Come parlare di salute mentale nelle famiglie desi

Per la comunità dell'Asia meridionale, quanto è difficile parlare di salute mentale? Siamo ascoltati dalle nostre famiglie? Esploriamo questo importante problema.

Come parlare di salute mentale nelle famiglie desi f

"Ci viene insegnato ad assimilare, sopravvivere, stabilirci e costruirci una vita"

Parlare di salute mentale e benessere a volte può essere difficile.

In una famiglia desi, questo può essere ancora più difficile, soprattutto perché la salute mentale è ancora considerata un argomento tabù nella comunità dell'Asia meridionale.

Per aiutare qualcuno che sta lottando con la propria salute mentale, inizia la conversazione e ascolta attivamente.

La malattia mentale non è nulla di cui vergognarsi; nessuno dei due ne parla. Questa a volte può essere una pillola difficile da ingoiare per le famiglie Desi.

La vergogna associata ai problemi di salute mentale nella comunità dell'Asia meridionale può far sentire un individuo debole e non degno di cure e attenzioni.

Il giudizio degli altri, il non voler essere compatiti e il rischio di danneggiare la propria carriera sono solo alcuni dei motivi per cui le persone potrebbero non voler parlare della propria salute mentale.

In una famiglia desi, le ragioni possono differire leggermente.

La paura di una mancanza di sostegno e comprensione da parte della famiglia e degli amici, così come il pensiero che la loro salute mentale li definisca, sono alcune delle barriere che gli asiatici del sud possono affrontare.

Aishah Hannan, assistente psicologa e sostenitrice della salute mentale dice:

“C'è sicuramente un'atmosfera negativa nella comunità dell'Asia meridionale per quanto riguarda l'incontro con un terapista per malattie mentali.

“L'essere considerati deboli e la mancanza di istruzione sono le ragioni principali per cui molti sud-asiatici si sentono in conflitto quando pensano di consultare un terapeuta.

"Il bigottismo e una mentalità e una visione povere dei problemi di salute mentale di certo non aiutano."

Lo stigma

Come parlare di salute mentale nelle famiglie desi - stigma

Commenti sulla falsariga di "Non puoi scegliere di essere felice?" o "Altre persone lo hanno molto peggio" sono esempi di ciò che la salute mentale stigma suona come.

La salute mentale non è qualcosa da cui puoi sottrarti e non è un segno di debolezza.

Anche la negazione delle malattie mentali nella comunità dell'Asia meridionale è fin troppo comune. Fingere che la salute mentale non esista è probabile che causi problemi sia a breve che a lungo termine.

A causa della mancanza di istruzione e conoscenza delle malattie mentali, molte persone all'interno della comunità dell'Asia meridionale possono sentirsi non riconosciute o messe a tacere con la forza.

In molti paesi asiatici, tra cui Pakistan, India, Bangladesh e Sri Lanka, la salute mentale è taciuta.

Ai problemi di salute mentale non viene risposto come alle condizioni di salute fisica. Questo può far sentire a molte persone che non hanno altra scelta che resistere e lottare in silenzio.

Nel Regno Unito, la comunità dell'Asia meridionale è ancora alle prese con la conversazione sulla salute mentale. Lo stigma ha attraversato ogni generazione.

Mentre più giovane Asiatici del sud hanno molte più probabilità di impegnarsi e di essere consapevoli dell'importanza della salute mentale e del benessere, le conversazioni al di là dei social media potrebbero non avvenire tutte le volte che è necessario.

Giornalista e drammaturgo, Meera Syal dice:

"I problemi di salute mentale sono comuni e colpiscono persone di ogni ceto sociale e tutte le comunità in tutta l'Inghilterra, compresa la comunità dell'Asia meridionale".

Sebbene la scuola e l'università possano essere un periodo eccitante per molti, ci sono quelle persone che possono sentirsi stressate e ansiose.

Le famiglie desi sono stereotipicamente in qualche modo represse. Il pensiero di parlare di salute mentale a un membro anziano della famiglia può essere incredibilmente scomodo.

Lottare con la salute mentale in giovane età ha molte più probabilità di influenzare anche qualcuno nella loro futuro vita.

Secondo un Lancet Global Health Study, il suicidio è stata la principale causa di morte tra gli indiani di età compresa tra i 15 ei 39 anni, nel 2016.

Inizia la conversazione

Come parlare di salute mentale nelle famiglie desi - conversazione

Parlare di salute mentale è difficile. L'idea di iniziare la conversazione può inizialmente sembrare scoraggiante e fuori portata in molte famiglie desi.

Tuttavia, più la comunità dell'Asia meridionale ne parla, più si sentirà a suo agio.

Per iniziare, la conversazione non deve essere condotta faccia a faccia. Un semplice messaggio di testo o una telefonata possono fare la differenza.

È importante non solo fare domande ed essere incoraggianti, ma anche ascoltare diligentemente.

Lascia spazio sia per parlare che per ascoltare.

Porre domande come "C'è qualcosa che posso fare per aiutarti?" e "Hai bisogno di parlare?" sono ottimi esempi di modi per iniziare la conversazione.

La comunità dell'Asia meridionale non dovrebbe permettere che l'imbarazzo nasconda la conversazione sulla salute mentale. Se stai ascoltando qualcuno che ti dice come si sente, fai del tuo meglio per superare la fase iniziale di disagio.

Abbiamo parlato con Sonal Pandya Boda, un consulente con sede a Londra, di come la comunità dell'Asia meridionale dovrebbe parlare di salute mentale. Sonal dice:

“È importante fare delle pause, per consentire la tua pazienza, apertura e tolleranza quando parli di salute mentale.

“Le generazioni più anziane possono chiudere la discussione a causa della mancanza di comprensione o talvolta della propria esperienza disconnessa.

"Ci possono essere anche giudizi, argomenti, fattori scatenanti e opinioni forti che possono avere un impatto profondo".

“Ci viene insegnato ad assimilare, sopravvivere, stabilirci e fare una vita nel Regno Unito, di solito tenendo conto del nostro interesse familiare all'interno del nostro.

“Gli individui di seconda generazione sono in un viaggio continuo per integrarsi come britannici ma con i valori fondamentali asiatici. Questo di solito comporta un conflitto di qualche tipo. "

Per aiutare qualcuno che soffre di una malattia mentale, riconosci che non puoi capire cosa sta provando. Tuttavia, puoi offrire la tua compassione.

Riconosci l'elefante nella stanza.

Secondo il Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), oltre 90 milioni di indiani soffrono di qualche forma di malattia mentale.

Imparare a conoscere la salute mentale, fornire supporto pratico ed evitare confronti sono solo alcuni piccoli modi in cui le famiglie desi possono aiutare.

La comunità dell'Asia meridionale dovrebbe impegnarsi attivamente nell'autoeducazione per migliorare la propria conoscenza della malattia mentale e aumentare la consapevolezza della propria normalità.

Imparare a conoscere un problema di salute è il minimo che possiamo fare.

Va anche detto che le malattie mentali non discriminano. Indipendentemente dall'età e dal sesso, chiunque può aver bisogno di aiuto e sostegno.

DESIblitz parla esclusivamente con tre giovani che vivono nel Regno Unito sulle loro esperienze di malattia mentale e stigma.

Amrit Kaur, uno studente universitario di Leicester dice:

“Mia sorella soffriva di grave depressione e ansia, e per molto tempo nessuno nella mia famiglia ha voluto ammetterlo.

“Mi sono spesso sentito frustrato, ma non credo che questo si riferisca solo agli asiatici del sud. Penso che tutti i gruppi di minoranze etniche abbiano la stessa posizione ".

Balwinder Singh, un blogger e difensore della salute mentale con sede nelle West Midlands, afferma:

“La mascolinità tossica mi ricorda un periodo della mia vita in cui le persone mi dicevano che gli uomini non dovevano piangere e parlare apertamente delle loro emozioni.

"Lo stigma associato alla salute mentale maschile esiste ancora, ancora di più nella comunità dell'Asia meridionale".

Rohit Kumar, uno studente universitario di Wolverhampton dice:

“I miei genitori sono molto conservatori. Non hanno mai pensato o mai menzionato nulla relativo alle malattie mentali.

“Penso che lo stigma della salute mentale sia estremamente dannoso. Semplicemente non capisco come molte famiglie asiatiche non siano aperte a riconoscere la malattia mentale in primo luogo ".

È importante fornire tanto supporto e compassione quanto le persone con condizioni di salute fisica.

La comunità dell'Asia meridionale deve ricordare che la salute mentale fa parte dell'essere umano. È importante e complesso.

Lo stigma legato alla salute mentale, in particolare nella maggior parte delle famiglie desi, deve finire. Le malattie mentali sono una cosa reale e dobbiamo parlarne.

Essere aperti a discutere di salute mentale è l'unico modo in cui lo stigma ad esso associato può essere smantellato, una volta per tutte.

Ravinder è laureato in giornalismo. Ha una forte passione per tutto ciò che riguarda la moda, la bellezza e lo stile di vita. Le piace anche guardare film, leggere libri e viaggiare.



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Avresti o hai fatto sesso prima del matrimonio?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...