Indiano lapida donna a morte per aver rifiutato lo stupro

In un incidente scioccante, un uomo indiano del Rajasthan ha lapidato a morte una donna dopo aver reagito quando ha tentato di aggredirla sessualmente.

Una banda di donna indiana violentata mentre era in un'auto in movimento f

ha fatto più lamentele ai vicini

Un uomo indiano ha ucciso una donna di 50 anni dopo aver reagito quando ha cercato di aggredirla sessualmente.

L'incidente scioccante è avvenuto in un tempio costruito nel distretto di Ajmer, nel Rajasthan, domenica 27 giugno 2021.

Secondo la polizia, Jitendra Trivedi, 30 anni, ha cercato di imporsi con la forza sulla donna, costringendola a schiaffeggiarlo.

L'imputato si è quindi ubriacato e per vendetta ha ucciso la donna, identificata come Sangeeta, lapidandola a morte mentre dormiva.

Secondo polizia di Ajmer, domenica 27 giugno 2021 un sacerdote ha trovato il corpo disteso nel tempio di Lotni Devi.

Il sacerdote Mahavir Sharma ha sporto denuncia e la polizia ha poi arrestato Jitendra per omicidio.

Durante le indagini, la polizia ha scoperto che Sangeeta ha dormito nel tempio di Lotni Devi durante la notte. Lo aveva fatto negli ultimi due mesi della sua vita.

Secondo quanto riferito, ha fatto più lamentele ai vicini che un mendicante di nome Jitendra l'avrebbe ripetutamente tenuta d'occhio.

Ha anche detto che aveva cercato di imporsi su di lei prima, durante le notti che trascorreva al tempio.

Durante il suo interrogatorio, Jitendra ha confermato le affermazioni di Sangeeta secondo cui l'ha tenuta d'occhio fino alla sua morte.

Ha anche confessato di aver tentato di violentare la donna e di averla uccisa quando lei si è rifiutata.

Gli uomini indiani spesso scelgono la lapidazione come metodo per uccidere le loro vittime.

Di recente, un altro uomo del Rajasthan ha ucciso violentemente il fratello minore con una pietra durante una lite per riparazioni domestiche.

L'omicidio è avvenuto nel distretto di Ramganj Mandi, nel Rajasthan, il 26 maggio 2021.

Secondo la polizia di Ramganj Mandi, Bhola Shankar e suo fratello Kamal stavano litigando mentre erano sul tetto della casa di Kamal.

Kamal ha chiesto a Bhola di rimuovere un pezzo di legno dal tetto di casa sua, e lui ha rifiutato.

Dopo un disaccordo verbale, Bhola ha preso a calci Kamal, facendolo cadere dal tetto.

Dopo che Kamal è atterrato sul pavimento di fronte a casa sua, Bhola ha preso una pietra e ha picchiato il fratello minore sulla testa per la rabbia.

Kamal sanguinò copiosamente dalla testa prima di perdere conoscenza. Bhola è poi fuggito dalla scena.

Nonostante abbia ricevuto cure all'ospedale Ramganj Mandi, Kamal è morto a causa delle ferite riportate il secondo giorno lì.

La polizia ha quindi rintracciato Bhola e lo ha arrestato dopo che l'altro fratello, Kalu, ha presentato una denuncia alla polizia contro di lui.

Louise è laureata in inglese e scrittura con la passione per i viaggi, lo sci e il pianoforte. Ha anche un blog personale che aggiorna regolarmente. Il suo motto è "Sii il cambiamento che desideri vedere nel mondo".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO
  • Sondaggi

    Quale stile di capelli da uomo preferisci?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...