Un video virale ha mostrato la giovane donna che veniva afferrata e palpata dagli uomini mentre le applicavano aggressivamente del colore.

Lei urla di smetterla, tuttavia, gli uomini continuano a molestarla, con uno che le ha persino rotto un uovo.

Alla fine del video, la donna – di nome Megumiko – viene vista piangere per l'incidente traumatizzante. Schiaffeggia uno dei molestatori prima di andarsene in lacrime.

Sebbene non abbia sporto denuncia, la polizia ha preso atto dell'incidente e ha arrestato tre persone, tra cui un minorenne.

Verrà intrapresa un'azione contro l'imputato ai sensi del Delhi Police Act.

La donna giapponese da allora ha lasciato l'India e ora si è aperta sull'incidente.

In una serie di tweet, ha dichiarato: "Il 9 marzo, ho twittato un video del festival indiano Holi, ma in seguito il numero di RT e DM è aumentato più di quanto avessi immaginato, ed ero terrorizzata, quindi ho cancellato il tweet.

"Ci scusiamo sinceramente con coloro che sono stati offesi dal video."

Megumiko ha continuato spiegando di aver partecipato alle celebrazioni di Holi con 35 dei suoi amici.

“Avevo sentito che era molto pericoloso per una donna uscire da sola durante il giorno all'Holi festival, un festival indiano a cui ho partecipato, quindi ho partecipato all'evento con un totale di altri 35 amici.

“Purtroppo, questo tipo di situazione si è verificata.

“Il video che ha innescato l'incendio questa volta non era una scena in cui un cameraman dedicato veniva aggredito di proposito, ma un video girato per caso mentre un altro partecipante giapponese all'evento stava filmando lo scenario del festival.

“Vi sarei grato se poteste capire che non stavo cercando di trasmettere le anomalie e i danni del festival di Holi in India.

“È difficile da vedere nel video, ma il cameraman e altre persone ci stanno aiutando lungo il percorso.

"Il luogo in cui è stato girato il video è considerato uno dei luoghi più pericolosi dell'India e ho partecipato al festival".

Descrivendo il festival, ha detto: "Il festival originale di Holi è un festival tradizionale meraviglioso e divertente con lo scopo di celebrare l'arrivo della primavera versando polvere colorata e acqua l'uno sull'altro e godendosi indipendentemente dal colore della pelle o dallo stato sociale".

Megumiko si è anche scusata per aver causato preoccupazione.

“Vorrei esprimere le mie sincere scuse per aver causato preoccupazione e ansia in molti modi, anche se il mio obiettivo era trasmettere gli aspetti positivi e le gioie dell'India. Veramente dispiaciuto.

“Sulla scia di questo incidente, la polizia ha promesso di rafforzare la repressione e speriamo che le molestie contro le donne diminuiscano in modo significativo al festival di Holi dal prossimo anno.

“E soprattutto, amo tutto dell'India, ci sono stato molte volte ed è un paese affascinante.

“È un paese meraviglioso che non puoi odiare anche se ricevi questo incidente. India e Giappone saranno per sempre Tomodachi (amici).”

Molti utenti indiani di Twitter hanno espresso la loro rabbia nei confronti dei molestatori, esortando anche la donna giapponese a non incolpare se stessa per il suo terribile calvario.

Uno ha detto:

“Non c'è motivo per cui ti scusi. Gli uomini indiani che "giocano" a Holi ti devono delle scuse. Stai bene e abbi cura di te.

Un altro ha scritto: “Non hai nulla di cui scusarti. Mi vergogno profondamente dei miei connazionali e mi dispiace tanto che tu abbia dovuto affrontare questa esperienza.

“Per favore, stai al sicuro e non esitare a denunciare le parti orribili della cultura indiana.

“Amare una cultura o un luogo non significa non poterlo criticare.”

Un terzo ha commentato: "Mi dispiace per le persone rozze che ti hanno molestato, intimidito e ti hanno fatto sentire come se dovessi essere dispiaciuto per quello che ti è successo".

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Bigg Boss è un reality show parziale?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...