La donna indiana "ha rifiutato" l'ingresso al ristorante per aver indossato il sari

Una donna indiana si è rivolta ai social media e ha affermato che le era stato rifiutato l'ingresso in un ristorante di fascia alta a Delhi per aver indossato un sari.

per indossare Saree f

"Non sono mai stato insultato in questo modo."

Un ristorante di fascia alta sta affrontando critiche sui social media per aver rifiutato di consentire l'ingresso a una donna perché indossava un sari.

Tuttavia, il ristorante con sede a Delhi ha affermato che l'incidente è stato travisato e credeva nell'"onorare la nostra comunità indiana e ha sempre accolto i nostri ospiti in tutti i codici di abbigliamento, dal moderno al tradizionale".

Anita Choudaary ha usato i social media e ha detto che non le era permesso di entrare nel ristorante Aquila all'Ansal Plaza il 19 settembre 2021, perché indossava un sari.

Ha scritto: “In uno dei ristoranti di Delhi, il sari non è considerato un vestito elegante.

“Il nome del ristorante è Aquila.

“Abbiamo litigato per il sari e sono state inventate molte scuse, ma non mi è stato permesso di entrare nel ristorante, perché l'abbigliamento indiano – il sari non è un vestito elegante.

“Non sono mai stato insultato in questo modo. Mi sento anche ferito».

La signora Choudaary ha anche condiviso un video dello scambio tra lei e il personale del ristorante, insieme a diverse foto di se stessa nel suo sari.

Il suo post è diventato virale e ha portato il ristorante a ricevere critiche.

Una persona ha detto: “Chi decide che il sari non è 'abbigliamento intelligente'?

“Ho indossato sari nei migliori ristoranti negli Stati Uniti, negli Emirati Arabi Uniti e nel Regno Unito.

“Nessuno mi ha fermato. E qualche ristorante dell'Aquila detta un codice di abbigliamento in India e decide che il sari non è "abbastanza intelligente"? Bizzarro."

Un altro ha scritto: “Anche il Covid non ha comprato dei ristoranti con i piedi per terra. Ancora quell'atteggiamento altezzoso condiscendente.”

Il ristorante ha risposto alle accuse e ha detto la sua versione della storia.

In una dichiarazione, il ristorante ha affermato che la clip di "10 secondi" pubblicata dalla signora Choudaary faceva parte di una conversazione di "un'ora".

La dichiarazione diceva:

“Abbiamo scelto di rimanere in silenzio fino ad ora e abbiamo assistito con pazienza allo svolgersi della situazione relativa all'incidente avvenuto all'Aquila il 19 settembre.

“Un ospite ha visitato il ristorante e gli è stato gentilmente chiesto di aspettare al cancello perché non c'era alcuna prenotazione a suo nome.

“Tuttavia, mentre discutevamo internamente su dove potevamo farli sedere, l'ospite è entrato nel ristorante e ha iniziato a litigare e a maltrattare il nostro personale.

"Ciò che è successo dopo è andato oltre la nostra immaginazione, con l'ospite che schiaffeggiava il nostro manager."

Le riprese della CCTV hanno mostrato una donna che entrava nel ristorante mentre indossava un sari e schiaffeggiava un membro dello staff.

Un altro video mostrava altri commensali che entravano con i sari senza problemi.

Il ristorante si è scusato per il commento sul fatto che i sari non siano "smart casual".

“Per affrontare la situazione e chiedere all'ospite di andarsene, uno dei nostri gate manager ha dichiarato che i sari non fanno parte del nostro codice di abbigliamento casual elegante e tutto il nostro team si scusa per lo stesso.

“Aquila è un marchio locale e ogni membro del team si erge come un indiano orgoglioso.

“La dichiarazione del nostro gate manager non è in alcun modo una rappresentazione del punto di vista dell'intero team sul codice di abbigliamento.

“Da nessuna parte nella nostra politica aziendale si dice che rifiuteremo l'ingresso a chiunque indossi abiti etnici.

"Anche se abbiamo tutto il diritto di prendere provvedimenti per la violenza dell'ospite contro il nostro personale, finora abbiamo scelto di mantenere la pace, ma in conformità con la nostra politica di trasparenza con i nostri stakeholder, stiamo ora rilasciando questa dichiarazione".

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Novitá

MOLTO ALTRO
  • DESIblitz.com vincitore dell'Asian Media Award 2013, 2015 e 2017
  • "Quotato"

  • Sondaggi

    Qual è la tua eroina di Bollywood preferita?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...