Amit Mishra dell'India accusato di presunta aggressione

La polizia di Bengaluru ha accusato il filatore indiano Amit Mishra di aver aggredito una donna nell'hotel a cinque stelle Ritz Carlton nel settembre 2015. Convocato dalla polizia, il giocatore di cricket è stato invitato a comparire di persona entro sette giorni.

Amit Mishra dell'India accusato di presunta aggressione

"Ha cominciato a darmi risposte evasive e mi ha urlato contro. Ha cercato di oltraggiare la mia modestia".

Amit Mishra è stata accusata e convocata dalla polizia di Bengaluru, dopo che un'amica ha affermato che lo spinner indiano aveva abusato e aggredito il 25 settembre 2015.

La polizia ha chiesto al giocatore di cricket nato a Delhi di presentarsi di persona per essere interrogato entro sette giorni, altrimenti potrebbe affrontare un'azione severa.

La trentaquattrenne residente a Bengaluru, Vandana Jain, è stata identificata come la presunta vittima in questo caso.

Jain è noto per aver prodotto la commedia di Bollywood del 2014 Balwinder Singh Famoso Ho Gaya, insieme a una volta co-proprietario della squadra delle Tigri del Bengala come parte della Celebrity Cricket League.

Jain aveva presentato una denuncia formale alla stazione di polizia di Ashok Nagar, accusando Mishra di averla abusata e aggredita quando era andata a trovarlo all'hotel a cinque stelle Ritz Carlton dove alloggiava.

Amit Mishra dell'India accusato di presunta aggressioneAveva detto alla polizia che Mishra aveva regolarmente visitato la sua casa in Rest House, Crescent Road durante il suo allenamento in città presso la National Cricket Academy.

Mishra ospitato nella stanza numero 810 è stato accusato di aver aggredito Jain con un bollitore elettrico durante un'accesa interazione verbale tra i due.

Nella denuncia presentata il 27 settembre 2015, Jain ha dichiarato:

“Ho saputo che è in città per allenarsi prima del tour in Sud Africa. La sera del 25 settembre, sono andato nella camera d'albergo del Ritz Carlton e ho cominciato a parlargli.

“Ha iniziato a darmi risposte evasive e mi ha urlato contro. Ha cercato di oltraggiare la mia modestia. Anche pochi membri del personale dell'hotel l'hanno visto e le riprese delle telecamere a circuito chiuso devono confermarlo. Per favore, agisci contro di lui per avermi aggredito. "

video

Confermando il presunto assalto ai media, il DCP della stazione di polizia di Bengaluru, Sandeep Patil afferma:

“A Bangalore è stato registrato un caso contro il giocatore di cricket indiano Amit Mishra. Il caso è stato registrato nel mese di settembre su denuncia di una signora.

“La denunciante sostiene di conoscere Mishra negli ultimi tre anni e quando la squadra indiana era qui per l'allenamento di cricket nel mese di settembre. A quel tempo Amit Mishra soggiornava in uno degli hotel di Bangalore.

“Un giorno in cui questo denunciante è andato nella stanza di Amit Mishra. Quindi, quando era nella stanza, in quel momento anche Mishra è venuta lì.

“A quel tempo hanno avuto una discussione accesa e alla fine lei sostiene che lui l'abbia aggredita, abusata e aggredita fisicamente.

“Quindi a questo proposito è stato registrato un FIR. È già stata avviata un'indagine. L'indagine è in corso ”, aggiunge Patil.

Ai sensi delle sezioni 354 e 328 del codice penale indiano, il 32enne è stato arrestato per aggressione o forza criminale nei confronti di una donna con l'intento di oltraggiare la sua modestia e causare ferite con l'intento di commettere un reato.

Amit Mishra dell'India accusato di presunta aggressioneMishra, che era stata nominata nella squadra di prova per le prime due partite contro il Sud Africa, non ha ancora risposto a queste gravi accuse.

La BCCI (Board of Control for Cricket in India) ha avviato la propria indagine in merito e può intraprendere azioni appropriate contro il giocatore se ritenuto colpevole.

Amit Mishra rischia di essere arrestato, se non si presenta davanti alla polizia entro il periodo di sette giorni.

Faisal ha un'esperienza creativa nella fusione di media e comunicazione e ricerca che aumentano la consapevolezza delle questioni globali nelle società postbelliche, emergenti e democratiche. Il suo motto di vita è: "perseverare, perché il successo è vicino ..."