L'uomo indiano innamorato ha rifiutato il matrimonio uccide la donna e se stesso

Un indiano del Rajasthan era innamorato. Tuttavia, dopo che gli è stato rifiutato il matrimonio, ha ucciso la donna prima di togliersi la vita.

L'uomo indiano innamorato ha rifiutato Il matrimonio uccide la donna e se stesso f

L'uomo indiano aveva costretto Varsha a salire in macchina

Un incidente è venuto alla luce il 12 novembre 2019, quando un uomo indiano ha sparato a una donna uccidendola prima di suicidarsi. L'omicidio-suicidio è avvenuto a Jhotwara, Jaipur.

La donna è stata identificata come Varsha Soni mentre il tiratore è stato chiamato Govind.

Si è sentito che Govind era innamorato di Varsha, ma quando ha rifiutato il matrimonio, l'ha uccisa.

Govind ha conosciuto Varsha nel 2016 quando lui e la sua famiglia si sono trasferiti nella zona in cui viveva.

Quando Govind la vide, ne fu subito attratto. La famiglia di Varsha afferma che i genitori di Govind hanno iniziato a discutere di matrimonio con lei perché appartenevano alla stessa casta.

Tuttavia, Varsha rifiutato sposare l'uomo indiano a causa del suo passato criminale.

Govind e un suo collaboratore hanno scontato cinque anni di prigione ciascuno per aver gettato acido su una giovane ragazza. Sono stati rilasciati nel 2011.

La famiglia di Varsha ha spiegato che Govind ei suoi genitori hanno continuato a chiedere il matrimonio nonostante gli fosse stato rifiutato.

Il padre della donna ha affermato che per un periodo di due anni, Govind e la sua famiglia le hanno fatto pressioni per sposarlo.

Govind ha persino iniziato a presentarsi a casa loro senza invito nel tentativo di far cambiare idea a Varsha.

Ma un giorno, Varsha ha parlato delle richieste di matrimonio e ha accettato di sposare Govind.

Tuttavia, ha cambiato idea dopo una conversazione con suo padre. Alla fine di ottobre 2019, Govind si è presentato nella casa in cui ha parlato di sposare Varsha.

In seguito al rifiuto del matrimonio, Govind si arrabbiò e minacciò di uccidere la donna che amava.

Indian Man 'In Love' ha rifiutato Il matrimonio uccide la donna e se stesso - la madre

Il 12 novembre 2019, Varsha è andata al mercato per acquistare frutta. Un'auto guidata da Govind in seguito si fermò nelle vicinanze, descritta dai testimoni come una guida "rapida".

Mentre era seduto in macchina, Govind ha tirato fuori una pistola e ha sparato a Varsha nella parte posteriore della testa, uccidendola.

È andato a un tempio vicino dove si è sparato. La gente del posto all'interno dei negozi ha sentito i due colpi di pistola ed è uscita per trovare l'uomo e la donna sdraiati sul pavimento, coperti di sangue.

Govind è stato portato in ospedale per cure, ma è morto il 13 novembre 2019.

La polizia ha raccolto filmati a circuito chiuso dalla zona, che hanno rivelato che Varsha era stata nel veicolo prima del suo omicidio. L'auto guidata da Govind era di proprietà di suo cognato Naresh.

Naresh ha spiegato di aver lasciato che Govind prendesse in prestito la sua auto poiché non c'era nessun posto dove parcheggiare la sua auto vicino a casa sua.

L'uomo indiano aveva costretto Varsha a salire in macchina dopo aver affermato che voleva parlarle. Ciò ha portato a una discussione tra i due prima che lei uscisse e andasse al mercato.

È stato rivelato che Govind era disoccupato, che era un altro motivo per cui Varsha si rifiutava di sposarlo. Gli ufficiali hanno sequestrato il telefono di Govind e prenderanno le dichiarazioni di entrambe le famiglie.

Nel frattempo, la gente del posto ha affermato di aver scoperto l'incidente attraverso i social media e le notizie.

Continuano le indagini per saperne di più sul tragico omicidio e suicidio.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale dramma televisivo pakistano ti piace di più?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...