Hayes Man incarcerato per aver strangolato e ucciso sua madre

Majid Butt è stato condannato all'ergastolo per aver ucciso sua madre. Un crimine vizioso che ha confessato alla sua stazione di polizia locale.

culo che uccide sua madre

"Sono venuto qui per confessare di aver strangolato mia madre."

Majid Butt, 51 anni, di Hayes, è stato condannato all'ergastolo mercoledì 12 settembre 2018 presso la Old Bailey Crown Court per aver ucciso sua madre.

Deve servire un periodo minimo di 15 anni e 10 mesi.

Si è sentito che Butt ha strangolato, sua madre, Onees Khatoon, di 71 anni, con un cavo dopo che lei gli ha chiesto di lasciare la casa di famiglia.

Butt ha commesso l'atto intorno alle 12:30 di domenica 13 maggio 2018.

Solo mezz'ora dopo aver commesso l'omicidio, Butt si è recato alla stazione di polizia di Hayes dove ha detto con calma a un agente di polizia di aver ucciso la signora Khatoon.

Ha detto alla polizia: "Sono venuto qui per confessare di aver strangolato mia madre".

Gli ufficiali hanno assistito al discorso di Gade Close, dove vivevano sia Butt che sua madre.

culo che uccide sua madre

 

Hanno trovato il corpo della vittima, dove è stata successivamente dichiarata morta.

I detective della Omicidi e del Major Crime Command hanno avviato un'indagine.

In un'intervista con i detective, Butt ha ammesso di aver ucciso sua madre con un cavo elettrico.

In seguito ha affermato di aver agito in un "momento di follia" dopo che lei aveva minacciato di buttarlo fuori dalla loro casa.

Un'autopsia si è svolta al Fulham Mortuary il 14 maggio 2018 e ha trovato segni di asfissia e compressione del collo.

Butt è stato accusato di omicidio lo stesso giorno.

Si è saputo che Butt aveva vissuto con la signora Khatoon per 41 anni ed è stata invitata a casa sua nell'ottobre 2017.

In precedenza gli era stato chiesto di lasciare la casa nel 2009 in seguito alla morte di suo padre.

È stato riscontrato che la signora Khatoon era vulnerabile e aveva una mobilità limitata a causa di gravi problemi di salute, inclusi problemi cardiaci e diabete.

L'ispettore capo detective Noel McHugh ha dichiarato: "Non era in grado di difendersi".

"In modo angosciante, la persona che ha cresciuto e che avrebbe dovuto prendersi cura di lei in vecchiaia si è rivolta contro di lei con conseguenze fatali".

Butt si è dichiarato colpevole di aver ucciso sua madre all'Old Bailey Crown Court mercoledì 5 settembre 2018.

Condannando Majid Butt, il giudice Nicholas Cooke QC ha dichiarato di aver commesso un "atto di insolita malvagità".

Ha detto: "Nessuna frase che posso emettere può annullare ciò che hai fatto".

"Quello che hai fatto uccidendo tua madre, la persona che ti ha portato in questa vita è stato un atto di insolita malvagità."

“Tutti hanno il dovere di prendersi cura e proteggere la propria madre. Hai violato quel dovere nel modo più enfatico. "

Joe Stone QC, in difesa, ha detto che Butt era stato in precedenza un figlio amorevole e premuroso.

Ha detto: "Questo è un atto tragico e spontaneo che è stato innescato in circostanze estremamente cariche ed estreme".

"Il background è che ha amato e si è preso cura di sua madre per un periodo di tempo considerevole."

Mentre era in custodia cautelare nella prigione di Belmarsh nell'agosto 2018, Butt ha scritto una lettera in cui esprimeva il suo rimorso per il suo crimine.

La lettera è stata letta in tribunale: "Nessuno della mia famiglia dovrebbe subire un simile trauma causato dal mio momento di follia".

"Accetto il mio crimine e merito di essere punito."

"È la mia famiglia che ora viene punita e soffre per il mio comportamento vergognoso".

“Spero sinceramente e prego che possano perdonarmi. Mi dispiace davvero per le mie azioni. "



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale dessert Desi ami?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...