Donna indiana ricattata su LinkedIn per dare Rs 3.7 Lakh

Una donna indiana è stata estorta di Rs. 3.7 Lakh (£ 4,000) da un contatto con cui ha stretto amicizia su LinkedIn. È stata minacciata di essere implicata in un caso di contrabbando.

Donna indiana ricattata su LinkedIn per dare Rs 3.7 Lakh ft

"Mi sono spaventato e ho accettato di pagare solo per uscire da questo problema."

Una donna di Mumbai è stata ricattata per fargli consegnare Rs. 3.7 Lakh (£ 4,000) dopo aver stretto amicizia con qualcuno su LinkedIn, il sito web aziendale e orientato alla rete.

Il professionista IT, che lavora per uno studio privato, è entrato in contatto con un cittadino straniero nel febbraio 2019.

L'imputato, che affermava di essere un pilota britannico, ha mostrato affetto verso la vittima nonostante le abbia parlato solo per una settimana. Ha detto che le stava inviando regali sontuosi.

Tuttavia, quando la donna ha rifiutato di accettarli, è stata minacciata di essere implicata in un caso di contrabbando e riciclaggio di denaro. È stata costretta a pagare Rs. 3.7 Lakh (£ 4,000).

La donna ha sporto denuncia alla polizia e gli agenti hanno registrato un FIR.

Secondo la denuncia, la vittima è entrata in contatto con l'uomo LinkedIn. Si presentò come Maurison Franklin, un cittadino britannico che lavorava come pilota.

Dopo essersi collegati, la donna non sospettava nulla di sbagliato e ha iniziato a chattare con Franklin. Si sono anche scambiati i numeri di telefono.

Dopo alcuni giorni, Franklin disse alla donna che le stava inviando regali costosi.

Anche se la vittima si è rifiutata di accettarlo, Franklin ha insistito e le ha inviato un'immagine della ricevuta del corriere in cui si afferma che il pacco è stato spedito al suo indirizzo.

Ha detto alla donna che il pacco contiene una borsa di marca firmata, un oro Rolex orologio e £ 50,000 (Rs.46 Lakh). Franklin ha aggiunto che il pacco sarebbe arrivato tramite un corriere con sede nel Regno Unito.

Il giorno successivo, la vittima ha ricevuto una telefonata da una donna che dichiarava di lavorare per il corriere. Ha chiesto alla donna di pagare la tassa di elaborazione.

Quando la donna si è rifiutata di pagare la quota, è stata presumibilmente minacciata.

La vittima ha detto: “La donna ha minacciato di implicarmi in casi di traffico di droga e riciclaggio di denaro e mi ha diffamato sui social media perché sono il beneficiario di quel pacco.

"Mi sono spaventato e ho accettato di pagare solo per uscire da questo problema."

La donna non si è accorta di essere stata truffata fino a dopo aver verificato con la sede del corriere.

“La donna del corriere mi ha chiesto di trasferire l'importo in quattro diverse transazioni. Quando tutti i soldi del mio conto in banca sono stati trasferiti, non ho potuto pagare di più.

"Più tardi, ho controllato con la sede del corriere e mi sono reso conto di essere stato ingannato."

La vittima ha raccontato al marito del calvario e in seguito ha presentato una denuncia alla polizia.

Ha aggiunto: “Non ho mai pensato che il profilo della persona con cui ero entrato in contatto fosse falso. Sembrava genuino.

"Anche dopo aver preso così tanti soldi, mi chiamava da diversi numeri e chiedeva di pagare."

Un alto ufficiale di polizia della stazione di Vile Parle a Mumbai ha detto: "Abbiamo registrato un FIR e la nostra indagine è attiva".



Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO
  • Sondaggi

    Cosa conta di più per te in un partner?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...