Un uomo indiano estradato negli Stati Uniti per aver complottato per uccidere un separatista sikh

Un indiano accusato di aver complottato per assassinare un separatista sikh è stato estradato negli Stati Uniti.

Uomo indiano estradato negli Stati Uniti per complotto per l'omicidio del separatista sikh f

Le accuse contro di lui prevedono fino a 20 anni di carcere.

Un indiano accusato di aver complottato per assassinare un separatista sikh è stato estradato negli Stati Uniti e dovrebbe comparire in un tribunale di New York con l'accusa di omicidio.

Nikhil Gupta è stato estradato negli Stati Uniti dopo essere stato arrestato nella Repubblica ceca.

È accusato di aver tentato di assumere un sicario per assassinare il leader separatista sikh Gurpatwant Singh Pannun, cittadino americano.

I pubblici ministeri statunitensi sostengono che il signor Gupta fosse diretto da un indiano senza nome governo ufficiale. L’India ha negato qualsiasi coinvolgimento.

Nel maggio 2024, la Corte costituzionale ceca ha respinto una petizione di Gupta, che nega le accuse a suo carico, contro la sua estradizione negli Stati Uniti.

Si prevede che Gupta sarà presentato al tribunale di Lower Manhattan con l'accusa federale di omicidio su commissione. Le accuse contro di lui prevedono fino a 20 anni di carcere.

Attualmente è detenuto presso il Centro di Detenzione Metropolitano Federale di Brooklyn.

Nel novembre 2023, Gupta è stato accusato di aver complottato per uccidere almeno quattro separatisti sikh in Nord America, tra cui Pannun.

Gupta ha pagato 100,000 dollari (79,000 sterline) in contanti a un sicario per uccidere il signor Pannun. Tuttavia, il sicario era un agente federale sotto copertura.

Il signor Pannun ha la doppia cittadinanza statunitense-canadese e vive a New York.

È il consigliere generale di Sikhs for Justice, un'organizzazione con sede negli Stati Uniti che sostiene il più ampio movimento Khalistan, che chiede una patria indipendente per i sikh, che costituiscono circa il 2% della popolazione indiana.

Nel 2020, Pannun è stato designato terrorista dal governo indiano, accusa che lui nega.

Era anche socio di Hardeep Singh Nijjar, un leader separatista sikh ucciso a colpi di arma da fuoco in Canada nella sua macchina nel 2023.

L’omicidio ha portato a un deterioramento dei legami tra India e Canada dopo che il primo ministro canadese Justin Trudeau ha affermato che c’erano “accuse credibili” secondo cui Delhi era stata coinvolta. L’India ha negato le accuse.

A novembre, la Casa Bianca ha affermato di aver sollevato la questione del presunto complotto per l'omicidio contro Pannun con l'India ai massimi livelli.

I funzionari indiani hanno preso le distanze dal presunto complotto, insistendo che tali azioni fossero contrarie alla politica del governo. Delhi ha detto di aver formato un comitato per indagare sulle accuse contro Gupta.

Nel gennaio 2024, la Corte Suprema dell'India ha respinto la richiesta di Gupta di aiutare il suo rilascio e aiutarlo a ottenere un processo equo.

La petizione in India affermava che il signor Gupta era stato arrestato da “autoproclamati” agenti federali statunitensi e non aveva ancora ricevuto un giusto processo.

La massima corte indiana ha detto che non sarebbe intervenuta nel caso, aggiungendo che spettava al governo agire.

Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Cosa ne pensi del calcio indiano?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...