Jaisay Aapki Marzi evidenzia chi abusa della vita reale

Jaisay Aapki Marzi descrive gli abusi domestici all'interno del matrimonio e offre agli spettatori uno sguardo su tre casi di vita reale.

Mikaal Zulfikar fa luce sullo Sherry da 'Jaisay Aapki Marzi' - F

Zahir ha tenuto Noor in ostaggio per un paio di giorni

Jaisay Aapki Marzi rimane popolare tra il suo pubblico grazie alla sua trama incisiva e alla recitazione impeccabile di un violentatore e di una vittima, interpretata da Mikaal Zulfiqar e Dur-e-Fishan Saleem.

Dur-e-Fishaan ha conquistato i cuori nei panni di Aleezay, una vittima di abusi che cerca disperatamente di rendere felice suo marito.

D'altra parte, Mikaal ha centrato la sua interpretazione di Sherry, che si affretta ad abusare emotivamente di sua moglie quando anche la più piccola cosa non va per il verso giusto.

Il dramma ricorda duramente diversi casi di abusi domestici di alto profilo che coinvolgono donne pakistane.

Sebbene il Jaisay Aapki Marzi è un dramma di fantasia, ci ricorda comunque che questi problemi hanno luogo nella realtà e che non c'è molta differenza tra la vita reale e la vita reale quando si tratta di abusi domestici.

Noor Mukadam

Jaisay Aapki Marzi evidenzia i veri abusatori della vita - noor

L'omicidio di Noor Mukadam è stato uno dei casi più discussi, provocando rabbia e crepacuore per l'ingiustizia subita dalla vittima.

La figlia dell'ex diplomatico Shaukat Mukadam, Noor è stata brutalmente assassinata da Zahir Jaffer, figlio di un'influente famiglia di amministratori di una società commerciale e di gestione di progetti.

Zahir ha tenuto Noor in ostaggio per un paio di giorni, torturandola e abusando sessualmente di lei.

Successivamente è emerso che anche se Noor ha tentato di scappare più volte, l'aiuto domestico di Zahir non le ha permesso di andarsene, portando all'arresto della famiglia di Zahir e dell'aiuto domestico per aver nascosto prove.

Noor è stato assassinato per decapitazione e al suo arresto Zahir ha ammesso che intendeva uccidere la sua vittima per aver rifiutato la sua proposta di matrimonio.

È stato accusato di omicidio premeditato, stupro, rapimento e reclusione.

Nel febbraio 2022, Zahir è stato condannato a morte dal tribunale di Islamabad e le sue guardie sono state condannate a 10 anni di carcere.

I genitori di Zahir, Zakir Jaffar e Asmat Adem, sono stati ritenuti responsabili di aver nascosto le prove e del loro coinvolgimento nel crimine.

Sara Inam

Jaisay Aapki Marzi evidenzia i veri abusatori della vita - Sarah

Sara Inam è stata assassinata dal marito Shahnawaz Amir dopo soli tre mesi di matrimonio.

Shahnawaz ha ucciso Sarah nella residenza di sua madre a Islamabad.

Sarah era appena tornata da un viaggio di lavoro ad Abu Dhabi e in seguito a una discussione, Shahnawaz ha picchiato a morte sua moglie con un manubrio dopo che lei si era rifiutata di dargli dei soldi.

Poi nascose il suo corpo nella vasca da bagno.

Secondo un rapporto della polizia, Sarah non sapeva che suo marito era stato sposato due volte e che era un tossicodipendente.

È stato anche portato alla luce che Shahnawaz aveva preso la proprietà di un'auto che Sarah aveva acquistato a suo nome.

Al suo arresto, Shahnawaz ha affermato di aver ucciso Sarah in un atto di legittima difesa perché credeva che avesse una relazione.

Sania Khan

Jaisay Aapki Marzi evidenzia i veri abusatori della vita - sania

Sania Khan è stata uccisa a colpi di arma da fuoco dal suo ex marito Raheel Ahmad in un omicidio-suicidio a Chicago nel luglio 2022.

È emerso che Raheel ha scoperto frammenti su TikTok di Sania in cui parlava del suo matrimonio infelice.

In diverse occasioni Sania aveva parlato del suo divorzio e della conseguente vergogna che aveva provato nei confronti della comunità dell’Asia meridionale.

Lei aveva espresso:

"Quando si affronta un divorzio come donna dell'Asia meridionale, a volte si ha la sensazione di aver fallito nella vita."

“Il modo in cui la comunità ti etichetta, la mancanza di sostegno che ricevi e la pressione di restare con qualcuno perché 'cosa dirà la gente' rende più difficile per le donne lasciare matrimoni in cui non avrebbero dovuto essere, tanto per cominciare. "

Sania aveva anche rivelato che la sua famiglia aveva cercato di fare pressioni su di lei affinché rimanesse nel matrimonio.

Considerando che si tratta di casi reali, Jaisay Aapki Marzi ha catturato magistralmente l'essenza di una relazione violenta e la mancanza di simpatia che in qualche modo viene mostrata dai membri della famiglia.

È una lezione su come riconoscere i segnali d'allarme sia dell'aggressore che della vittima e molti spettatori si sono fatti avanti dicendo di aver sperimentato la stessa cosa nella loro relazione.

Sana viene da un background legale che sta perseguendo il suo amore per la scrittura. Le piace leggere, ascoltare musica, cucinare e fare la sua marmellata. Il suo motto è: "Fare il secondo passo fa sempre meno paura che fare il primo".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale area pensi che il rispetto si stia perdendo di più?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...