Ragazza indiana arrestata per aver inviato osceni messaggi su Facebook

Una ragazza indiana di Jammu è stata arrestata e contro di lei è stata registrata una causa per aver inviato una serie di messaggi osceni su Facebook.

Ragazza indiana arrestata per aver inviato osceni messaggi su Facebook f

La ragazza indiana era responsabile della pubblicazione dei messaggi osceni.

Una ragazza indiana è stata arrestata giovedì 22 agosto 2019, per aver inviato una serie di messaggi volgari al fidanzato di un'altra ragazza.

Il sospetto è stato arrestato dalla polizia di Jammu e Kashmir. Aveva diffamato la vittima attraverso una serie di falsi post su Facebook.

Secondo gli agenti, la vittima era stata fidanzata con il suo ragazzo per diversi mesi prima che i messaggi iniziassero ad apparire.

La vittima ha detto agli agenti che qualcuno aveva creato un falso profilo Facebook a suo nome e che su di esso erano stati pubblicati messaggi osceni ed espliciti.

Gli agenti di polizia sono stati informati che i messaggi erano stati inviati al fidanzato della vittima.

È stato registrato un caso e la cellula informatica ha assistito nelle indagini. Sono riusciti a rintracciare la posizione dell'account Facebook e hanno scoperto che era stato creato da una ragazza nel distretto di Jammu.

La ragazza indiana era responsabile della pubblicazione dei messaggi osceni.

Successivamente è stata arrestata e un caso è stato registrato contro di lei. Secondo Mezzogiorno, gli agenti hanno scoperto che il colpevole era un compagno di classe della vittima.

Ci sono stati numerosi casi in cui una persona ha inviato messaggi osceni a un'altra, alcuni più gravi di altri.

A febbraio 2018, a docente all'università di Hull è stato sorpreso a inviare messaggi espliciti a una "ragazza minorenne".

Sunil Shastri, 62 anni, pensava di aver parlato con una ragazza di 13 anni. Tuttavia, stava effettivamente parlando con un membro di un gruppo di vigilanti pedofili.

Conosciuti come "Guardiani del Nord", i vigilantes avevano pubblicato online un nome e un numero, appartenenti alla "ragazza".

Il docente ha subito contattato la "ragazza" su WhatsApp e ha iniziato a inviare diversi messaggi sessuali.

Ha richiesto immagini intime, come la "ragazza" in mutande e parti intime del suo corpo. Uno dei messaggi diceva:

"Bella ragazza! Fammi vedere di più, per favore, tesoro. Sei una ragazza sfacciata e cattiva xxx. "

Shastri ha parlato anche di atti sessuali, aveva detto di voler dare alla 'ragazza' una “coccola e un bacio”. Era anche interessato a incontrarla:

“Vorrei (incontrarti) ma è pericoloso. Hai 13 anni e andrò in prigione ".

Il gruppo di vigilanti ha trasmesso i suoi dati alla polizia e lui è stato arrestato.

Shastri si è dichiarato colpevole di aver tentato di intrattenere una comunicazione sessuale con un bambino.

Alla York Crown Court, il cancelliere John Thackery lo ha condannato a quattro anni di carcere, sospeso per due anni.

A Shastri è stato ordinato di sottoporsi a 10 giorni di riabilitazione e seguirà un programma di trattamento per autori di reati sessuali. Gli è stato anche detto di firmare il registro dei criminali sessuali per sette anni.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Immagine solo a scopo illustrativo






  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Puoi parlare la tua lingua madre desi?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...