10 forme uniche di arte popolare indiana tramandate da generazioni

Gli antichi stili di arte popolare indiana sono stati tramandati di generazione in generazione e sono ancora praticati in diverse parti dell'India. Esploriamo 10 forme di arte popolare uniche.

Caratterizzata da accattivanti motivi geometrici, questa forma d'arte era sconosciuta al mondo esterno.

Tramandata da una generazione all'altra, l'arte popolare indiana è ancora viva in molte parti del paese.

Anche se alcune forme di arte popolare sono vecchie di secoli, le generazioni le tramandano per preservare la cultura indiana.

Tutti sono culturalmente unici e vari. Si sono evoluti nel corso degli anni.

Alcuni rimangono intatti nonostante la modernizzazione del paese.

Altri si adattano ai nuovi colori e materiali della vernice per tenersi aggiornati con la società.

La maggior parte dell'arte popolare indiana descrive racconti religiosi, un modo alternativo per vederli storie che sono popolari nella cultura indiana.

Tutti loro sono unici, ammirevoli e rappresentano la cultura indiana a modo loro.

Nei tempi antichi, questi dipinti sono stati creati utilizzando coloranti e colori naturali che erano fatti di terra, fango, foglie e carbone.

Questi colori sono stati dipinti su tela o stoffa, presentando un senso di nostalgia vintage.

Di conseguenza, queste forme d'arte sono state tramandate da una generazione all'altra per istruirle sulla ricca storia culturale dell'India.

Esploriamo 10 forme di arte popolare indiana che sono ancora forti oggi.

Madhubani

madhubani - forma d'arte indiana

Madhubani, o arte Mithila, ha avuto origine nella regione di Mithila del Bihar in Nepal.

Questa arte popolare risale a 2,500 anni fa, al tempo del Ramayana, quando il re Janaka chiese a un artista di immortalare il matrimonio di sua figlia Sita con il principe Rama.

È una delle forme d'arte popolare indiana più popolari, dipinta principalmente da donne che creano consapevolezza su questioni come l'educazione attraverso la loro abilità artistica.

La forma d'arte di Madhubani è unica perché la pittura viene eseguita utilizzando dita, ramoscelli, pennelli, pennini e fiammiferi.

Ancora oggi, questi utensili vengono utilizzati con coloranti e pigmenti naturali.

Caratterizzata da accattivanti motivi geometrici, questa forma d'arte era sconosciuta al mondo esterno.

La situazione cambiò quando gli inglesi lo scoprirono all'indomani di un terremoto negli anni '1930.

Le case distrutte dal terremoto avevano le pareti ricoperte di dipinti di Madhubani.

L'ufficiale coloniale britannico William G. Archer ha sottolineato le somiglianze con le opere di noti pittori occidentali.

I dipinti di Picasso, Miro e Klee rispecchiano l'opera d'arte di Madhubani.

Questa scoperta ha portato la forma d'arte popolare indiana all'attenzione del pubblico.

Di conseguenza, questo ha migliorato l'importanza della forma d'arte, motivo per cui è ancora popolare oggi come lo era 2,500 anni fa.

Quadri in miniatura

miniatura - forme d'arte indiane

I dipinti in miniatura indiani hanno avuto origine nell'Himalaya occidentale, durante l'era Mughal nel XVI secolo.

Questa forma d'arte evidenzia gli intricati dettagli fatti a mano all'interno di un dipinto di piccole dimensioni. Questo dà loro un'identità unica.

Prendono influenza dagli stili artistici persiani.

I dipinti in miniatura erano importanti durante il regno degli imperatori Mughal Shah Jahan e Akbar

Hanno promosso efficacemente questa forma d'arte.

Oggi è regolarmente praticato in Rajasthan.

Questi dipinti si distinguono per le illustrazioni uniche degli esseri umani.

Sono sempre ritratti con occhi grandi, naso appuntito e vita sottile. Gli uomini sono sempre raffigurati con un turbante.

Le persone sono raffigurate mentre indossano abiti tradizionali indiani.

Un quadro di piccole dimensioni ha un grande impatto soprattutto quando viene tramandato di generazione in generazione.

Phad

phad - forma d'arte indiana

I dipinti di Phad sono originari del Rajasthan ed è principalmente un dipinto di scorrimento.

Le narrazioni delle divinità popolari Pabuji o Devnarayan sono tradizionalmente rappresentate.

Sono dipinti su una tela o un panno di 15 piedi o 30 piedi di lunghezza.

Tradizionalmente sono dipinti usando colori vegetali e presentano una narrazione in esecuzione delle vite e delle gesta eroiche delle divinità.

Circa 40 anni fa, la forma d'arte Phad è stata rivoluzionata Shee Lal Joshi e Pradip Mukherjee.

Ciò significa che più persone sono diventate consapevoli dello stile pittorico, quindi continua a essere tramandato di generazione in generazione.

Warli

warli: forma d'arte indiana

Una delle più antiche forme d'arte indiane, ha avuto origine dal Ghat occidentale dell'India nel 2,500 aC.

È uno stile di arte tribale che utilizza cerchi, triangoli e quadrati per formare numerose forme e illustra le attività della vita quotidiana.

Questi includono la pesca, la caccia, i festival e la danza.

Ciò che rende questa forma d'arte così unica è la forma umana, è semplicemente un cerchio e due triangoli.

Tutti i dipinti sono realizzati su uno sfondo scuro, mentre le forme sono di colore bianco.

Sebbene questa possa essere una delle più antiche forme d'arte indiane, è regolarmente praticata oggi.

Gond

gond - forma d'arte indiana

La tribù Gondi nel Madhya Pradesh ha creato questi dipinti audaci e vibranti.

Questa forma d'arte è fortemente incentrata sulla natura poiché molti dipinti raffigurano alberi e animali.

I colori per i dipinti Gond provengono da carbone, sterco di vacca, foglie e terra colorata.

Sebbene siano caratterizzati da colori molto terrosi, i dettagli intricati possono essere visti da vicino poiché i dipinti sono costituiti da punti e linee.

Questa è una forma d'arte che si è evoluta per i giorni nostri, utilizzando invece colori acrilici.

Il cambiamento è stato guidato da Jangarh Singh Shyam, il più famoso artista di Gond che ha riportato in vita la forma d'arte negli anni '1960.

Kalamkari

kalamkari - Forma d'arte indiana

Kalamkari ha due tipi in India.

Machilipatnam, che proviene da Machilipatnam in Andra Pradesh.

Srikalahasti, che ha origine da Chitoor nello stesso stato.

È un tipo di tessuto di cotone dipinto a mano o stampato a blocchi.

Il nome ha origine in persiano, derivante dalle parole Kalam (penna) e kari (artigianato), che significa disegnare con una penna.

Questa arte indiana è ancora prevalente oggi poiché lo stile artistico è disegnato sui sari e raffigura una varietà di cose.

Questo spazia dai fiori e dalla natura ai poemi epici come il Mahabharata o il Ramayana.

Tanjore

tanjore - forma d'arte indiana

Un importante dipinto dell'India meridionale originario della città di Tanjore nel Tamil Nadu.

Risale all'inizio del IX secolo, durante il periodo della dinastia Chola, una delle dinastie regnanti più lunghe nella storia dell'India meridionale.

Hanno incoraggiato l'arte e la letteratura, ed è così che è nata questa forma d'arte.

Lamina d'oro e colori metallici sono la caratteristica principale di questi dipinti, che conferiscono loro un aspetto surreale.

Ci sono diverse fasi durante la creazione di un dipinto Tanjore che include la pittura di uno strato su un pezzo di legno.

Questo dà un effetto 3D al termine. Lo rende anche uno dei pezzi d'arte più lunghi da creare.

I dipinti di Tanjore di solito erano della mitologia indiana.

Nella società moderna, questa forma d'arte è regolarmente ricercata per i souvenir durante le festività dell'Asia meridionale.

Pergamene Cheriyal

cheriyal - forma d'arte indiana

Sebbene sia uno stile artistico che è ancora tramandato di generazione in generazione, non è così conosciuto come le altre forme d'arte.

Ciò è dovuto ai progressi moderni come la TV, che l'ha recintata nel suo ultimo avamposto, il villaggio di Cheriyal.

Originario dell'attuale Telangana, è una versione stilizzata dell'arte Nakashi che la famiglia l'ha tramandata per molte generazioni.

Questi rotoli di 40-45 piedi erano di storie sulla mitologia indiana e sono stati progettati come una storia.

Simile a un rullino o a un fumetto moderno, circa 50 immagini presenti su ogni rotolo.

I colori primari rosso, blu e giallo erano comunemente usati per creare questi rotoli.

La vivida immaginazione del pittore è ciò che rende la forma d'arte così unica in quanto era necessaria per raccontare storie avvincenti attraverso l'arte.

Kalighat

kalighat - forma d'arte indiana

Una forma pittorica più moderna, rispetto agli altri stili.

Ha avuto origine nel Bengala del XIX secolo.

Questi dipinti di solito erano su stoffa e inizialmente erano illustrazioni di natura religiosa.

Hanno quindi iniziato a creare arte con temi di riforma sociale, come il crimine come soggetto.

L'arte di Kalighat era caratterizzata da pennellate impeccabili e immagini semplici ma audaci.

Questa caratterizzazione unica era dovuta a colori di vernice economici e spazzole in pelo di scoiattolo.

L'obiettivo era aumentare la consapevolezza sulle condizioni sociali.

Alcune creazioni includono ricchi proprietari terrieri che bevevano vino con le donne. I preti sono stati mostrati con donne illecite.

Trasmettere temi sociali è ciò che rende questa forma d'arte prominente di generazione in generazione.

patachitra

patachitra: forma d'arte indiana

Un dipinto tradizionale su rotolo del Bengala occidentale nel V secolo.

La forma d'arte di Patachitra è iniziata in centri religiosi e sono una componente di un'antica arte narrativa bengalese, che originariamente accompagnava l'esecuzione di una canzone.

Questi dipinti utilizzavano linee audaci e spigolose per rappresentare storie mitologiche eroiche.

Questa forma d'arte ha una forte influenza dall'era Mughal poiché i personaggi nei dipinti avevano abiti simili a quelli indossati durante il tempo.

Queste sono solo 10 delle molte forme d'arte indiane che sono state tramandate di generazione.

È qualcosa per preservare la cultura diversificata dell'India e un modo alternativo di educare le giovani generazioni sulla mitologia indiana.

Una cosa è certa, tutte e 10 queste forme d'arte hanno caratteristiche uniche che riflettono le diverse culture dell'India.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Immagini per gentile concessione di Mojarto, Heart for Art, Fizdi, Events High, Pinterest, Art Zolo, The Week e Old India Arts