Imran Abbas afferma che i registi locali pensano che sia "incapace"

A Imran Abbas è stato chiesto perché non lavora nei film pakistani. L'attore ha risposto sostenendo che i produttori locali non pensano che ne sia capace.

Perché Imran Abbas ha definito i talk show "tossici" f

"Consegnare un dramma di grande successo non è un grosso problema."

Seduto di fronte al conduttore Adnan Faisal, Imran Abbas ha approfondito i dettagli del suo prossimo film punjabi, Jee Ve Sohneya Jee.

Quando la conversazione si è spostata sull'assenza di Imran dai film locali, ha risposto con un'alzata di spalle con disinvoltura, affermando:

“Chiedete ai produttori e ai registi cinematografici pakistani. Forse non pensano che io sia abbastanza capace.

Adnan ha insistito ulteriormente, suggerendo che Imran potrebbe non voler fare film locali.

Imran ha risposto: “Non è una questione di cosa faccio o non voglio fare. Voglio fare un buon film, qualunque sia la sua provenienza”.

Offrendo informazioni dettagliate sul suo processo decisionale, Imran ha spiegato:

“Facciamo buoni film qui e continueremo a farlo. Ma a quel tempo, secondo me, i film che sceglievo avevano dei buoni soggetti”.

Imran Abbas ha sottolineato l’importanza di imparare dalle esperienze. Ha espresso la volontà di partecipare a un film pakistano se l'argomento lo entusiasma.

Lo ha affermato: “Assolutamente, perché no? È il mio paese. Preferisco i film pakistani a tutto il resto”.

Passando al tema dei drammi, Imran Abbas ha tracciato una chiara distinzione tra programmi televisivi e film, sottolineando la responsabilità associata a questi ultimi.

Imran ha osservato: “Realizzare un dramma di grande successo non è un grosso problema. Ne ho già fatti molti anch'io."

Ha riflettuto sulla sua vasta carriera televisiva e ha affermato che i film lasciano un impatto duraturo nella memoria del pubblico.

“Un film è quella cosa che ti rimane in mente… imprime la propria impronta. Quindi è molto importante fare film in modo intelligente. È una responsabilità enorme”.

Dopo la dichiarazione di Imran Abbas sono emerse molte opinioni diverse.

Un utente ha commentato: “Ora, quando gli attori pakistani tornano in Pakistan dopo aver lavorato in film indiani, vengono visti solo cercando l'approvazione di Bollywood, criticando i drammi pakistani.

“Tuttavia, inizialmente hanno guadagnato rispetto attraverso i drammi pakistani. Hanno bisogno di essere umiliati”.

Un altro ha detto: “Ma non ha nessun dramma di grande successo. È un cattivo attore, ecco perché nessuno lo vuole nei film. Disse un altro.

Uno ha osservato: “I media pakistani non lo vogliono nei film perché abbiamo artisti molto più belli e più dotati.

Un altro ha affermato: “Se fosse un attore abbastanza talentuoso, verrebbe naturalmente interpretato nei film. Ma non lo è.

Jee Ve Sohneya Jee presenta altre apparizioni di star pakistane, tra cui Anam Tanveer e Sajid Hasan.



Ayesha è una studentessa di cinema e teatro che adora la musica, l'arte e la moda. Essendo molto ambiziosa, il suo motto per la vita è: "Anche gli incantesimi impossibili sono possibili".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Hai mai avuto razzismo nello sport?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...