Moglie e figlia indiane avvelenate dai suoceri

In un orribile incidente uscito dal Maharashtra, una moglie indiana e sua figlia sarebbero state avvelenate dai suoceri.

Moglie e figlia indiana avvelenate dai suoceri f

i suoceri si arrabbiarono e avvelenarono la moglie indiana

Una moglie indiana di Aurangabad, nel Maharashtra, e la sua giovane figlia sono morte dopo essere state presumibilmente avvelenate dai suoceri.

Le vittime sono state identificate come Aarti Kumari, 22 anni, e Gooddie Kumari di un anno e mezzo.

L'incidente è avvenuto giovedì 26 settembre 2019.

I suoi suoceri Dudheshwar Mehta, Dinesh Mehta e il marito Rajesh Kumar sono stati accusati di aver ucciso la madre e la figlia.

Dopo che gli agenti di polizia sono stati informati dell'incidente, sono arrivati ​​a casa e hanno inviato i corpi in ospedale per l'autopsia.

Secondo il fratello di Aarti, Amresh, suo marito e i suoceri la molestarono per dote.

Avevano richiesto gioielli d'oro e Rs. 1 Lakh (£ 1,150). Ma quando Aarti non poteva dare la dote, i suoceri si arrabbiarono e avvelenarono la moglie indiana e sua figlia.

Amresh aveva detto agli agenti che il marito e i suoceri di sua sorella erano responsabili del doppio omicidio.

Presto fu registrato un caso contro i suoceri della vittima.

Rajesh, Dudheshwar e Dinesh sono stati successivamente arrestati e presi in custodia per essere interrogati.

Amresh ha spiegato che dopo la morte della madre e della figlia, Rajesh aveva inventato una storia nel tentativo di coprire le sue tracce.

Ha fatto ricoverare Aarti e Gooddie in ospedale e ha chiamato Amresh sostenendo che stavano gravemente male.

Tuttavia, quando lo zio di Aarti è arrivato in ospedale, ha scoperto che i due erano già morti quando hanno raggiunto l'ospedale, suscitando sospetti.

Dopo che i medici hanno detto di essere stati avvelenati, i suoceri sono stati sospettati di averli uccisi, il che ha portato Amresh a presentare una denuncia.

Il marito ei suoceri di Aarti rimangono in custodia mentre gli agenti di polizia attendono i risultati dell'autopsia.

Anche se la dote è vietata in India, la pratica di morti e omicidi per dote continua a essere un problema enorme nel paese.

In un incidente simile avvenuto in Uttar Pradesh, una giovane donna e suo padre erano assassinato dai suoceri a seguito di una controversia sulla dote.

Savitri Devi e suo padre Rakshpal Gupta erano andati a casa di suo marito nel tentativo di risolvere il continuo disaccordo sulla dote tra le famiglie.

Sono andati a casa per scendere a compromessi. Tuttavia, le cose non hanno funzionato e sono stati presumibilmente attaccati dai suoceri di Savitri e dalla loro famiglia.

Sono stati presumibilmente picchiati con un martello prima che entrambi fossero strangolati a morte. La polizia ha detto che l'incidente è avvenuto intorno alle 2 del mattino.

Dopo che un caso è stato registrato dal fratello di Savitri, tre dei nove sospetti sono stati arrestati quando gli agenti di polizia hanno visitato la casa.

Includevano la suocera della vittima Maina Devi, il suocero Girish Chand e lo zio di suo marito Bhagwan Das.

Tuttavia, gli altri sei, compreso suo marito Paras Gupta, sono fuggiti.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Vorresti "vivere insieme" con qualcuno prima di sposarti?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...