La donna indiana si è presentata come agente di polizia e ha emesso multe

Una donna indiana di 20 anni di Delhi ha commesso una frode fingendosi un agente di polizia. Come parte della frode, ha inflitto multe ai cittadini.

La donna indiana si è presentata come agente di polizia e ammende emesse f

"La donna è stata presa dal panico e non ha potuto mostrare la carta d'identità della polizia"

Una donna indiana di 20 anni è stata arrestata per essersi atteggiata a poliziotto e aver inflitto multe a ignari cittadini.

La donna si è presentata come assistente ispettore secondario e ha emesso false accuse a Tilak Nagar di Delhi ovest.

La polizia ha identificato la donna come Tamanna Jahan. Era disoccupata ma usciva vestita da poliziotto e infliggeva multe fasulle a cittadini che violavano le regole di distanziamento sociale o non indossavano maschere.

È stato riferito che avrebbe richiesto fino a Rs. 500 (£ 5) da ogni cittadino.

Secondo la polizia, quando si avvicinava alle persone, Jahan le faceva lampeggiare una stella sulla spalla per convincere le vittime che era un vero agente di polizia.

Jahan ha anche tenuto con sé un falso libro di sfidante (accusa) mentre camminava per le strade alla ricerca di vittime per il suo piano di guadagno.

La questione è venuta alla luce il 12 agosto 2020, quando l'agente Sumer Singh era fuori a pattugliare l'area. Ha individuato Jahan e si è insospettito.

Ha contattato l'agente Ashok e gli ha detto di andare nella zona e avvicinarsi a Jahan mentre indossava abiti normali.

Il DCP Deepak Purohit ha spiegato: “Ashok è andato senza maschera. Jahan ha fermato Ashok e gli ha detto di pagare una multa per non aver indossato una maschera.

“Quando le ha chiesto del suo incarico, ha detto che è stata assegnata alla stazione di polizia di Tilak Nagar come ASI.

“Ashok ha poi detto alla donna che anche lui lavora lì e non l'ha mai vista. La donna è stata presa dal panico e non ha potuto mostrare la carta d'identità della polizia all'agente. "

Una squadra di polizia guidata dall'ASI Bhom Singh è presto arrivata e ha arrestato la donna indiana.

Durante l'interrogatorio, Jahan ha detto alla polizia di aver effettuato la truffa perché aveva bisogno di soldi per la sua famiglia.

Ha detto che a causa della sua scarsa situazione finanziaria, lei posto come agente di polizia e ha emesso false accuse per guadagnare velocemente.

Un alto funzionario di polizia ha detto: “Si è recentemente sposata contro i desideri dei suoi genitori e non aveva soldi.

"Ha deciso di fingere di essere un'ASI in modo da spaventare i trasgressori e prendere soldi da loro in nome dello sfidante Covid."

"Si stava anche preparando per l'UPSC, ha sostenuto l'esame prima ma non è riuscita a superarlo."

Oltre ad essere stato arrestato, sono stati recuperati un falso libro di sfidante, contanti e la finta uniforme della polizia di Jahan.

Un caso è stato registrato contro di lei secondo le sezioni pertinenti del codice penale indiano.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Come pensi che suonino queste canzoni AI?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...