Un ferroviere eroe rivela i segnali per identificare i passeggeri vulnerabili

Il ferroviere Rizwan Javed – che ha salvato 29 vite umane – ha rivelato i segnali di allarme che un passeggero potrebbe essere a rischio di suicidio.

L'operaio ferroviario eroe rivela i segnali per identificare i passeggeri vulnerabili f

"costruire la fiducia di quella persona credo sia la cosa più importante."

Un ferroviere che ha salvato 29 vite ha svelato i principali segnali per identificare un passeggero vulnerabile.

Rizwan Javed, che lavora per la MTR Elizabeth Line alla stazione di Paddington, a Londra, è stato insignito di un MBE al King's Elenco dei riconoscimenti di Capodanno.

Su ITV Questa mattina, il ferroviere formatosi in Samaritano ha discusso i segnali di allarme che indicano che un passeggero ha bisogno di aiuto.

Spiegando che il coinvolgimento con l'individuo è il primo passo, Rizwan ha affermato:

“Si tratta di impegno e di volerlo fare con il cuore aperto.

"Aprire una conversazione e costruire chiacchiere, costruire la fiducia di quella persona che ritengo sia la cosa più importante."

Secondo Rizwan, le espressioni facciali, il tipo di abbigliamento indossato in base alle condizioni meteorologiche, i treni persi e le richieste di servizi senza fermate sono tutti segnali.

Sebbene Rizwan sia soddisfatto del suo MBE, intende utilizzarlo per un bene superiore.

Ha detto: “È una grande opportunità per me continuare a diffondere la consapevolezza su scala più ampia.

“Penso che sia un grande risultato per le ferrovie, per tutti i miei colleghi e per l’ottimo lavoro che svolgono quotidianamente”.

Uno dei suoi momenti più belli è quando un passeggero è tornato al suo posto di lavoro per ringraziarlo di averle salvato la vita.

Rizwan ha spiegato: “Sono accorsi e mi hanno abbracciato.

“Ha detto che se non fosse stato per me, non sarebbe qui, e questo mi ha fatto sciogliere il cuore. È una sensazione che non puoi descrivere”.

Il 33enne ha detto che ogni passeggero salvato ha ugualmente contribuito alla sua vita.

Ha detto: “Molte persone dicono: 'Hai aiutato così tante persone', ma loro hanno aiutato tantissimo anche me, mi hanno sviluppato come individuo e ho imparato così tanto lungo il cammino. '

“Sono quello che sono oggi grazie a quelle persone.

"Sto solo cercando di fare del mio meglio per fare la differenza in questo mondo."

Il suo viaggio è stato ispirato dallo stigma che gli individui all'interno della comunità asiatica spesso nutrono nei confronti dei problemi di salute mentale.

Rizwan mira a incoraggiare tutte le persone a parlare dei propri problemi.

Ha detto: “Tutti stanno combattendo una battaglia di qualche tipo, ed è importante parlarne, e parlarne determina il modo in cui finirai nella vita.

“All’interno della comunità asiatica della salute mentale non si parla così tanto e così apertamente, e io voglio cambiare questa situazione”.

Rizwan mira a reclutare più persone, dicendo:

“Sono solo una persona, ma se altre persone si uniscono a me in questo viaggio, possiamo rendere il mondo un posto migliore.”

Quando aiutava una persona vulnerabile, consigliava:

“Sii aperto, anche se hai bisogno di contattare uno sconosciuto.

"Se temi il giudizio, parla con uno sconosciuto, non reprimerlo... le persone saranno ispirate dal tuo viaggio."

Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Aiutereste un immigrato illegale?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...