Il segreto è svelato, le donne indiane amano la masturbazione

Mentre più donne in India si masturbano oggi che mai, conversazioni sane e l'educazione sessuale sono ancora in evoluzione. Scopriamo perché il gatto masturbatore è ancora confinato negli angoli più profondi della borsa tabù.

La donna indiana si gode la masturbazione

Circa il 52% delle donne, all'incirca tra i 16 ei 45 anni, si è masturbato ad un certo punto della propria vita.

La masturbazione era nuova e spaventosa per Reema. Il fatto che non fosse molto brava con i gadget ha peggiorato le cose.
Il suo nuovo vibratore rosa acceso giaceva lì, in attesa di essere usato.

Un centinaio di domande apparvero nella sua testa simultaneamente mentre cercava di capire cosa facesse ogni pulsante.

Innanzitutto, le luci si sono abbassate. Ha cercato di impostare l'atmosfera in modo appropriato, accendendo una candela accanto al letto.

La camicia da notte si tolse e le lenzuola si accesero, coprendo la sua nuda curiosità insieme al suo corpo. Le sue gambe e la sua mente si aprivano ora a nuove possibilità.

L'esplorazione è iniziata in un terreno sconosciuto iniziando con il suo tocco e poi preparando il terreno per le sue vibrazioni.

Pochi minuti e pochi istanti di vertigini dopo, il debole ronzio elettrico si placò e il suo respiro si stabilizzò.

Si era appena masturbata e le piaceva. Nessuno l'aveva vista. Nessuno sapeva cosa avesse fatto. Il suo piacere era suo, così come il suo senso di colpa.

Quante donne si masturbano in India?

Sono finiti i giorni in cui concetti come "le donne non guardano il porno" o "le donne non si masturbano" dominavano il discorso pubblico.

L'analisi annuale di Pornhub ha fornito alcune notizie incoraggianti per i consumatori di porno donne indiane.

"La categoria delle lesbiche rimane la più popolare tra le donne nel 2017, in tutto il mondo, vista quest'anno il 197% in più dalle donne rispetto agli uomini", cita il loro statistica annuale.

Gli spettatori porno femminili indiani sono aumentati del 129% nel 2017.

La proporzione di consumatori di pornografia femminile dall'India è aumentata del 129% su Pornhub

L'India non è il paese timido per la masturbazione che era una volta. La terra del Kamasutra si è aperta alla sperimentazione.

Secondo l' India Today Sex Survey, un paese in cui il 75% delle persone ha affermato di non masturbarsi nel 2003 ha visto quella percentuale precipitare al 35% lo scorso anno.

Proporzione di visitatori di sesso femminile su Pornhub nel 2017

Le forze legislative indiane si sono trovate a rimescolare perennemente i piedi quando hanno a che fare con il tessuto sessuale del paese.

Sebbene i giocattoli sessuali e altri dispositivi siano considerati vietati, un rapporto al quarzo allude a un fiorente settore di attività.

L'industria valeva 1,000 crore di Rs ($ 161 milioni) nel 2014. Si prevede che tale cifra salirà a 8,700 crore di Rs ($ 1.36 miliardi) entro il 2020.

È interessante notare che nel 2017 è stato rivelato che Le donne punjabi acquistano la maggior parte dei giocattoli sessuali in India.

Sappiamo che più persone si stanno masturbando. La domanda è: quante di loro sono donne e come stanno "bene", lasciano stare la società?

La percentuale di persone che affermano di non masturbarsi è scesa al 35% [India Today Sex Survey 2018]

Le basi della masturbazione

Una ricerca su Google per "sessuologo in India" probabilmente fornirà un elenco preoccupantemente dominato dagli uomini.

La donna sola in alcune di queste ricerche è la dottoressa Sharmila Majumdar, la prima sessuologa indiana.

Anche una psicoanalista praticante, conosce troppo bene la mancanza di dati sulla salute sessuale femminile nel Paese.

Lei spiega:

"Masturbarsi è un processo fisiologico in un uomo, ma appreso in una donna."

L'atto solitario di gratificazione sessuale per le donne si basa sui loro metodi per creare quel piacere. Che si tratti di stimolazione con o senza giocattoli sessuali.

L'esperta di Hyderabad sottolinea quanto sia comune la masturbazione tra le donne nelle grandi e piccole città dell'India, dicendo:

“Circa il 52% delle donne, all'incirca tra i 16 ei 45 anni, si è masturbato ad un certo punto della propria vita. Non ha effetti collaterali ed è una sana abitudine da avere, a patto di non esagerare e di mantenere una buona igiene. Tuttavia, conversazioni sane sull'autostimolazione non sono così comuni. "

Raggiungere la maggiore età: scoprire il piacere personale

Per Fatima, scrittrice di lifestyle di 29 anni, la bocchetta per le mani è stata la sua prima visione del mondo della masturbazione:

“Allora avevo 14 anni. Quando ho usato una volta lo spray per le mani sotto la doccia, ho scoperto che mi eccitava. Poi ho sperimentato con il soffione della doccia ed è stata una sorta di epifania. Non avevo idea di quale fosse la sensazione, tranne che mi sentivo bene. "

Una descrizione volgare della masturbazione in un libro di Meg Cabot ha portato Ria, una dipendente delle Nazioni Unite di 23 anni a scoprire quale fosse questa sensibilità nella sua regione inferiore.

“Non ricordo il nome - ma nel libro aveva descritto quello che stavo facendo. Tutto aveva un senso. Dopo averlo letto, mi sono emozionato ancora di più ".

Sharon, che ha recentemente festeggiato i suoi 40 annith compleanno, ricorda di aver letto Jackie Collins e Harold Robbins con l'eccitazione di lei stessa di 13 anni.

Uno dei suoi compagni di scuola l'ha beccata a leggere lo stallone di Collins e spargi la voce sulla sua presunta delinquenza:

“Ero in classe 8 e l'intera classe, tranne una ragazza, non mi ha parlato. Ho studiato in una scuola femminile e praticavo la pallavolo in una scuola maschile nelle vicinanze. La voce si è sparsa anche a loro e hanno iniziato a trattarmi in modo diverso. Allora ho perso degli amici. "

Non tutti potevano prendere l'abitudine e accettare la necessità del piacere personale.

Neha, ingegnere e assistente sociale di 25 anni, dice:

“Mi vergognavo di indulgere in quello che fanno le persone su questi siti web 'sporchi'. Ho mantenuto segreta la mia abitudine alla masturbazione. "

"I miei genitori non potevano sapere che stavo navigando in rete o che mi dedicavo a queste attività 'oscene'."

La storia di Prerna, studentessa di ricerca di 23 anni, è un po 'diversa, che è la paura più grande di qualsiasi adolescente, figuriamoci quella indiana. Ricorda quando il suo segreto è stato scoperto:

“I miei genitori mi hanno beccato a masturbarmi una volta e si sono scandalizzati. Avevo 12 anni. Mi hanno semplicemente urlato contro e dopo non ne hanno parlato ".

Perché le donne si concedono la masturbazione?

La masturbazione era un modo per Mahima di uscire dal celibato post-divorzio.

“Io e il mio ex marito facevamo sesso almeno una volta al giorno. Dopo il mio divorzio, per ben due anni, mi sono trovato disinteressato al sesso. Ero emotivamente e fisicamente esausto. "

Per inciso, un po 'di sperimentazione su un aereo ha cambiato le cose per lei.

“È stata una decisione davvero improvvisa. Da allora sono stato generoso con il mio paradiso tropicale. "

Dice Mahima con un sorriso.

Neha ha trovato la masturbazione quando ha deciso di esplorare il porno per la prima volta all'età di 11 anni e dice:

“Lo faccio quasi tre volte a settimana. Soprattutto quando sono annoiato oa volte quando sono stressato. "

Ria si sforza di trattenere una risatina quando descrive la sua esperienza di rivolgersi anche alla pornografia per un consiglio.

“L'industria del cinema per adulti è dominata dagli uomini. La maggior parte dei video di donne che si masturbano sono esagerati e non assomigliano affatto a quello che faccio a me stesso ".

Non molte donne hanno questo lusso. Mentre il sesso sta diventando una conversazione da salotto, le abitudini personali come la masturbazione sono ancora nascoste dietro le tende della devianza sessuale e dell'ossessione.

Fatima garantisce questo processo di pensiero mentre spiega la sua equazione con i suoi genitori, dicendo:

“I miei sono abbastanza aperti su molte cose, comprese le relazioni e fare battute sporche. La masturbazione però è qualcosa di cui non parliamo perché è una cosa privata. Quello che fai per il tuo piacere non deve essere necessariamente discusso con i tuoi genitori, tra tutte le persone. "

"Io" nelle relazioni: portare il partner a bordo

La masturbazione non deve essere necessariamente un'attività io-me-me stesso.

Le donne con cui abbiamo parlato testimoniano del fatto che sono ottimi preliminari, un'esperienza di apprendimento per il partner e una svolta.

Kamni, un programmatore di software di 25 anni, dice:

"Trovo che il mio partner adori guardarmi e questo lo ha sicuramente aiutato a capire cosa mi piace che mi venga fatto sessualmente ancora di più."

Tuttavia, non tutte le coppie sono molto a loro agio con l'idea di un partner che si masturba.

Jordan, laureata in sociologia con sede a Nuova Delhi, afferma:

"Se mai entrassi nella stanza della mia ragazza e trovassi un vibratore, la prima cosa che noterei è quanto sia grande."

Soorya, un banchiere di investimenti con sede a Chennai sottolinea:

“È un grosso livido per il nostro ego, forse una sorta di segno della nostra inadeguatezza. Da qui, il disagio nel parlarne. "

Sharon asseconda questo punto di vista:

“Il mio ex compagno una volta si è avvicinato a me masturbandosi una volta, durante uno dei nostri periodi di raffreddamento. In qualche modo ha preso quello che stavo facendo come una testimonianza della sua mancanza di abilità a letto. Ho avuto un bel po 'di difficoltà a consolarlo su quanto fosse bravo a letto (lo era davvero). "

Sudha, una produttrice radiofonica di 32 anni, si è trovata dalla parte sbagliata dell'ego maschile però:

"Il mio partner di lunga data e io ci siamo trovati spesso a discutere sul motivo per cui avevo bisogno di indulgere. Seguirono insulti. Sono stato descritto come affamato di sesso e "impossibile da soddisfare". "

Nel processo, ha imparato quanto sia importante conoscere il proprio corpo per una buona vita sessuale.

“Ho fatto sesso molto insoddisfacente. Forse, non conoscere i miei punti di piacere era forse una grande ragione per cui. Mi sono seduto lì sperando per il meglio ", aggiunge, aggiungendo che alla fine ha scelto la scoperta di sé per arrivare all'inafferrabile" O ".

Abhishek, un comico e ingegnere di cabaret dice:

"Stiamo bene con gli uomini che esprimono i loro bisogni fisici, ma una donna che fa lo stesso è percepita come 'assetata', una rappresentazione estremamente problematica in questo."

Eccessiva indulgenza e masturbazione

Per la 36enne Shaira, il vibratore è stato la morte dei suoi muscoli di Kegel, per un breve periodo ovviamente. Ricordando la sua eccessiva indulgenza, dice:

“Ero single dopo un buon decennio trascorso in relazioni. Ero sicuro di non volere nulla di fisico che coinvolgesse una persona. Il mio vibratore è stato il mio migliore amico per un po '. "

"Quando le cose sono diventate fisiche con un uomo che mi piaceva molto, ho capito che non potevo raggiungere l'orgasmo, perché beh, non era la piccola cosa ronzante al lavoro."

Aggiunge con una debole risatina che accompagna la sua storia.

Sharmin, una studentessa di ginecologia, racconta come temeva di perdere la capacità di raggiungere naturalmente l'orgasmo dopo aver letto dell'uso eccessivo del vibratore in un articolo Cosmo:

“Ho scritto a un sessuologo locale che ha risposto alle domande sul giornale e il suo consiglio è stato di tornare alle basi. Se ritieni che il tuo dispositivo stia rendendo il sesso meccanico, rallenta le cose lavorando effettivamente per un orgasmo solo con le tue mani. Quindi passa a lasciare che il tuo partner ".

Facendo eco alle parole del pezzo nel Cosmo, raccomanda vivamente di ravvivare le cose.

Indicare che il giusto equilibrio è abbastanza importante quando si tratta di piacere personale rispetto al piacere ricevuto da un partner.

Forty's Club - Gli "asessuali" non ufficiali dell'India

Sudha ricorda di aver trovato un sito web porno aperto sul cellulare di sua madre.

"Mia madre è single da ben 20 anni e ho pensato che non avessi questi impulsi all'età in cui si trova. Vedere queste cose sul suo telefono mi ha davvero colto di sorpresa."

Buaji di Ratna Pathak Shah in formato Rossetto sotto il mio Burkha ha gettato luce su un argomento che molte donne hanno rapidamente spinto sotto le pieghe dei loro sari: i desideri delle donne anziane per eccellenza in India.

Ratna Pathak Shah in un'istantanea di Lipstick Under my Burkha. Il film parlava molto del diritto di una donna di provare piacere

La dottoressa Sharmila dice:

"Ci sono due categorie di donne anziane. Uno che ha veramente perso interesse per il sesso a causa dei cambiamenti corporei che derivano dalla menopausa o perché ha voglia di avere questi impulsi quando sono nonni è una devianza che può avere una cattiva influenza. L'altra categoria è quella di coloro che ora si sentono liberi di esplorare i propri impulsi senza la preoccupazione della gravidanza o la preoccupazione della responsabilità familiare ".

La madre di Prerna, Geetha, dice che la sua mancanza di conoscenza sulla masturbazione paralizza la sua comprensione dei suoi benefici.

“Non avevo idea che il piacere si potesse sentire in questo modo. Mia figlia ne ha parlato a volte durante una conversazione e sono felice che almeno lei ne sia consapevole. Con il tempo, mi sento come se fossi stato privato di tali piaceri. Bene, ora lo so. "

Shireen, una designer di 52 anni, ha una storia diversa.

"Non tutti gli uomini sono un Milind Soman dopo 50 anni. Non sono sempre così energici ed entusiasti di essere schiavi per il tuo piacere."

“Gli uomini più giovani vedono stranamente le donne anziane con molto prospettiva influenzata dal porno. Ogni suono che esce dalla bocca di una donna non è un pollice in su per le tue capacità e sarai in grado di deciderlo solo se hai esplorato il tuo corpo abbastanza bene ".

Il Kama Sutra e la masturbazione femminile

Nel suo blog, il mitologo Seema Anand scrive: “Il sesso insoddisfacente per le donne era considerato debilitante, quasi pericoloso per la vita, con conseguenze mentali e fisiche di vasta portata che potevano avere un impatto negativo sulla vita dell'uomo. Il sesso insoddisfacente era un male da evitare in ogni momento. "

I fluidi corporei di una donna sono infiniti, spingendo così la conservazione al sedile posteriore. La masturbazione aiuterebbe il metabolismo e la funzione ottimale degli organi.

kama sutra masturbazione

Il sanscrito chiamava l'arte di usare le dita per aiutare l'eccitazione Ardhendu. Era una delle 64 abilità importanti da perfezionare, secondo i testi.

È interessante notare che la Kama Sutra della scuola e il Sushruta Samhita (un antico trattato di medicina) hanno anche un intero manuale per l'auto-stimolazione, dove anche gli oggetti trovano una menzione.

Il blog di Seema dice:

"Ci sono certi nervi erotici in una donna a cui non è possibile accedere con il sesso tradizionale: le dita e i dispositivi erano essenziali in questi casi."

Questo liberalismo non si riflette troppo in quello indiano pieghe culturali medievali e moderne però.

Il fatto che piaccia a ricercatori e teorici Sigmund Freud spesso la masturbazione associata alla follia e alla dipendenza non aiutava le persone a capire e indulgere al piacere personale quanto avrebbero voluto.

Pertanto, sorge la domanda, il piacere sessuale diventa un obbligo e un'opportunità da presentare, sulla base di testi come il Kama Sutra, che non è semplicemente un manuale sessuale?

La masturbazione è un'attività femminista?

Il pregiudizio che fa pendere la bilancia a favore del "diritto degli uomini di masturbarsi" rispetto alle donne ha anche creato mostri sociali come la mutilazione genitale.

Prevalente anche nei paesi del primo e del terzo mondo, questa pratica atroce e pesantemente condannata comporta il taglio deliberato o la modifica dei genitali femminili senza una valida ragione medica.

Il motivo spaventoso sembra essere il desiderio di limitare la sessualità femminile, garantire la verginità prima del matrimonio e aumentare il piacere sessuale maschile.

La narrativa patriarcale del 21 ° secolo è andata oltre la violenza per avvolgere l'esplorazione femminile.

Questo spiega perché la masturbazione è un aspetto così vitale del femminismo moderno della terza ondata.

In il suo pezzo nella rivista di New York intitolata Per le donne, la masturbazione è l'ultimo tabù del sesso, la scrittrice Ann Friedman commenta come i conservatori sociali siano minacciati dall'idea di una donna che gode della sua compagnia. Sharon rispecchia questa visione.

"La gente ci dice cose come, 'indossa una dupatta', 'copriti sempre le gambe / il petto', 'non sederti con le gambe divaricate', 'niente collo profondo nelle camicette a meno che tu non lo copra con un sari', 'ecc. Ti rende irrequieto nella tua stessa pelle. La società ci insegna l'imbarazzo e la vergogna "

Le donne oggi guardano più materiale pornografico e aprono sempre più le loro preferenze. Tuttavia, rimane un problema: i film sono sempre diretti da uomini.

“La pornografia non è mai stata pensata per lo sguardo femminile. Parti del corpo esagerate e l'immagine della donna che urla lo sottolineano. Hai notato come la maggior parte delle pornostar hanno corpi scolpiti, labbra imbronciate e occhi cadenti? " aggiunge.

Perché questa conversazione è necessaria?

La semplice menzione della parola - masturbazione - spesso rende le donne indiane rosse in faccia.

Mentre darsi una mano è un argomento da spogliatoio per gli uomini, la masturbazione continua a essere un grande no-no nell'arsenale di argomenti di conversazione di una donna.

Qualcosa di semplice come toccare il proprio inferno è una questione di vergogna, devianza e peccato, a seconda di quale obiettivo - religioso, sociale o culturale, si sceglie di indossare.

Alcuni anni fa, come riportato in The Guardian, La Svezia ha organizzato un concorso per coniare una parola specifica femminile per la masturbazione. Klittra - i risultati dichiarati.

Nel frattempo, a poche migliaia di chilometri di distanza, le donne lottano con la loro comprensione ed esperienza della parola, spesso si rivolgono a Internet per informazioni.

Con l'età, Neha è diventata un po 'più sperimentale, provando diversi tipi di opzioni di penetrazione per le stimolazioni. Lei dice:

“L'emoji melanzana non è una metafora fuori luogo. Ho provato a usare altri sostituti vegetali lunghi e spessi per stimolarmi. "

L'India ha una fiorente industria di giocattoli sessuali nonostante le sanzioni legali.

Sottolinea anche che molti dei suoi amici hanno fatto lo stesso e alla fine ne hanno parlato solo a causa del relativo disagio o infezione.

Le storie dell'orrore che circondano l'uso di oggetti andati male sono abbondanti online.

La dottoressa Sharmila sottolinea:

"Questa è la più grande preoccupazione che circonda la masturbazione."

"L'opzione più sicura, in generale, è usare un vibratore, dopo averlo adeguatamente igienizzato, ovviamente", raccomanda.

Inoltre sconsiglia vivamente la dipendenza da Google per l'esplorazione sessuale:

“Se stai facendo qualcosa di sbagliato, o senti di aver bisogno di sapere come aggirare qualcosa, ci sono riviste accademiche e fonti scientifiche a cui fare riferimento. Tante risorse, ma nessuna consapevolezza circa le stesse ".

Educazione sessuale: un invito a ripensare seriamente

Per altri come Bindu, un consulente di 30 anni con sede in Canada, la conversazione sul sesso era un grande no a casa.

“I miei genitori volevano che avessi un bambino. Di conseguenza, abbiamo dovuto discutere di sesso. In caso contrario, lo hanno evitato attivamente ".

“Non credo di sentirmi a mio agio a parlare di masturbazione con gli altri. Quando sei sposato, si ha questa percezione che o sei una persona con una morale dissoluta o che tuo marito non sa come soddisfarti ".

“I contesti sociali considerano la masturbazione una parolaccia. A parte quel capitolo mal redatto sul sesso in fondo a ogni libro di biologia di cui ridacchiano i backbencher, l'educazione sessuale è praticamente inesistente nelle nostre case e nelle nostre scuole. La masturbazione non esiste nel discorso sessuale educativo ".

Nel mondo in cui viviamo, percezioni mal riposte sul sesso hanno offuscato la nostra comprensione di ciò che è giusto e sbagliato.

L'educazione sessuale e, soprattutto, la normalizzazione della salute sessuale per il soggiorno stanno lentamente diventando una priorità urgente oggi.

In questa luce, diverse app e risorse online hanno tentato di incoraggiare un atteggiamento più sano nei confronti del corpo femminile e del suo funzionamento.

"Ho un bambino di quattro anni e ho iniziato a parlarle di parti del corpo e spiegandole cosa possono essere un buon tocco e un cattivo tocco", dice la dottoressa Sharmila.

“Non è giusto continuare a guardare al governo per affrontare questo problema in un programma di studi. La carità inizia a casa. Anche una sana percezione del proprio corpo e dei propri bisogni dovrebbe ", aggiunge.

Mostra e racconta: perché la rappresentazione è importante

Dalle app per dispositivi mobili alle scene nei film, sta cambiando anche la rappresentazione della masturbazione femminile su diversi mezzi.

Le rappresentazioni popolari delle donne e della masturbazione si sono evolute dal American Pie muffa.

Il più degno di nota degli esempi è quello di Guillermo Del Toro La forma d'acquaIl personaggio di Sally Hawkin lancia il fagiolo come parte delle sue attività mattutine.

La masturbazione è stata ritratta esteticamente in The Shape of Water (2017)

Questo è stato un rinfrescante deviante dalle solite rappresentazioni iper-sessualizzate di donne che si masturbano. Non rannicchiarsi in biancheria da letto fantasia o giocare sensualmente con biancheria intima di pizzo.

Il regista premio Oscar è stato citato in un'intervista a una rivista web americana detto,

“Volevo mostrare il modo in cui sogna l'acqua, usa l'acqua per bollire le uova, poi va e entra nell'acqua, si masturba, si lucida le scarpe e va a lavorare. Una routine perfettamente accettabile per qualsiasi standard. "

Sudha fa riferimento al cinema indiano e ai problemi che derivano da un "consiglio di censura pudico".

“Solo i film di nicchia piacciono Fuoco, Goddesse indiano arrabbiatos e Margarita Con Una Cannuccia esplorare la sessualità femminile. Ci sono eccezioni, non la norma. "

Artisti del calibro di Emma Watson, Rihanna e Miley Cyrus hanno tutti parlato sfacciatamente della masturbazione. Non possiamo dire lo stesso dei personaggi pubblici del subcontinente.

La dichiarazione di Ranveer Singh che gli piace il sesso gli è valsa il etichetta di un dipendente dal sesso. Le conseguenze sociali per le celebrità femminili potrebbero essere molto peggiori.

Con il sano aumento delle donne nelle troupe di produzione e il nuovo talento registico femminile, sembra che ci sia un rivestimento positivo.

“Abbiamo bisogno di più film creati da donne con donne per una nuova prospettiva. Questo vale per il cinema e il porno perché tutti noi potremmo usare un test di realtà una volta ogni tanto ", aggiunge Mahima.

"Abbiamo bisogno di conversazioni intelligenti e nelle giuste impostazioni. Non devo dettagli sulla mia vita sessuale o su cosa fanno le mie dita quando sono solo e sono eccitato da nessuno. Tuttavia, se parlarne e mantenere una mente aperta potrebbe portare a un atteggiamento più sano nei confronti del piacere, allora perché no? " dice Shireen, un piccolo occhiolino aggiunto.

“Per quanto necessario, è difficile. Un saluto con due dita a tutti coloro che lo fanno già ".

In conclusione, sembra evidente che il profilo culturale indiano del Kama Sutra al world wide web ha sempre mantenuto una sana opinione dell'autocompiacimento femminile.

Le donne si sono servite nel corso dei secoli. Tuttavia, i livelli di volume della conversazione costruttiva sono diminuiti.

Con più celebrità che ne parlano e più risorse per sviluppare una sana comprensione della pratica oggi disponibile rispetto a prima, andare controcorrente non sembra più un'idea così cattiva.

Dopotutto, il piacere personale dipende dalle preferenze personali e non significa che una donna indiana che non si masturba non stia godendo di una grande vita sessuale. Ma quelli che lo sono, stanno forse trovando un modo per soddisfarsi in un modo che i partner non possono o con la libertà di essere single e di fare ciò che vogliono sentendosi in colpa o no.

Lavanya è una laureata in giornalismo e una Madrasi azzurra. Attualmente oscilla tra il suo amore per i viaggi e la fotografia e le scoraggianti responsabilità di essere una studentessa MA. Il suo motto è: "Aspira sempre di più: denaro, cibo, drammi e cani".

Prashant Ram (Flickr)