La donna indiana ha presentato 9 casi di falsa violenza sessuale

Una donna indiana è stata arrestata per aver presentato nove casi di violenza sessuale contro uomini nel tentativo di estorcere loro denaro.

La donna indiana ha presentato 9 casi di falsa violenza sessuale

By


la donna accusata ha iniziato a molestare il figlio

Una donna indiana è stata arrestata per aver intentato nove denunce di violenza sessuale contro diversi uomini tra settembre 2020 e novembre 2021.

L'Alta corte del Punjab e dell'Haryana ha negato alla donna la libertà su cauzione.

La polizia ha informato l'Alta corte del Punjab e dell'Haryana che la signora "abitualmente" ha presentato denunce di violenza sessuale, accusando falsamente i maschi e i loro familiari.

È stata arrestata per aver tentato di estorcere denaro a una madre e suo figlio minacciando di presentare una falsa denuncia di stupro contro di loro.

In una sentenza datata 7 dicembre 2022, che ha negato la cauzione dell'accusato, il collegio unico del giudice Ashok Kumar Verma ha dichiarato:

“Tenendo conto dei fatti e delle circostanze del caso, della gravità dei reati contestati e del fatto che il ricorrente è abituale a intentare cause contro persone diverse ma senza pronunciarsi sul merito della causa, sono del parere ponderato che il ricorrente non merita la concessione della regolare cauzione”.

La donna accusata aveva chiesto il ribaltamento delle accuse.

La donna indiana è stata inizialmente arrestata il 27 gennaio 2022, in associazione con un'estorsione FIR presentata dalla madre di un uomo a Gurugram, Haryana, il 29 dicembre 2021.

Secondo la denuncia, l'imputato ha portato il figlio della madre in un luogo remoto vicino a una fattoria in Haryana e ha svolto con lui “attività oscene”.

La madre ha affermato che la donna accusata ha iniziato a molestare suo figlio quando le ha detto che non voleva avere una relazione fisica con lei.

Da allora, si dice che la donna accusata abbia chiesto “soldi per un risarcimento” e abbia minacciato di sporgere denuncia per stupro contro il figlio del denunciante.

La donna sosteneva che il figlio del denunciante avesse sfruttato la loro amicizia traendone “indebito vantaggio”.

Ha detto che l'uomo ha avuto rapporti sessuali non consensuali con lei con il falso pretesto di volerla sposare.

Secondo lei, il FIR della madre era una risposta a una denuncia che aveva fatto anche contro di lui il 28 novembre 2021, presso la stazione di polizia femminile di Gurugram.

Secondo una dichiarazione giurata della polizia presentata l'8 ottobre 2022, la donna ha presentato nove FIR tra settembre 2020 e novembre 2021 contro "ragazzi e loro familiari".

La corte è stata anche informata che una volta scoperto che le affermazioni contenute in tali FIR non erano veritiere, in almeno tre di questi nove casi è stato avviato un procedimento ai sensi della Sezione 182 dell'IPC (codice penale indiano) contro la donna accusata.

Il tribunale ha inoltre osservato che un'ulteriore estorsione FIR era stata presentata contro di lei il 23 dicembre 2021.

Pertanto, lo stato si era opposto alla sua richiesta di rilascio su cauzione, sostenendo che aveva una storia di accuse false di maschi e loro parenti di crimini tra cui stupro e ricatto.

Osservando queste ammissioni, la corte ha osservato:

"La firmataria sta conducendo [un] racket per estorsione di denaro alle persone contro le quali le accuse sono state mosse da lei".



Ilsa è una digital marketer e giornalista. I suoi interessi includono la politica, la letteratura, la religione e il calcio. Il suo motto è "Dai alle persone i loro fiori mentre sono ancora in giro per annusarli".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Cosa ne pensi delle canzoni generate dall'intelligenza artificiale?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...