Il volto universale della bellezza sta cambiando?

Il volto della bellezza è sempre stato conforme agli ideali fissati dall'Occidente. L'idea di avere determinate caratteristiche fisiche è considerata il giusto tipo di bellezza.

Il volto universale della bellezza sta cambiando? f

"La vera sfida è far sembrare bella una ragazza scura"

Il mondo in cui viviamo è costituito da una serie di molteplici influenze culturali che hanno influenzato la società dall'arte, alla moda alla bellezza.

In questo caso, il volto della bellezza è un concetto ristretto controllato dall'Occidente.

L'idea di avere determinate caratteristiche fisiche come un naso sottile, labbra carnose e mascella cesellata è considerata bella.

Tuttavia, il mondo è pieno di vari volti di diverse etnie con aspetti unici.

Quando si tratta del concetto di bellezza, questi volti non sono considerati attraenti perché non sono conformi agli ideali occidentali.

Nonostante ciò, c'è stato un desiderio maggiore di rompere questo quadro irrealistico di ciò che è considerato la norma.

Indaghiamo se il volto della bellezza stia finalmente cambiando per accettare apparenze diverse.

Inclusività delle linee di trucco

Il volto universale della bellezza sta cambiando? - fondazione

L'inclusione, l'accettazione e la varietà dovrebbero essere al centro di tutti i marchi di trucco, tuttavia, per alcuni marchi questo è inesistente.

Fondotinta è un prodotto di base per il trucco, anche se molte donne di colore faticano a trovare la giusta tonalità.

Per questo motivo, devono acquistare più di un fondotinta per cercare di creare la tonalità giusta per se stessi.

Nel settembre 2017, il mondo del trucco è rimasto sbalordito quando la sensazione di canto Rihanna ha lanciato la sua linea di trucco all-inclusive, Fenty Beauty.

È stata ampiamente elogiata per il suo riconoscimento delle vaste tonalità della pelle e per il catering per le masse.

Con 50 innovative tonalità di fondotinta dai toni chiari a quelli scuri, ce n'è per tutti i gusti.

Secondo FentyBeauty.com, Rihanna mirava a riempire il vuoto nel settore del trucco e promuovere la diversità. Ha detto:

“Rihanna è stata ispirata a creare Fenty Beauty dopo anni di sperimentazione con il meglio del meglio - e continua a vedere un vuoto nel settore per i prodotti che funzionano su tutti i tipi di pelle e tonalità.

"Ha lanciato una linea di trucco 'in modo che le donne di tutto il mondo fossero incluse', concentrandosi su una vasta gamma di tonalità della pelle tradizionalmente difficili da abbinare".

Non sorprende che la linea di trucco di Rihanna valga $ 900 milioni. Il suo successo è dovuto alla sua considerazione dei toni della pelle più profondi.

Suman, una stilista di 27 anni, ha espresso la sua opinione su quanto siano inclusivi i marchi di trucco. Lei disse:

“Negli ultimi tempi, il trucco è cambiato drasticamente. Ci sono sempre più marchi che fanno di tutto per soddisfare quelli di noi di colore.

“Le gamme di ombre sono aumentate e sono diventate più diversificate. In particolare, un marchio che viene in mente è Fenty Beauty.

“Questo ha davvero avuto un grande impatto sul mondo della bellezza. Rihanna si è occupata di tutte le tonalità della pelle e di come questo costituisse un esempio per il resto da seguire.

“Anche se alcuni marchi si sono sforzati di soddisfare più ampiamente, non tutti i grandi nomi hanno seguito l'esempio.

"Questo dimostra che ci sono ancora alcune persone che hanno la percezione che l'equità sia legata alla bellezza."

Uno di questi marchi che viene in mente è Tarte Cosmetics. Tarte è noto per il suo correttore, Tarte Shape Tape Concealer.

È stato elogiato per la sua consistenza leggera ma coprente.

Tuttavia, quando il marchio ha lanciato la sua Tarte Shape Tape Foundation nel 2018, non si rivolgeva alle donne di colore.

Invece, hanno rilasciato 15 tonalità di fondotinta con solo quattro tonalità progettate per le donne di colore.

Di conseguenza, Tarte ha ricevuto un contraccolpo per la sua mancanza di inclusività. I consumatori erano furiosi per la loro gamma ristretta di tonalità e hanno continuato a prendere in giro il marchio.

Un utente ha utilizzato Instagram per esprimere la sua rabbia. Ha commentato:

“Nel momento in cui ho visto la gamma di colori per il Tarte Shape Tape Foundation, è stato un grande NO da parte mia.

"È assurdo come nel 2018 le WOC (donne di colore) abbiano problemi a trovare la loro sfumatura perché i marchi non sono abbastanza inclusivi".

Sin dal loro rilascio, Tarte ha continuato a includere basi più profonde per adattarsi alla pelle marrone e scura.

Mentre più marchi di trucco stanno prendendo in considerazione l'idea di estendere la loro gamma di sfumature, dobbiamo ancora spingere per questo.

Questo ci fa dubitare che il volto della bellezza stia davvero cambiando.

Instagram bellezza

Il volto universale della bellezza sta cambiando? - instagram

Il mondo della Instagram gioca un ruolo importante nel modo in cui percepiamo la bellezza.

Fornisce una voce all'ordinario consentendo a tutti noi di mostrare le nostre visioni in qualsiasi modo riteniamo opportuno.

In questo caso, guardiamo a Instagram da un punto di vista se consente una visione diversa della bellezza.

In superficie, Instagram è sommerso da una serie di post che evidenziano l'inclusione della bellezza.

Tuttavia, molti di questi post sono conformi all'appropriazione sociale della bellezza di Instagram.

Tutti si sforzano di pubblicare le proprie foto "degne di nota" affinché tutti possano vederle e apprezzarle. È diventata una piattaforma mondiale in cui le persone possono interagire con il proprio pubblico.

Sappiamo tutti che tutto ciò che vediamo online deve essere preso con precauzione e Instagram è sicuramente uno dei principali colpevoli.

In effetti, Instagram è uno degli spazi online più negativi in ​​quanto porta a effetti negativi sulla salute, sull'immagine del corpo e sulla percezione della bellezza.

Attraverso confronti costanti, le persone si stanno paragonando agli standard fissati dai social media.

Considerando che la maggior parte dei post su Instagram è stata modificata per apparire in un certo modo.

Grandi labbra, zigomi scolpiti, sopracciglia vaporose e curve sono intonacate dappertutto.

Vedere tali immagini fa sì che le persone si sentano autocoscienti riguardo al loro aspetto.

Aliya, un'assistente didattica di 24 anni, discute della realtà distorta ritratta su Instagram. Lei spiegò:

“L'ascesa di Instagram ha portato a molte false rappresentazioni della bellezza. L'intera percezione di ciò che è considerato bello fisicamente è molto distorta da ciò che vediamo online.

“Da celebrità come The Kardashians a modelli Insta, tutti ritraggono immagini irrealistiche di ciò che dovremmo aspirare ad assomigliare.

“Questo porta le giovani generazioni, sia uomini che donne, a cercare di raggiungere obiettivi abbastanza poco pratici in termini di aspetto.

"Questo può prendere una svolta molto drastica e portare a risultati negativi".

Nonostante alcuni influencer su Instagram stiano cercando di rompere gli schemi, sono messi in ombra dalle masse che si conformano alle norme.

Ancora una volta, ostacola coloro che stanno tentando di sfidare il volto mutevole della bellezza.

Diversità della bellezza dell'Asia meridionale 

Il volto universale della bellezza sta cambiando? - renee

L'idea di associare la pelle chiara all'essere belli è stata prevalente in Cultura dell'Asia meridionale per tutto il tempo che possiamo ricordare.

Questa omogeneità delle norme di bellezza è stata finora coltivata che è diventato apparentemente impossibile allontanarsi da tali ideali.

Nonostante l'Asia meridionale fosse composta da una vasta gamma di abitanti, l'influenza dominante degli europei regnava suprema.

Il loro tono della pelle chiara ha modellato l'archetipo di ciò che è considerato bello.

Tuttavia, il concetto di bellezza inizia a essere messo in discussione. Le donne di colore stanno tentando di interrompere il ciclo continuo.

Uno di questi esempi è il modello indiano, Renee Kujur. Nata a Chhattisgarh, in India e con sede a Nuova Delhi, è stata sminuita per la sua carnagione scura.

Ciò ha portato alla sua lotta per ottenere l'approvazione e lavorare in India. I fotografi attenti al colore hanno svergognato Renee per non adattarsi agli standard di bellezza.

Secondo un rapporto dell'Hindustan Times, Renee Kujur ha spiegato la lotta che ha dovuto affrontare per ottenere l'accettazione. Lei disse:

“Sundar ladki ka makeup toh koi bhi kar sakta hai (chiunque può truccare una bella ragazza). La vera sfida è far sembrare bella una ragazza dark e l'ho fatto.

La fortuna di Renee iniziò a cambiare quando la gente iniziò a notare che assomigliava a Rihanna. Lei disse:

“Con un pregiudizio così radicato nella mente delle persone, sarebbe stato molto difficile trovare lavoro. Il fattore Rihanna si è rivelato una benedizione.

“I fotografi direbbero ai loro clienti che assomiglio a Rihanna. In questo modo è stato più facile convincerli. Nessuno poteva negare che Rihanna fosse bellissima.

“Ho riso della parte di Rihanna. Ma presto tutti hanno detto la stessa cosa. "

“Rihanna ha già convinto le persone che è sexy e bella e che l'Occidente è pazzo di lei. se le somiglio, come posso essere poco attraente?

“È così che funziona la nostra mente. Non so dove sarei atterrato senza Rihanna.

“Pochi sono disposti a piegare le regole. Per la maggior parte delle persone, bellezza significa rigorosamente pelle chiara. Ci vorrà tempo per riscrivere le norme, ma sono felice di far parte del cambiamento ".

Renee è solo un esempio delle donne che lavorano per ottenere l'accettazione nel duro mondo della bellezza.

Anche modelli come Toshada Uma e Sonali Singh aspirano a rompere con gli standard rigorosi e dovrebbero essere sostenuti per i loro sforzi.

Non ha colpito solo coloro che hanno cercato di lasciare un segno nel mondo della moda o della bellezza. Anche le persone comuni ne hanno sentito l'impatto.

Komal, un'infermiera di 31 anni, ha spiegato come le norme stabilite per essere attraente la influenzassero. Lei disse:

“Crescendo, non ho mai veramente pensato a me stessa come bella. L'idea di essere snelli, avere la pelle chiara e i capelli chiari era ciò che definiva la bellezza.

“Mi sono sempre opposto a questi ideali. Col passare del tempo e con il passare del tempo, c'è stata una maggiore accettazione per quelli di noi di colore.

“Questo mi ha aiutato ad accettare le mie caratteristiche e a percepirmi come bella.

"Nonostante questo, abbiamo ancora molta strada da fare per rompere completamente questo stereotipo e convinzioni".

Nonostante il cambiamento delle aspettative della società e l'avanzamento in questa materia, ci sono ancora norme che devono essere sostituite.

Non dovremmo limitarci a ciò che vediamo online, i limiti impongono i miei marchi di trucco piuttosto dovremmo sentirci ispirati a cercare il cambiamento.

Come è stato detto, la bellezza è negli occhi di chi guarda e dovremmo difendere questo concetto.

Ayesha è una laureata inglese con un occhio estetico. Il suo fascino risiede nello sport, nella moda e nella bellezza. Inoltre, non evita gli argomenti controversi. Il suo motto è: "non esistono due giorni uguali, questo è ciò che rende la vita degna di essere vissuta".

Immagini per gentile concessione di Marie Claire, abc.net e Google Images.