L'India sta riscrivendo la storia rimuovendo la storia moghul dai libri?

In seguito alla modifica dei libri per eliminare i riferimenti alla storia Mughal, il governo indiano è stato accusato di riscrivere la storia.

L'India sta riscrivendo la storia rimuovendo la storia moghul dai libri - f

By


"Non puoi cambiare la storia del paese".

I Moghul, una famiglia regnante che dominò gran parte dell'India tra il XVI e il XIX secolo, videro i loro capitoli di storia rimossi dai libri di testo.

Il Bharatiya Janata Party (BJP), che è attualmente al potere in India, ha espresso apertamente il suo obiettivo di riscrivere la storia della nazione e respingere quella che definisce la "mentalità schiavista" dei governanti coloniali.

Amit Shah, il ministro degli affari interni, ha dichiarato in un discorso nel 2019:

"È nostra responsabilità scrivere la nostra storia".

Dopo che il BJP si è insediato nel 2014, sono state apportate molte modifiche ai libri di testo, suscitando accuse di "zaffronizzazione" del curriculum nelle scuole e nelle istituzioni da parte dei detrattori.

I riferimenti ai Mughal sono stati spesso modificati o eliminati negli ultimi anni, mentre Vinayak Damodar Savarkar è stato definito un "grande patriota" e il "combattente per la libertà più celebrato".

Il Consiglio nazionale per la ricerca e la formazione educativa (NCERT) ha rilasciato nuove versioni dei libri di testo di storia e scienze politiche e alcuni dei cambiamenti, alcuni dei quali sono stati discretamente implementati senza le consuete notifiche pubbliche, hanno sollevato polemiche.

Molti riferimenti alle rivolte del Gujarat sono stati rimossi anche dai libri di testo dall'NCERT, secondo un esame dei libri di testo da parte del quotidiano Indian Express, che ha reso pubbliche le modifiche.

Per Modi, all'epoca primo ministro del Gujarat e accusato di coinvolgimento nelle violenze, i disordini del 2002 sono un argomento particolarmente delicato.

Il governo ha recentemente vietato a BBC documentario che ha esaminato il coinvolgimento di Modi nelle rivolte.

Tutti i libri di testo di scienze sociali per studenti di età compresa tra gli 11 ei 18 anni non includono più i disordini a seguito delle modifiche più recenti.

Per "snellire" il curriculum e alleggerire i carichi degli studenti sulla scia dell'epidemia di Covid-19, NCERT ha anche preso capitoli sul Mughal tribunali dai libri di testo di storia per studenti di 17 e 18 anni.

Le revisioni dei libri di testo sono state fortemente criticate da storici e partiti di opposizione.

Secondo Mallikarjun Kharge, il leader del partito di opposizione del Congresso ha dichiarato:

"Puoi cambiare la verità nei libri, ma non puoi cambiare la storia del paese".

L'omissione della storia Mughal dal libro di testo, secondo Aditya Mukherjee, professore di storia indiana contemporanea all'Università Jawaharlal Nehru, è uno sforzo per "armare" e "cancellare" la storia per servire lo scopo politico del governo.

Mukherjee ha detto:

"Ogni volta che abbiamo assistito alla cancellazione di una particolare comunità dalla nostra storia, di solito è seguito da un genocidio della comunità".

Dinesh Saklani, capo dell'NCERT, ha affermato che tutte le revisioni sono state approvate da un "gruppo di esperti".

Ha aggiunto che sarebbe inappropriato “sproporzionarli”.

Secondo Gopal Krishna Agarwal, portavoce nazionale del BJP, non si trattava di “riscrivere la storia”, ma piuttosto di controbilanciare “l'approccio di parte” di alcuni storici.

In risposta a una richiesta di commenti da parte del Ministero dell'Istruzione, il dipartimento dell'Istruzione non ha fornito una risposta.



Ilsa è una digital marketer e giornalista. I suoi interessi includono la politica, la letteratura, la religione e il calcio. Il suo motto è "Dai alle persone i loro fiori mentre sono ancora in giro per annusarli".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale gioco preferisci?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...