Una studentessa indiana dice di essere stata vittima di bullismo da parte dei soldati ucraini

Uno studente tornato in India ha affermato che lei e altri studenti sono stati vittime di bullismo da parte di studenti ucraini al confine con la Polonia.

Una studentessa indiana dice di essere stata vittima di bullismo da parte dei soldati ucraini f

"I soldati ucraini ci usavano come burattini"

Una studentessa indiana ha affermato che lei e altri studenti sono stati vittime di bullismo e trattati come "burattini" dai soldati ucraini al confine con la Polonia.

La donna, che era rimasta bloccata, da allora è tornata a Indore, nel Madhya Pradesh.

Lo studente era iscritto alla Ternopil National Medical University.

Ha detto che fino a 60 persone hanno noleggiato un autobus da Ternopil il 26 febbraio 2022 per recarsi al confine con la Polonia.

Lo studente senza nome ha detto: “Ma a causa del traffico intenso e del caos sulla strada, ci è stato chiesto di scendere a 45 km dal confine.

“Siamo andati al confine con il freddo gelido, ma i soldati ucraini non ci hanno dato il permesso di attraversare.

“I soldati ucraini ci usavano come burattini, a volte chiedendoci di stare in piedi, a volte di sederci.

“Ci hanno anche chiesto di applaudire e ridere”.

Ha detto che alla fine le studentesse potevano entrare in Polonia.

La donna è tornata in India tramite un volo charter nell'ambito dell'operazione Ganga.

Un'altra studentessa che è tornata in India anche lei attraverso la Polonia ha detto:

“Il governo indiano aveva emesso un avviso chiedendoci di tornare a casa per la possibilità di una guerra.

"Ma c'erano corsi importanti e non potevamo partire senza il permesso dell'università".

Secondo i funzionari, sei studenti di medicina sono tornati a Indore dall'Ucraina il 2 marzo 2022.

Il parlamentare di Indore Shankar Lalwani e il parlamentare di Ujjain Anil Firojiya li hanno ricevuti e alcuni di loro si sono emozionati dopo essersi riuniti alle loro famiglie.

L'ambasciatore della Bielorussia alle Nazioni Unite Valentin Rybakov ha affermato che le guardie di frontiera polacche hanno aggredito circa 100 studenti indiani e hanno detto loro di tornare in Ucraina.

Successivamente sono stati collocati in un campo profughi in Romania.

Ha fatto le accuse mentre si rivolgeva all'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Rybakov ha dichiarato: "Il 26 febbraio, le guardie di frontiera polacche hanno picchiato e riportato in Ucraina un gruppo di circa 100 studenti indiani che sono stati poi gentilmente collocati in un campo profughi in Romania".

Nel suo discorso, l'ambasciatore dell'Ucraina alle Nazioni Unite, Sergiy Kyslytsya, ha affermato che un indiano nazionale è stato ucciso e un cittadino cinese è rimasto ferito nell'operazione militare russa nel suo paese.

Circa 8,000 cittadini indiani, principalmente studenti, sono bloccati in Ucraina.

L'India ha evacuato i suoi cittadini attraverso voli speciali dai vicini occidentali dell'Ucraina come Romania, Ungheria e Polonia poiché lo spazio aereo ucraino è stato chiuso dal 24 febbraio.

Lo spazio aereo ucraino è stato chiuso alle operazioni di aeromobili civili dal 24 febbraio, quando l'esercito russo ha attaccato il Paese.

Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO
  • Sondaggi

    Che tipo di abiti firmati compreresti?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...