Madre indiana che dona latte materno in mezzo a una pandemia

Una madre indiana di Mumbai ha donato il suo latte materno in mezzo alla pandemia e nonostante lo stigma sull'argomento.

Madre indiana che dona il latte materno durante una pandemia f

"Ho quindi deciso che continuerò a donare almeno per un anno."

Una madre indiana ha rivelato di aver donato il suo latte materno per salvare i bambini in mezzo alla pandemia e continuerà a farlo, nonostante il tabù che circonda l'allattamento al seno.

All'inizio del 2020, dopo aver avuto suo figlio, Nidhi Parmar Hiranandani, residente a Mumbai, si è resa conto di avere troppo latte materno immagazzinato ma giaceva inutilizzato.

Nidhi ha detto: “Il mio congelatore di casa continuava a riempirsi

“E avevo letto su Internet che il latte materno va a male dopo tre-quattro mesi in un congelatore domestico. A quel punto, avevo circa tre pacchetti da 150 ml ciascuno, in attesa di essere utilizzati. "

Si è avvicinata ad amici e parenti che hanno dato suggerimenti diversi. Alcuni hanno detto che poteva fare impacchi per il viso mentre altri hanno detto che ci avevano fatto il bagno ai loro bambini. Alcuni hanno detto che l'hanno semplicemente buttato via.

“Ci sono anche saloni che lo usano per fare creme.

"Ma ho trovato queste idee molto sciocche e volevo che il mio latte materno avesse un uso migliore."

Mentre su Internet, la regista di 42 anni ha scoperto donazioni di latte materno negli Stati Uniti, quindi ha iniziato a cercare centri di donazione in India.

Alla fine è stata raccomandata al Surya Hospital di Khar, Mumbai.

Tuttavia, il blocco a livello nazionale è avvenuto nel marzo 2020. L'ospedale le ha assicurato un ritiro senza contatto dalla sua porta di casa.

Da maggio 2020, la madre indiana ha donato circa 42 litri di latte all'Unità di Terapia Intensiva Neonatale (NICU) dell'ospedale Surya, dove molti bambini sono sottopeso e prematuri, spesso messi in incubatrici senza la madre.

Ha detto Nidhi VICE: “Sono andato in ospedale di recente per vedere finalmente come viene utilizzata la mia donazione e ho visto circa 60 bambini che avevano davvero bisogno di latte.

"Ho quindi deciso che continuerò a donare almeno per un anno."

I dati sui neonati con basso peso alla nascita non sono stati monitorati in modo efficace in India, ma gli studi disponibili mostrano che c'è un'alta prevalenza di bambini indiani sotto i cinque anni che sono malnutriti.

L'India ha ospedali con banche del latte umano per aiutare i bambini, ma non c'è molta consapevolezza.

Il ginecologo di Mumbai Dr Munjaal V Kapadia ha detto:

“Troverai queste banche per le donazioni se andrai a cercarle. Ma la maggior parte delle persone non sa nemmeno di avere la possibilità di donare il latte materno.

"Di solito è il primo e il più grande ostacolo: non sapere."

L'argomento è considerato tabù anche in India. Il dottor Kapadia ha aggiunto:

“Ma c'è uno stigma sociale che ha più a che fare con le persone che si sentono icky a prendere il latte materno di qualcun altro.

"La nostra società è anche un po 'regressiva quando si tratta di cose come questa."

Le discussioni sul latte materno e sulla sua donazione sono rare. Il dottor Kapadia ha spiegato:

“In primo luogo, non molte neomamme conoscono il latte materno, specialmente quelle nelle loro prime gravidanze.

“La loro prima fonte di informazioni, più che la famiglia e gli amici, è Internet.

"Le persone tendono a parlare di allattamento al seno o di donazioni di latte materno in ambienti affiatati, ma come società, non ne parliamo affatto".

La madre indiana ha anche rivelato di essere stata soggetta a silenzi imbarazzanti quando ha parlato della donazione di latte materno.

Nidhi ha detto: "Stavo discutendo con un membro della famiglia sul parlare ai media della mia donazione, e lei ha detto: 'Come puoi parlarne in pubblico?'

“Le ho chiesto quale fosse lo stigma o il trauma che c'è intorno perché è solo latte materno. Ma poi si rese conto di essere stupida.

“Non ci rendiamo conto del tipo di pregiudizi con cui siamo cresciuti.

“Diventa così intrinseco. Ci sono persone che pensano di non poterne parlare, ma una volta che ho discusso con loro, in realtà si chiedono perché si sentano così timidi nel parlarne. Qual è il problema? "

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Novitá

MOLTO ALTRO
  • DESIblitz.com vincitore dell'Asian Media Award 2013, 2015 e 2017
  • "Quotato"

    • Il 75% dei prodotti di bellezza [usa] sostanze chimiche che potrebbero essere aggressive per i tipi di pelle asiatici.

      Pelle sana bella tu

  • Sondaggi

    Pensi che gli inglesi-asiatici bevono troppo alcol?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...