Il marito dice che la moglie indiana accoltellata a Sydney non è stata complottata

Dopo che una moglie indiana è stata pugnalata a morte a Sydney nel 2015, suo marito ha detto che il suo omicidio non era stato organizzato.

Il marito dice che la moglie indiana accoltellata a Sydney non è stata complottata f

"Alla fine della giornata abbiamo bisogno di giustizia, questo è tutto quello che posso dire."

Il marito di una moglie indiana assassinata in un parco di Sydney ha detto che non è stato tramato, definendolo “impossibile”.

Il professionista IT Prabha Kumar viveva temporaneamente in Australia per lavoro. È stata pugnalata al collo mentre attraversava Parramatta Park fino a casa sua nel marzo 2015.

Prabha aveva parlato al telefono con suo marito Arun Kumar al momento dell'attacco e sarebbe tornata in India entro poche settimane.

Un'indagine ha rilevato che la signora Kumar non è stata aggredita o derubata sessualmente. Ciò ha portato la polizia a ipotizzare che qualcuno dall'India avesse pianificato la sua morte.

Il signor Kumar ha detto che la teoria della polizia non è plausibile.

Ha detto in esclusiva 9News: "Sono tori ** t, non è giusto ... non è giusto, è altamente impossibile.

“Alla fine della giornata abbiamo bisogno di giustizia, questo è tutto quello che posso dire.

"Tutte queste voci, ci stanno ferendo."

La polizia del New South Wales (NSW) ha dichiarato di essere stato intervistato come uno dei tanti che potrebbero aiutare con le indagini.

La coppia aveva una figlia di 11 anni di nome Meghana. La moglie indiana aveva lavorato all'estero per inviare denaro alla sua famiglia.

Il marito dice che la moglie indiana accoltellata a Sydney non era complottata - coppia

La sig.ra Kumar era stata in Australia tre anni prima della sua morte. Era stata mandata a lavorare per tre mesi presso Mindtree, un'azienda tecnologica con sede a Bengaluru, in India. Tuttavia, il suo contratto continuò ad essere esteso.

L'analista tecnico senior si trovava a 400 metri da casa sua dopo un turno in ritardo quando è stata accoltellata in un punto nero del parco pubblico.

Poco dopo di lei omicidio, Il signor Kumar si è recato in Australia con i suoi genitori per fare appello per informazioni.

In una conferenza stampa, ha detto: "Voglio che chiunque abbia ucciso la mia splendida moglie sia assicurato alla giustizia".

Il marito dice che la moglie indiana accoltellata a Sydney non è stata complottata - CCTV

La polizia australiana ha chiamato il signor Kumar per un interrogatorio nel 2015 e nel 2016. Ha detto loro che lui e sua moglie erano felici.

Tuttavia, è stato rivelato che aveva una relazione con Kiran Shagoti, uno studente universitario e amico di famiglia.

Aveva negato di avere una ragazza ma ha parlato del suo rapporto con le autorità e che la polizia ha interrogato la signora Shagoti.

Quando gli è stato chiesto se sapeva qualcosa della morte della signora Kumar o se fosse collegato, suo marito ha detto:

"No, niente, niente, niente ... niente, niente, niente."

Aveva richiesto un colloquio di lavoro ma non ha risposto a chiamate o messaggi.

I suoi genitori hanno detto che stanno ancora aspettando risposte e non sono riusciti a trovare pace.

Sua madre Sarojini Shetty ha detto: “Il mio cuore arde pensando a chi ha fatto questo. Il mio unico desiderio è, voglio sapere chi ha fatto questo.

"Quanto può essere crudele questo essere umano, uccidere mia figlia mentre stava tornando a casa dal lavoro?"

Il padre della sig.ra Kumar ha spiegato che sebbene non gli piaccia pensare che qualcuno in India abbia organizzato il suo omicidio, il fatto che stesse parlando in un dialetto distinguibile al momento in cui è stata accoltellata, la renderebbe riconoscibile per un sicario indiano.

Dal 2015, la polizia del NSW si è recata in India e più di 2,000 persone sono state intervistate.

L'immagine di una figura sgranata che cammina davanti a un vicino campo da golf, 20 minuti prima che l'attacco fosse rilasciato.

L'inchiesta sulla corona dovrebbe svolgersi all'inizio del 2020.

Il signor Kumar ha deciso che tornerà per l'inchiesta e ha aggiunto: "[Alla] fine della giornata abbiamo bisogno di giustizia, questo è tutto quello che posso dire".



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Immagini per gentile concessione del video di 9News





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale matrimonio preferiresti?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...