Marito incarcerato per aver pugnalato la moglie 38 volte per ucciderla

Un marito di Hull è stato imprigionato per l'omicidio di sua moglie. Mohammad Qoraishi ha pugnalato Parwin Quriashi 38 volte nella loro casa di Maidstone.

Marito incarcerato per aver pugnalato la moglie 38 volte per ucciderla f

"Aveva 38 coltellate alla testa, al petto e alle cosce."

Il 27 giugno 16, il marito Mohammad Qoraishi, 82 anni, di Hull, è stato incarcerato per un minimo di 7 anni e 2019 giorni per aver ucciso sua moglie adolescente.

Maidstone Crown Court ha sentito di aver accoltellato la diciannovenne Parwin Quriashi 19 volte il giorno di Natale del 38 nella sua casa di London Road, Maidstone.

Qoraishi e la vittima erano cugini e hanno avuto un matrimonio combinato nell'agosto 2018. Si è trasferito a casa sua cinque giorni prima dell'attacco.

Il pubblico ministero Alexandra Healy ha spiegato che c'erano state tensioni prima e dopo il matrimonio.

Si è sentito che Qoraishi ha colpito sua moglie in testa con una padella prima di lanciare un attacco "frenetico" con un coltello da cucina.

L'ha pugnalata alla testa, al collo, al petto, alle cosce e all'addome. Una ferita al collo era profonda 6 cm.

La signora Healy ha dichiarato: “Parwin aveva solo 19 anni ed è stata vittima di un attacco feroce e prolungato nella sua stessa cucina.

“Aveva 38 coltellate alla testa, al petto e alle cosce.

"Era stata anche strangolata ed era stata colpita alla nuca con una padella."

La sig.ra Healy ha aggiunto che alcune delle ferite da coltello potrebbero essere state inflitte dopo che Parwin era già morto.

Marito incarcerato per aver pugnalato la moglie 38 volte per ucciderla

Dopo l' attacco, Qoraishi si recò al porto nel tentativo di fuggire, tuttavia, era chiuso perché era il giorno di Natale.

Qoraishi è stato arrestato al volante della sua auto con indosso abiti macchiati di sangue.

Parwin è stato scoperto nell'appartamento quando i vicini si sono preoccupati dopo aver sentito rumori e urla di una donna.

Qoraishi è stato interrogato quattro volte dalla polizia. Ha affermato che il padre di Parwin lo aveva minacciato.

Durante un'udienza nel maggio 2019, Qoraishi si è dichiarato colpevole quando avrebbe dovuto presentare una dichiarazione di non colpevolezza.

Dopo colloqui privati ​​con il suo avvocato, Qoraishi è apparso alla sua audizione tramite il collegamento video della prigione e ha ripetuto:

"Colpevole, colpevole, colpevole, colpevole."

Il giudice David Griffith-Jones QC ha detto a Qoraishi: “Questo è stato un insensato omicidio di tua moglie.

“Anche se sono pronto ad accettare che l'omicidio non sia stato premeditato ma sia avvenuto in un impeto di rabbia in cui sei scattato, è chiaro che sapevi cosa stavi facendo e la tua intenzione era di ucciderla.

“Il fatto inevitabile è che hai compiuto questi atti di assoluta barbarie e nella fredda luce del giorno hai dovuto affrontare l'enormità di ciò che hai fatto.

"Le hai inflitto un elenco di ferite da strumento contundenti e taglienti da cui è morta tristemente ma inevitabilmente."

"Data la portata e l'evidente ferocia dell'attacco e delle ferite causate, non ci possono essere dubbi che la tua intenzione, sebbene non premeditata ... deve essere stata quella di uccidere tua moglie."

A difendere Qoraishi c'era Bernard Tetlow QC che ha affermato che il fattore scatenante dell'attacco era dovuto al matrimonio combinato.

Ha anche spiegato che era felice di vivere a Hull e che il padre di Parwin ha rifiutato di lasciarla trasferirsi a Hull, dove suo marito aveva una casa e un lavoro.

In una lettera, Qoraishi ha detto: "Mi vergogno profondamente di quello che ho fatto e posso solo chiedere scusa dal mio cuore e chiedere perdono".

Mohammad Qoraishi sedeva appassionato poiché era stato incarcerato a vita, per scontare un minimo di 16 anni e 82 giorni.

Dopo la sentenza, l'ufficiale investigativo senior DCI Ivan Beasley ha dichiarato:

“Questo è stato un attacco selvaggio e non provocato contro una giovane donna indifesa.

“La sua tragica morte per mano di suo marito ha lasciato una famiglia in lutto per la sua perdita.

“Qoraishi è fuggito dalla scena ed è stato rintracciato dagli ufficiali vicino a Dover.

"È giusto che ora trascorra molto tempo in prigione per questo crimine brutale".



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    La pubblicità del preservativo di Sunny Leone è offensiva?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...